Fahrenheit 451 – il trailer

In un’epoca in cui il potere dei mezzi di comunicazione e certi atteggiamenti di vari governi destano preoccupazione, non possiamo biasimare HBO per aver prodotto una nuova versione di Fahrenheit 451, uno dei romanzi del Novecento che, descrivendo un futuro anomalo e distopico, ha causato numerose inquietudini e dibattiti tra i suoi lettori (al pari di Brave New Worlddi Aldous Huxley e di 1984 di George Orwell).

Il libro racconta di un mondo in cui i libri sono banditi, e nel quale i pompieri (o firemen) hanno cambiato ruolo, passando dallo spegnere incendi al bruciare case in cui si sospetta che i libri siano nascosti (l’inevitabile nota è che 451 gradi Fahrenheit, o 232 gradi Celsius, è la temperatura alla quale la carta brucia).

Guy Montag, pompiere, inizialmente affronta il suo incarico con particolare zelo, ma qualcosa gli farà vedere il suo lavoro sotto una nuova luce, e comincerà a mettere in discussione lo stato delle cose.

L’opera del 1953 di Ray Bradbury, il maestro della fantascienza alla cui penna si deve anche la popolarità del concetto di butterfly effect, è già stata notoriamente portata sullo schermo da François Truffaut nel 1966. Questo nuovo adattamento, che, va sottolineato, nasce come tv movie, porta invece la firma di Ramin Bahrani e di Amir Naderi, già responsabili di 99 Homes (il dramma con Andrew Garfield e Michael Shannon basato sulla crisi dei mutui subprime).

Nel ruolo del protagonista, Michael B. Jordan (il protagonista di Creed e attualmente nei cinema con Black Panther). Michael Shannon è il capitano dei pompieri Beatty, mentre Sofia Boutella (letale in Kingsman e The Mummy) è Clarisse, la ragazza che instillerà il dubbio nella mente di Montag.
C’è un ruolo nel film anche per Keir Dullea, il protagonista di 2001: Odissea nello Spazio.

Qui di seguito, il teaser trailer di Fahrenheit 451.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli