Robin Hood - L'origine della leggenda

Robin Hood – L’origine della leggenda recensione

Robin Hood - L'origine della leggenda recensione del film di Otto Bathurst con Taron Egerton, Jamie Foxx, Ben Mendelsohn, Eve Hewson, Tim Minchin e Jamie Dornan

 È uscito lo scorso 21 novembre l’ultimo film dedicato all’eroe con la calzamaglia: Robin Hood. Recensione del nuovo film sull’icona con arco e frecce. 

Robin Hood – L’origine della leggenda è solo l’ultimo film dedicato all’iconica figura di Robin Hood, l’eroe in calzamaglia, che prende ai ricchi per donare ai poveri.
In molti si sono ispirati alla sua figura per i propri film: la prima trasposizione cinematografica dell’eroe risale a 1908, nel film muto Robin Hood and his merry man. Altre trasposizioni famose sono state Robin Hood – Principe dei ladri, con Kevin Costner, la versione animata della Disney Robin Hood, del 1973; la versione più recente è quella del 2010 di Ridley Scott, Robin Hood, con Russell Crowe.

Molte sono state le varianti della storia, in questa ultima trasposizione, vediamo racconta l’origine della sua storia.
Robin di Loxley (interpretato da Taron Egerton) è appena tornato dalle Crociate e scopre che la corruzione regna ormai sovrana nella contea di Nottingham, la sua casa. Decide, quindi, di organizzare una rivolta contro la Corona d’Inghilterra e, ad aiutarlo, troviamo un mentore d’eccellenza, interpretato da Jamie Foxx, comandante arabo, conosciuto in guerra.

Robin Hood - L'origine della leggenda
Robin Hood – L’origine della leggenda di Otto Bathurst con Taron Egerton, Jamie Foxx, Ben Mendelsohn, Eve Hewson, Tim Minchin e Jamie Dornan

Eve Hewson in Robin Hood - L'origine della leggenda
Eve Hewson e Taron Egerton in Robin Hood – L’origine della leggenda

Il film è diretto dal regista Otto Bathurst, alla prima esperienza cinematografica, dopo essersi fatto le ossa dirigendo diverse serie tv di successo, come Black Mirror (l’episodio National Anthem) e qualche puntata di Peaky Blinders. 

Il film segue la struttura delle ultime trasposizioni cinematografiche su Robin Hood: molta azione, molti combattimenti spettacolari e poca attinenza con la storia reale.
Diciamo che i 116 minuti di film si dimenticano facilmente, dimostrandosi, più che altro, un film di puro intrattenimento e neanche uno dei migliori.
Il film e la regia ricordano molto quello del 2010 di Ridley Scott, pura azione e modernizzazione di un classico.

Robin Hood - L'origine della leggenda
Jamie Foxx e Taron Egerton in Robin Hood – L’origine della leggenda

Robin Hood - L'origine della leggenda
Ben Mendelsohn è lo sceriffo di Nottingham in Robin Hood – L’origine della leggenda

Il film sembra una copia dei tanti action usciti negli ultimi anni: grandi battaglie, ma poca sostanza. Di certo, Robin Hood – L’origine della leggenda ci mostra una parte inedita, le vere origini dell’eroe in calzamaglia, ma si presenta come un puro film d’intrattenimento, più simile ad un film con supereroi fumettistici e non come le origini di un personaggio letterario.

Un buon cast, per un film senz’anima, senza sostanza, che spende i suoi 116 minuti senza aggiungere nient’altro alla storia di Robin Hood.

Sintesi

Un buon cast, per un film senz'anima nè sostanza, che spende i suoi 116 minuti di grandi battaglie e poca attinenza con la storia reale senza aggiungere nient'altro alla figura di Robin Hood.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora e Luciana Angiolillo Il cinema italiano del dopoguerra, si sa,...

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova, Filipp Yankovskiy, Ignat Daniltsev, Oleg Yankovskiy e Alla Demidova Lo specchio, il regalo di Tarkovskij all’umanità...

Cinema News del 30 novembre [Rassegna Stampa]

10 giorni con Babbo Natale Il Capodanno di Doctor Who Tutti per Giovanni Veronesi, Giovanni Veronesi per tutti La scelta giusta Cinema News 30...

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...