Shiva Baby

Shiva Baby recensione film di Emma Seligman con Rachel Sennott [MUBI]

Shiva Baby recensione film di Emma Seligman con Rachel Sennott, Danny Deferrari, Polly Draper, Diana Agron e Fred Melamed

Può una commedia nera diventare uno dei film horror più ansiogeni dell’anno? Sembra aver pensato questo la ventiseienne regista Emma Seligman mentre scriveva e girava il suo film di debutto Shiva Baby, tratto dal suo corto di diploma. Shiva Baby, recentemente arrivato su MUBI, porta in scena ansie ed imbarazzi in una geniale commedia nera.

MadMass.it consiglia by Amazon

Danielle (Rachel Sennott), ancora indecisa sulla strada da intraprendere finito il liceo, guadagna soldi come babysitter o almeno questo è quello che pensano i suoi genitori (Polly Draper e Fred Melamed). In realtà, la ragazza ha uno sugar daddy, l’affascinante Max (Danny Deferrari), che si occupa di ogni suo bisogno economico. Un giorno deve partecipare a uno shiva (veglia ebraica per commemorare un parente defunto), con la speranza di non ricevere le solite imbarazzanti domande sulla sua vita da parenti vari. Se non fosse che allo shiva si presentano Max con la moglie Becky (Diana Agron) e la loro bambina di sei mesi che renderanno l’imbarazzo asfissiante. Nel giro di un pomeriggio, in quella casa Danielle cercherà al contempo di sfuggire alle invadenti domande di parenti e amici e di evitare che la sua doppia vita venga scoperta.

Rachel Sennott in Shiva Baby
Rachel Sennott in Shiva Baby (Credits: MUBI)

Rachel Sennott e Danny Deferrari in Shiva Baby
Rachel Sennott e Danny Deferrari in Shiva Baby (Credits: MUBI)

Shiva Baby ha il suo cuore nei personaggi e nelle loro interazioni, in particolare in Danielle, interpretata magistralmente da Rachel Sennott che, con l’espressività del volto accentuata da numerosissimi primi piani, riesce a trasmettere tutta l’ansia, la paura e l’imbarazzo che la storia vuole raccontare. In un crescendo di situazioni e personaggi che aggiungono stress e tensione come solo gli horror ben fatti riescono a fare, in questa asfissiante casa, piena di corpi, inizia a mancare sempre di più il respiro, forse in maniera anche troppo eccessiva.

Rachel Sennott
Rachel Sennott (Credits: MUBI)

Rachel Sennott e Polly Draper
Rachel Sennott e Polly Draper (Credits: MUBI)

Grazie a una regia molto attenta, in grado di ricreare perfettamente un’atmosfera da horror con la camera a mano sempre vicina ai volti degli attori, Emma Seligman trasforma la casa in un labirinto confusionario in cui perdersi insieme alla protagonista, senza eccedere in virtuosismi. Un’opera girata con un budget ridotto – 225mila dollari – con grandi restrizioni di tempo e disponibilità di attori, ma che la regista bilancia con il suo talento.

Come in un’opera teatrale i personaggi secondari si susseguono uno dopo l’altro, vorticando come in una continua orbita intorno a una sempre più spaesata e confusa Danielle. Una nota dolente può essere considerata la colonna sonora che forse, risultando fin troppo invasiva, accentua a sproposito tutta la tensione e l’ansia che si era andata a creare con le immagini. Tuttavia, la memorabile scena finale, che riassume perfettamente il doppio registro tra horror e commedia, dona sollievo allo spettatore ed eleva sapientemente il film.

Shiva Baby recensione film di Emma Seligman con Rachel Sennott
Molly Gordon e Rachel Sennott in Shiva Baby (Credits: MUBI)

Sintesi

Sorprende Shiva Baby, geniale commedia nera dall'atmosfera horror che si destreggia perfettamente nel suo doppio registro tra ansia, paura ed ilarità. Film indipendente che colma con idee e talento la mancanza di budget, con il suo debutto Emma Seligman lascia il segno.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli