Settlers

Settlers recensione film di Wyatt Rockefeller con Sofia Boutella [TSPLUSF 21]

Settlers recensione film di Wyatt Rockefeller con Sofia Boutella, Jonny Lee Miller, Ismael Cruz Córdova, Nell Tiger Free e Brooklynn Prince

Presentato in anteprima al Tribeca Film FestivalSettlers di Wyatt Rockefeller è un western fantascientifico che fa del vuoto e del silenzio assordante che circonda una colonia umana su Marte il vero motore orrorifico dell’azione.

Diviso in tre capitoli, la storia ruota intorno a una felice e tranquilla famiglia umana che ha posto le basi su Marte, dando vita a un microcosmo formato da Reza (Jonny Lee Miller), Ilsa (Sofia Butella) e la piccola Remmy (Brooklyn Prince). La loro vita scorre lenta, ma serena nell’immenso e silenzioso deserto marziano, nella cura degli animali terrestri che popolano la fattoria e le lezioni di astronomia che tanto appassionano Remmy. Il loro idillio viene interrotto quando alcuni intrusi penetrano nella fattoria e ingaggiano con Reza una lotta per il controllo del territorio.

Sofia Boutella
Sofia Boutella (Credits: Jericho Motion Pictures/Brittle-Star Pictures/Film Constellation)
Brooklynn Prince
Brooklynn Prince (Credits: Jericho Motion Pictures/Brittle-Star Pictures/Film Constellation)

Quando Reza resta ucciso, riuscendo a portare con sé due dei tre invasori, a Ilsa e Remmy non resta che fare i conti con l’unico superstite, Jerry (Ismael Cruz Córdova), che le obbliga a una convivenza forzata per poter sopravvivere.
Ma nella solitudine di Marte e di un mondo assolato e ostile, neppure la certezza di essere gli unici rimasti può spingere a restare uniti e la tensione monta a tal punto che un epilogo sanguinoso potrebbe essere inevitabile.

Rockefeller realizza un western fantascientifico di grande bellezza visiva, con campi lunghi che inquadrano distese immense di sabbia rossa e rocce marziane. I ritmi di vita lenti ma sereni sono scanditi solo dal sorgere e tramontare del Sole, delineando così la storia di questa famiglia che ha nella fattoria che cura la sua unica ragione di vita. Ma, come spesso accade, l’orrore è in agguato e ha le sembianze di intrusi umani disposti a tutto pur di impadronirsi della ricchezza della famiglia di Reza. Infatti, come diverrà chiaro nel corso della storia, la fattoria è protetta da una barriera di rocce e vetro ed è l’unico avamposto umano su Marte, mentre intorno c’è solo desolazione e morte. La Terra è un punto luminoso lontano e qualcosa ha spinto Reza e Ilsa ad abbandonarla.

Nell Tiger Free
Nell Tiger Free (Credits: Jericho Motion Pictures/Brittle-Star Pictures/Film Constellation)
Sofia Boutella e Ismael Cruz Córdova
Sofia Boutella e Ismael Cruz Córdova (Credits: Jericho Motion Pictures/Brittle-Star Pictures/Film Constellation)

Così, tra questi due gruppi inizia una lotta all’ultimo colpo per impadronirsi della sola oasi di vita e di garanzia di sopravvivenza. Ma non è quello a essere al centro della storia di questo mash-up di generi, perché il regista cerca piuttosto di indagare le condizioni psicologiche di chi è costretto a condividere uno spazio ridotto con una presenza ostile, sapendo di non avere scelta. Ma la scrittura del film, alquanto debole in molti punti, non riesce a mantenere alta la tensione e anzi la pellicola sembra scivolare in un susseguirsi di eventi irrilevanti e poco incisivi. Ma Settlers è anche il racconto del coming of age della giovane Remmy, interpretata nella sua versione più adulta da Nell Tiger Free, e questa è forse la parte più interessante e meglio riuscita dell’opera.

Al di là della bellezza di molte inquadrature, di una puntuale colonna sonora, curata da Nitin Sawhney e della bravura del cast, Settlers non sembra mai davvero decollare, troppo impantanato nel tentativo di emozionare e colpire il pubblico, finendo però per appesantire il racconto con eccessivi dettagli e poca azione.

Sofia Boutella
Sofia Boutella (Credits: Jericho Motion Pictures/Brittle-Star Pictures/Film Constellation)
Settlers recensione film con Jonny Lee Miller e Sofia Boutella
Settlers di Wyatt Rockefeller con Jonny Lee Miller, Sofia Boutella, Ismael Cruz Córdova, Nell Tiger Free e Brooklynn Prince (Credits: Jericho Motion Pictures/Brittle-Star Pictures/Film Constellation)

Sintesi

Settlers è un western sci-fi che fa della bellezza delle inquadrature, della colonna sonora e di un cast di prim'ordine i suoi punti più alti, finendo però per non decollare mai a causa di un ritmo eccessivamente dilatato e di una storia in molti punti debole.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Settlers recensione film di Wyatt Rockefeller con Sofia Boutella [TSPLUSF 21]Settlers è un western sci-fi che fa della bellezza delle inquadrature, della colonna sonora e di un cast di prim'ordine i suoi punti più alti, finendo però per non decollare mai a causa di un ritmo eccessivamente dilatato e di una storia in molti punti debole.