Pierpaolo

Abruzzese fino al midollo, viaggiatore da fermo, cinefilo onnivoro. In mezzo c'è la vita, ma si tratta di un dettaglio. Amo il neorealismo italiano, il genio di Chaplin e Totò, la visionarietà di Fellini, l'intensità di Anna Magnani; e poi Lynch, Kubrick, Visconti, Kurosawa, Murnau, Dreyer, Coppola, Bergman, Tarkovskij, Lars von Trier, Scorsese e molti altri ancora, perché il cinema ha così tanti portatori sani di bellezza, che è riuscito persino a far innamorare un cuore di pietra come me. Mi diverto da pazzi a rivedere i film di Bud Spencer e Terence Hill, splendidi compagni della mia infanzia. Sostengo la riscoperta dell'incantevole “I cancelli del cielo” di Cimino. Film preferiti: tanti, ma al cospetto di “Apocalypse now”, “C'era una volta in America” e “2001: Odissea nello spazio” ho la netta impressione d'incontrare la perfezione.

Food For Change recensione film di Benoît Bringer [Terra di Tutti Film Festival]

Food For Change recensione documentario di Benoît Bringer presentato al Terra di Tutti Film Festival “Il vostro piatto è legato a tutti i problemi che il nostro pianeta sta affrontando oggigiorno. L'aumento delle...

Stalking Chernobyl: Exploration After Apocalypse recensione film di Iara Lee [Terra di Tutti Film Festival]

Stalking Chernobyl: Exploration After Apocalypse recensione documentario di Iara Lee presentato al Terra di Tutti Film Festival STALKING CHERNOBYL RECENSIONE DOCUMENTARIO DI IARA LEE: Il 26 aprile, ciò che un tempo era stato...

#387 – Numero 387 Scomparso nel Mediterraneo recensione film di Madeleine Leroyer [Terra di Tutti Film Festival]

#387 (Numero 387 - Scomparso nel Mediterraneo) recensione documentario di Madeleine Leroyer presentato al Terra di Tutti Film Festival #387 RECENSIONE DOCUMENTARIO DI MADELEINE LEROYER: La sera del 18 aprile 2015, una nave...

Uomini contro recensione

Uomini contro recensione film di Francesco Rosi con Gian Maria Volonté, Alain Cuny, Mark Frechette, Pier Paolo Capponi, Franco Graziosi e Mario Feliciani Prima guerra mondiale. Il giovane sottotenente dell'esercito italiano Sassu (Mark Frechette),...

Gli indesiderati d’Europa recensione [RaiPlay]

Gli indesiderati d'Europa recensione film di Fabrizio Ferraro con Euplemio Macrì, Catarina Wallenstein, Pau Riba, Bruno Duchêne e Marco Teti Nel febbraio 1939, un gruppo di miliziani antifranchisti, dopo la definitiva presa di...

Tre volti recensione

Tre volti recensione film di Jafar Panahi con Behnaz Jafari, Jafar Panahi, Marziyeh Rezaei, Maedeh Erteghaei e Narges Delaram Ostacolata dalla famiglia nell'inseguire il suo sogno di diventare attrice, Marziyeh, giovane ragazza dell'Iran...

Pierpaolo

Abruzzese fino al midollo, viaggiatore da fermo, cinefilo onnivoro. In mezzo c'è la vita, ma si tratta di un dettaglio. Amo il neorealismo italiano, il genio di Chaplin e Totò, la visionarietà di Fellini, l'intensità di Anna Magnani; e poi Lynch, Kubrick, Visconti, Kurosawa, Murnau, Dreyer, Coppola, Bergman, Tarkovskij, Lars von Trier, Scorsese e molti altri ancora, perché il cinema ha così tanti portatori sani di bellezza, che è riuscito persino a far innamorare un cuore di pietra come me. Mi diverto da pazzi a rivedere i film di Bud Spencer e Terence Hill, splendidi compagni della mia infanzia. Sostengo la riscoperta dell'incantevole “I cancelli del cielo” di Cimino. Film preferiti: tanti, ma al cospetto di “Apocalypse now”, “C'era una volta in America” e “2001: Odissea nello spazio” ho la netta impressione d'incontrare la perfezione.