Gunpowder Milkshake

Gunpowder Milkshake recensione film con Karen Gillan e Lena Headey [Amazon Prime Video Anteprima]

Tra libri di Jane Austen e sparatorie Gunpowder Milkshake ambisce a diventare un nuovo franchise d'azione tutto al femminile. La recensione in anteprima

Gunpowder Milkshake recensione film di Navot Papushado con Karen Gillan, Lena Headey, Carla Gugino, Michelle Yeoh, Angela BassettPaul Giamatti

Gunpowder Milkshake si apre in una tavola calda stile anni ’50 dove la dodicenne Sam e sua madre Scarlet, interpretata da Lena Headey, dividono amorevolmente un frappè. Il momento di tenerezza verrà però presto interrotto dall’arrivo di alcuni uomini armati, arrivati per uccidere Scarlet. È in questo momento che Sam scopre che sua madre è un’assassina professionista con le ore contate a causa di un lavoro andato storto. A colpi di pistola Scarlet uccide infatti i suoi assalitori senza alcuna difficoltà, ma sarà poi costretta a scappare, abbandonando la figlia.

MadMass.it consiglia by Amazon

Quindici anni dopo, scopriamo che Sam, ora con il volto di Karen Gillan, ha voluto seguire le orme della madre, diventando anche lei un’assassina per l’oscura organizzazione criminale chiamata The Firm, che “gestisce le cose da molto, molto tempo“.

L’ultimo target assegnato a Sam dal suo contatto Nathan, interpretato da Paul Giamatti, è un uomo che ha rubato soldi all’organizzazione, la quale ora vuole vederlo morto per riappropriarsi del denaro. Sam non si fa ripetere la richiesta due volte, ma mentre si trova di fronte alla sua vittima, scopre che l’uomo è padre di una bambina di otto anni, presa in ostaggio dall’organizzazione a cui l’uomo ha rubato i soldi.

Lena Headey e Karen Gillan
Lena Headey e Karen Gillan (Credits: Amazon Prime Video)

Dopo aver compiuto l’uccisione, forse a causa dei ricordi legati all’abbandono di sua madre, Sam decide di salvare la bambina, che diventerà una piccola apprendista, causando così un conflitto di interessi con l’organizzazione, che ora non la potrà più proteggere.

Da qui inizia la fuga dello strambo duo, costellata da numerosi conflitti a fuoco, inseguimenti in parcheggi e momenti che strappano un sorriso. Sam però non può farcela da sola e grazie a un messaggio di Nathan si reca all’indirizzo di una casa sicura dove potrà rifornirsi di armi per poi fuggire. Qui avviene l’inaspettato ricongiungimento con la madre, che Sam non ha ancora perdonato, ma che ora si unirà alla figlia e alla piccola Emily (Chloe Coleman) nel tentativo di fare fuori chiunque si metta sulla loro strada.

Nonostante la grande esperienza di Scarlet, il trio cerca un ulteriore aiuto in una bizzarra Biblioteca, dove a ogni libro corrisponde un tipo diverso di arma. La Biblioteca è gestita da Anna May, Florence e Madeline, tre ex complici di Scarlet, interpretate rispettivamente da Angela Bassett, Michelle Yeoh e Carla Gugino, non felicissime di rivedere la donna, ma pronte a combattere al suo fianco.

In un susseguirsi di spari e combattimenti, il team tutto al femminile metterà insieme le forze per vincere il conflitto.

Lena Headey
Lena Headey (Credits: Amazon Prime Video)

Un milkshake di citazioni

Seppur abbia una sceneggiatura originale, è impossibile non associare il film di Navot Papushado, scritto con Ehud Lavski, con altri dello stesso genere. La stessa Karen Gillan conferma che Gunpowder Milkshake potrebbe essere una fusione tra John Wick e Kill Bill. E non solo. L’estetica, la scenografia, le luci al neon e la musica elettronica, non possono non ricordare allo spettatore lo stile di Nicolas Winding Refn o film come Atomica bionda di David Leitch.

Per non parlare poi del personaggio di Sam, che a qualcuno potrebbe far venire in mente la spietata assassina Villanelle di Killing Eve, che allo stesso modo opera per una misteriosa organizzazione chiamata The Twelve. Di quest’ultima Sam però non possiede la brutalità, avendo ancora in sé ben radicato il senso di famiglia.

Gunpowder Milkshake recensione film Amazon con Karen Gillan e Lena Headey
Michelle Yeoh, Angela Bassett e Carla Gugino (Credits: Amazon Prime Video)

Donne che odiano gli uomini

Gunpowder Milkshake potrebbe benissimo essere riassunto come un film dove le donne odiano gli uomini e li uccidono brutalmente per un’ora e 54 minuti.

Nonostante regia, sceneggiatura e produzione siano firmate da una mano maschile, in tutto il film sono invece le donne quelle ad essere più capaci, intuitive e abili. Ogni personaggio maschile sembra infatti venir presentato come poco astuto, non in grado di stare al passo della controparte femminile.

Con questa voglia di dare un’impronta femminista, non è un caso poi che ci siano ulteriori riferimenti a personaggi iconici come il sottofondo di Piece of My Heart di Janis Joplin mentre avviene una sparatoria, o che i libri dove vengono custodite le armi abbiamo come copertine i classici della letteratura femminile come Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen o Jane Eyre di Charlotte Brontë.

Gunpowder Milkshake recensione film Amazon con Karen Gillan e Lena Headey
Angela Bassett, Karen Gillan, Michelle Yeoh e Carla Gugino (Credits: Amazon Prime Video)

Quest’inno al femminismo che mette insieme libri e armi è senz’altro la parte migliore del film, assieme ad alcuni momenti paradossali accompagnati da ironiche battute.

Gunpowder Milkshake però non è privo di difetti. Innanzitutto il cast sembra quasi troppo “qualificato” per la pellicola. Il trio Angela Bassett, Michelle Yeoh e Carla Gugino è a dir poco sprecato, venendo relegato ad un minutaggio limitato. Inoltre sia la trama, sia le scene di lotta, hanno a volte dei risvolti davvero al limite del grottesco, che il pubblico potrebbe trovare quasi ridicoli.

Nonostante non sia l’action perfetto Gunpowder Milkshake è però sicuramente piacevole e soprattutto empowering per le giovani donne, forse troppo abituate a film d’azione con protagonisti maschili. È senz’altro quindi una buona notizia la conferma di un sequel già in pre-produzione. E chissà che in Italia venga nuovamente distribuito da Amazon Prime Video piuttosto che da Netflix, che ha invece distribuito il titolo negli Stati Uniti.

Sintesi

Tra neon e sparatorie Gunpowder Milkshake fonde insieme i franchise di Jonh Wick e Kill Bill per creare una nuova serie di film d'azione dall'impronta femminista. Nonostante il cast d'eccellenza, in cui spiccano Karen Gillan e Lena Headey, la pellicola di Navot Papushado non sfrutta tuttavia al massimo le proprie potenzialità, tra armi e libri, ironia azzeccata e risvolti ai limiti del grottesco in un milkshake di citazioni che serve da empowerment per le giovani donne.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli