Birdman o (L'imprevedibile virtù dell'ignoranza)

Birdman recensione film stasera in TV [CheTVedi]

Stasera in TV: Birdman o (L’imprevedibile virtù dell’ignoranza) recensione film di Alejandro González Iñárritu con Michael Keaton, Emma Stone, Edward Norton, Naomi Watts e Zach Galifianakis

La rubrica settimanale CheTVedi non vi lascia neanche in questo periodo di quarantena. Perché si sa, il cinema sa sempre come consolare i nostri mali per un’ora o due. Ed è per questo che la scelta cinematografica di oggi ricade su un film di grande spessore, Birdman di Alejandro González Iñárritu, in onda stasera alle 21.20 su Rai 3, con Michael Keaton, Edward Norton, Emma Stone e Naomi Watts.

La pellicola narra la vicenda dell’attore Riggan Thomson (Michael Keaton): diventato famoso a causa del suo ruolo da supereroe negli anni Novanta, è deciso a dimostrare di saper dare molto a livello attoriale. Vuole disperatamente allontanarsi dal ruolo di Birdman che sì, lo ha reso famoso, ma lo ha anche condannato ad essere etichettato come “quello che ha interpetato un supereroe” per il resto della sua carriera. Ossessionato dalla sua passata interpretazione, è convinto di sentire la voce del supereroe che critica e giudica ogni sua mossa. Pronto a mettersi in discussione come professionista, decide di scrivere ed interpretare un’opera teatrale basata su uno dei racconti di Raymond Carver.

Emma Stone in Birdman
Emma Stone in Birdman

Birdman, che vanta ben 4 premi Oscar – miglior film, miglior regia, migliore sceneggiatura originale e migliore fotografia – è la storia di un uomo infelice, incapace di dimostrare agli altri (ma prima di tutti a se stesso) quello che crede essere il suo potenziale. La sua famiglia, la sua ossessione di giungere a teatro e gli imprevisti, che sono parte della vita di Riggan come di tutti noi, rendono la vicenda una continua scalata, faticosa ed impervia, volta a demoralizzare il nostro protagonista. La presenza fondamentale del teatro, oltre che nella narrazione, si manifesta anche nelle scelte di Iñárritu, ad esempio nell’utilizzo delle luci, dal blu al rosso in un batter d’occhio.

Luci che, affiancate alle scelte cromatiche, esprimono al meglio l’atmosfera surreale che fa da sfondo all’opera. Ed è sempre il teatro ad essere il luogo perfetto per le inquietudini e le sensazioni dei personaggi di Birdman. Iñárritu alterna dinamicamente movimenti rapidi della macchina da presa ad inquadrature posate su dialoghi incredibilmente lunghi, spesso liberi flussi di pensiero. Magistrali le interpretazioni di Michael Keaton, Emma Stone ed Edward Norton, tutti e tre candidati (non vittoriosi) agli Oscar per le loro interpretazioni.

Ci congediamo con l’epitaffio di Carver:

“E hai ottenuto quello che volevi da questa vita, comunque?
L’ho fatto.
E cosa volevi?
Poter dire a me stesso che sono amato, sentirmi amato qui sulla Terra.”
(Raymond Carver)

Valentina

Sintesi

La storia di un uomo infelice, incapace di dimostrare agli altri ma soprattutto a se stesso le proprie potenzialità, raccontata con maestria da Iñárritu ed impreziosita dalle straordinarie interpretazioni dei suoi protagonisti in una narrazione surreale ed immaginifica sospesa tra cinema e teatro.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Birdman recensione film stasera in TV [CheTVedi]La storia di un uomo infelice, incapace di dimostrare agli altri ma soprattutto a se stesso le proprie potenzialità, raccontata con maestria da Iñárritu ed impreziosita dalle straordinarie interpretazioni dei suoi protagonisti in una narrazione surreale ed immaginifica sospesa tra cinema e teatro.