Dieci anni di Inception [Throwback Thursday]

10 anni fa usciva nelle sale americane uno dei film simbolo degli anni Duemila, Inception. Ricordiamo insieme uno dei film più “mindfuck” della storia

Era il 16 luglio del 2010 e nelle sale statunitensi arrivava uno dei film che ha fatto più discutere nel corso degli ultimi anni: Inception, scritto e diretto da Christopher Nolan, una delle opere più amate del grande regista. Per anni i fan si sono scervellati sul finale considerato criptico da molti, ma non solo, la pellicola è un continuo enigma in cui lo spettatore si trova invischiato dall’inizio alla fine.

Il protagonista è Dom Cobb (Leonardo DiCaprio), professionista specializzato nell’estrazione dei segreti dalle menti delle persone mentre queste dormono: infiltrandosi nei sogni, riesce ad innestare idee e a carpire i segreti delle sue vittime. Cobb viene assoldato da un magnate giapponese (Ken Watanabe) per innestare nel suo rivale, Fisher (Cillian Murphy), l’idea di distruggere il suo impero economico. In cambio del suo aiuto, il magnate gli promette di farlo tornare in America, da dove l’uomo è fuggito, perché accusato dell’omicidio della moglie (Marion Cotillard) anni prima.
Dom, insieme al socio Arthur (Joseph Gordon-Levitt), il falsario Eames (Tom Hardy), la studentessa di architettura Arianna (Ellen Page) e l’anestetista Yusuf (Dileep Rao), cercherà di realizzare l’innesto, ma per farlo dovrà calarsi fino al terzo livello del sogno.
Ogni membro della squadra è dotato di un totem, un oggetto che permette loro di rimanere ancorati alla realtà: quello di Dom è una trottola.
La missione sarà molto difficile, soprattutto per Dom, tormentato dal passato che riaffiora con le sembianze della moglie Mal, per la quale ancora prova sensi di colpa.

Joseph Gordon-Lewitt e Leonardo DiCaprio
Joseph Gordon-Lewitt e Leonardo DiCaprio

Inception ha una struttura che ricorda la scala di Penrose, nota anche come scala infinita o impossibile, a cui si ispirò anche l’artista Escher. La storia, infatti, è costruita su livelli e piani diversi su cui si muovono i protagonisti per scendere nella coscienza di Fisher ed innestare l’idea.

“Qual è il parassita più resistente? Un batterio, un virus, una tenia intestinale? Un’idea: resistente, altamente contagiosa; una volta che un’idea si è impossessata del cervello è quasi impossibile sradicarla; un’idea pienamente formata, pienamente compresa si avvinghia, qui, da qualche parte.”

È proprio questo lo snodo principale della pellicola: tutto ruota intorno ad un’idea che la squadra di Dom deve innestare in Fisher, un’idea che deve entrare nel suo subconscio e che deve apparire reale. Nolan è sempre stato affascinato dal mondo onirico e dalla forza delle emozioni prodotte durante questo stato. Inception si basa sull’idea che, nei sogni, tutto appaia reale e che nel subconscio siano nascosti i segreti più profondi.

Inception di Christopher Nolan
Inception di Christopher Nolan

L’ispirazione è venuta a Nolan nel 2000, mentre girava Memento, ma ha aspettato ben 10 anni per poterla sviluppare su pellicola. Tante le ispirazioni, tra cui il cult Matrix (1999) sul binomio realtà/sogno, ma anche gli scritti dell’argentino Borges e Paprika – Sognando un sogno, lungometraggio animato giapponese del 2006.

Inception è stato prodotto da Emma Thomas, affascinata da un progetto così complesso, originale e ambizioso, e girato tra Tokyo, Cardington, Parigi, Tangeri e Calgary, su un ostico rilievo montuoso che ha creato non pochi problemi alla troupe. Il mistero ha accompagnato la pellicola sin dalla sua lavorazione, con pochissimi copioni distribuiti agli attori ed un primissimo trailer piuttosto criptico e privo di rivelazioni di sorta sulla trama, proiettato durante Bastardi senza gloria di Tarantino.

Menzione speciale alla colonna sonora candidata all’Oscar di Hans Zimmer – soprattutto per il pezzo Time, tema portante della pellicola – che enfatizza il clima angosciante dei viaggi dei protagonisti nei vari livelli del sogno.

La mitica trottola di Inception
La mitica trottola di Inception

L’annosa questione: il finale di Inception

Il finale di Inception è stato tema di discussione per anni, in grado di instillare il seme del dubbio negli spettatori più infervorati.
Nella scena finale vediamo Cobb usare il suo totem, la trottola, per verificare di trovarsi nella realtà e non più in un sogno. Vediamo la trottola ruotare, ma Nolan ha deciso di non farci sapere se la trottola si fermerà o continuerà a girare, lasciando dunque in sospeso se  Cobb sia uscito dal sogno o viceversa sia ancora all’interno dello stesso. Un finale aperto che lascia decidere allo spettatore come finisce la storia.

Nolan non ha mai sciolto il dubbio rivelando il destino della trottola, ma nell’epilogo Cobb smette di seguirla per rispondere al richiamo dei figli, segno che non importa se la trottola continui a girare o meno, la cosa più importante è ciò che vogliamo realmente.

Inception decimo anniversario
Joseph Gordon-Lewitt

Inception: le curiosità sul film

  • Se uniamo tutte le iniziali dei sei personaggi principali (Dom, Robert, Eams, Arianne, Mal e Saito), si formerà la parola “Dreams”, ovvero “sogni”, tema portante del film;
  • Per il ruolo di Mal, poi andato a Marion Cotillard, era stata pensata Kate Winslet, la quale rifiutò, affermando di non sentire suo il ruolo;
  • La scelta del nome Arianna per il personaggio di Ellen Page è una chiara citazione al personaggio mitologico di Arianna, che aiutò Teseo ad uscire dal labirinto col suo filo;
  • Joseph Gordon-Lewitt non ha voluto controfigure, tranne per la scena del corridoio rotante, considerata troppo pericolosa da fare da solo da Nolan;
  • Inception ha vinto ben 4 Oscar: migliore fotografia, miglior sonoro, miglior montaggio sonoro e migliori effetti speciali, su 8 nomination ottenute;
  • Le prime scelte per il ruolo di Cobb erano Brad Pitt e Will Smith;
  • Nell’edizione giapponese è stata posta una scritta in sovrimpressione per indicare a quale livello del sogno si trovano i protagonisti;
  • Il tema principale della colonna sonora di Zimmer è basata sull’inizio di Non, je ne regrette rien di Édith Piaf: la canzone viene percepita rallentata quando si è all’interno di un sogno.

Inception è uno dei film cardine degli anni Duemila, capace di fondere il thriller d’azione a temi riguardanti la coscienza e il tempo, caratteristiche tipiche del cinema di Nolan.

Buon decimo anniversario, Inception.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Cinema News del 28 settembre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 28 settembre: i trailer dell'horror italiano Il legame con Riccardo Scamarcio e Mia Maestro e della serie d'animazione da incubo Resident...

Heath Ledger e Joaquin Phoenix: due Joker da Oscar [Oltre lo Schermo]

Heath Ledger e Joaquin Phoenix: due Joker da Oscar da Il cavaliere oscuro di Christopher Nolan al Joker di Todd Phillips tra amicizia, carriera...

The Midnight Sky: trama e cast del film di e con George Clooney e Felicity Jones su Netflix

The Midnight Sky: trama e cast del film diretto ed interpretato da George Clooney con Felicity Jones, David Oyelowo, Tiffany Boone e Kyle Chandler Dopo Spiderhead...

Cinema News del 27 settembre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 27 settembre: Chris Hemsworth, Miles Teller e Jurnee Smollett nel film di fantascienza Spiderhead, M. Night Shyamalan sul set del suo...

Marianne recensione serie TV con Victoire Du Bois [Netflix]

Marianne recensione serie TV Netflix di Samuel Bodin con Victoire Du Bois, Lucie Boujenah, Tiphaine Daviot, Aurélia Poirier e Mireille Herbstmeyer Quando pensiamo ad un...

Cinema News del 26 settembre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 26 settembre: Tom Holland e Ciara Bravo protagonisti di Cherry dei fratelli Anthony e Joe Russo, Aldis Hodge è Hawkman in...

Netflix ottobre 2020 programmazione: cosa vedere tra serie TV e film

Netflix ottobre 2020 programmazione: tantissime novità in catalogo, da The Haunting of Bly Manor a Emily in Paris, La regina degli scacchi e Rebecca....

MASH recensione film di Robert Altman con Donald Sutherland [Flashback Friday]

MASH recensione del film di Robert Altman con Donald Sutherland, Elliott Gould, Tom Skerritt, Robert Duvall, David Arkin e Sally Kellerman Il cinema di Robert...

Enola Holmes recensione film con Millie Bobby Brown e Henry Cavill [Netflix]

Enola Holmes recensione film di Harry Bradbeer con Millie Bobby Brown, Henry Cavill, Sam Claflin, Helena Bonham Carter, Louis Partridge e Burn Gorman Quanti di...

Il cavaliere pallido recensione del film di e con Clint Eastwood

Il cavaliere pallido recensione del film diretto e interpretato da Clint Eastwood con Michael Moriarty, Carrie Snodgress, Chris Penn, John Russell, Sydney Penny e Richard...