Il lago delle oche selvatiche

Il lago delle oche selvatiche recensione

Il lago delle oche selvatiche è il secondo lungometraggio di Diao Yinan, un noir sulla malavita dei sobborghi di Wuhan.

Il lago delle oche selvatiche recensione film di Diao Yinan con Hu Ge, Gwei Lun-mei, Liao Fan, Wan Qian, Qi Dao e Chloe Maayan

Ne Il lago delle oche selvatiche ci sono guardie e ladri, inseguitori e inseguiti: personalità ben distinte e agli antipodi, ma alle volte il filo che li distingue è sempre più labile. In concorso alla settantaduesima edizione del Festival di Cannes, Il lago delle oche selvatiche è il secondo lungometraggio di Diao Yinan dopo il famoso Fuochi d’artificio in pieno giorno, vincitore dell’Orso d’oro a Berlino.

Zhou Zenong interpretato da Hu Ge
Zhou Zenong interpretato da Hu Ge

Il lago delle oche selvatiche recensione
The Wild Goose Lake di Diao Yinan

Ci troviamo a Wuhan e Zhou Zenong (la star televisiva Hu Ge), appena uscito di prigione, viene immediatamente coinvolto in una lite fra bande rivali e per sbaglio uccide un membro delle forze dell’ordine, diventando così l’uomo più ricercato del Paese con una taglia sulla sua testa di ben 300.000 yuan.

Zhou non sarà da solo in questa fuga: il suo boss gli fa recapitare un messaggio tramite Liu (Gwei Lun-mei), una “signorina da spiaggia”, così chiamata perché la prostituzione veniva fatta proprio sulle sponde del lago delle oche selvatiche. I due affronteranno insieme questa caccia all’uomo, entrambi con l’unico obiettivo di ritrovare la libertà e perché no anche l’amore. Zhou cerca la moglie ma è Liu che si innamorerà di lui.

The Wild Goose Lake di Diao Yinan
The Wild Goose Lake di Diao Yinan

Chloe Maayan ne Il lago delle oche selvatiche
Chloe Maayan

Con Il lago delle oche selvatiche Diao Yinan, come Bong Joon-ho, ci racconta un sobborgo di Wuhan: una realtà governata dalla criminalità e da un popolo che non conosce la redenzione. Eppure, nonostante la lucubre ambientazione e il tema noir, la regia ci regala un’immagine curata e impeccabile.

Il lungometraggio è un sapiente mix di elementi: l’uso della luce al neon ispirata a The Neon Demon di Refn, un montaggio serrato e incalzante simile ad un servizio del telegiornale quando si tratta di inseguimenti e violenza splatter contrapposto a momenti di dilatazione temporale e contemplazione di spazi vuoti come unico momento di riflessione esistenziale che hanno come riferimento il cinema di Jia Zhangke e Wong Kar-wai.

Con Il lago delle oche selvatiche Diano Yinan si dimostra ancora una volta capace di raccontare il dolore e i dubbi dell’uomo comune ricordandoci come, in fondo, si scappa sempre da qualcosa.

Il lago delle oche selvatiche recensione
Zhou Zenong interpretato da Hu Ge

Sintesi

Il lago delle oche selvatiche è un film intenso, che ricerca l'intimo pensiero dell'uomo pur rimanendo un noir a tratti splatter. La regia di Diao Yinan coniuga sapientemente momenti cruenti con un montaggio veloce a momenti di riflessione e dilatazione temporale con la contemplazione di spazi vuoti.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora e Luciana Angiolillo Il cinema italiano del dopoguerra, si sa,...

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova, Filipp Yankovskiy, Ignat Daniltsev, Oleg Yankovskiy e Alla Demidova Lo specchio, il regalo di Tarkovskij all’umanità...

Cinema News del 30 novembre [Rassegna Stampa]

10 giorni con Babbo Natale Il Capodanno di Doctor Who Tutti per Giovanni Veronesi, Giovanni Veronesi per tutti La scelta giusta Cinema News 30...

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...