Flesh Memory

ArteKino Festival: Flesh Memory – recensione

Flesh Memory è uno dei film disponibili, fino al 31 dicembre, nell’ambito dell’ArteKino Festival, che, vi ricordiamo, consente di guardare gratuitamente e legalmente otto film europei dal circuito dei festival internazionali (in lingua originale e con sottotitoli).

Flesh Memory illustra le giornate di Finley Blake, trentatreenne che vive ad Austin e di professione fa la ‘webcam girl’: Finley tiene una telecamera puntata su di sé e interagisce con ammiratori disposti a pagare per una sbirciata alle sue parti più nascoste. Quando non è online, porta avanti la sua battaglia per ottenere la custodia del figlio Ethan. Attenzione: il film contiene sequenze molto esplicite.

Per il regista Jacky Goldberg – critico cinematografico per il magazine francese Les Inrockuptibles – Finley è una musa ed un’ossessione: dopo averla incontrata anni fa a New York (quando faceva la commessa in un negozio di calzature), Goldberg l’ha presa come ispirazione per un cortometraggio del 2010, Far from Manhattan. Quando poi, tre anni fa, i due sono entrati nuovamente in contatto, la nuova professione della donna ha convinto il regista a farne il soggetto di una sorta di documentario.

Flesh Memory è un ritratto di Finley, non necessariamente fedelissimo, con elementi reali ed altri sceneggiati: la telecamera è puntata sulla donna mentre lavora – e in questi momenti lo spettatore non è nulla di più se non un altro dei suoi web-ammiratori -, e nel tempo libero, mentre si dedica alla creazione di profumi e quando scambia teneri messaggi con il bambino.

Non c’è una voce narrante, non ci sono dialoghi: Finley parla solo con la webcam, e le risposte degli ‘utenti’ sono sul suo monitor e a noi non visibili. È un’esistenza apparentemente solitaria, nella quale le uniche interazioni che non avvengono attraverso uno schermo, eccezion fatta per l’occasionale sbrigativa consegna a domicilio, sono telefoniche, che siano con uno dei clienti della sua ‘hotline’ o con la madre che ovviamente la vorrebbe accasata. Flesh Memory non è intenzionato a raccontare una storia, né a giudicare, né a dare un punto di vista, ma con questo approccio distaccato, il film non appassiona e fa presto sperare che succeda qualcosa di interessante.

Fortunatamente, arriva una lunga chiacchierata – sempre tramite webcam – con una collega, alla quale Finley riassume la sua vita degli ultimi nove anni: un racconto importante che per qualche momento lascia cadere la maschera da ‘show girl’ e fa intravedere l’essere umano.

Ma questa sequenza, come quella che chiude il film cercando di dare tardivamente un senso al gioco di parole del titolo, sono solo sprazzi di cinema che non giustificano la seppur breve durata di un’ora: Flesh Memory avrà soddisfatto l’impellenza creativa di Goldberg, ma finisce per essere quasi uno spot promozionale per l’attività professionale della sua protagonista.

Sintesi

Flesh Memory punta la sua telecamera su una persona impegnata ad esibirsi sotto un altro obiettivo: ne risulta un resoconto distaccato e neutrale che non appassiona e raramente riesce a catturare la persona dietro la 'cam girl'

Articoli Correlati

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Curon: il trailer della serie TV Netflix in attesa della recensione

Curon: in attesa della recensione in anteprima, vi mostriamo il trailer della serie TV italiana Netflix disponibile dal 10 giugno in streaming Save the date:...

Sandman: la serie TV sta arrivando su Netflix!

Sandman di Neil Gaiman, una delle migliori saghe a fumetti mai stampata, sta finalmente arrivando su Netflix Neil Gaiman, autore di American Gods e Good...

L’immensità della notte – The Vast of Night: gli Easter Egg del film su Prime Video

L'immensità della notte - The Vast of Night, opera prima di Andrew Patterson con Sierra McCormick e Jake Horowitz, disponibile su Amazon Prime Video L'immensità...

Snowpiercer Netflix recensione prima stagione completa serie TV Episodi 6-10

Snowpiercer Netflix: recensione serie TV con Jennifer Connelly, Daveed Diggs, Mickey Sumner, Iddo Goldberg, Alison Wright, Sheila Vand e Lena Hall Keep the faith, and you...

The 100 recensione stagione 7 episodio 2 7×2 Il giardino

The 100 recensione 7x2 episodio 2 stagione 7 Il giardino - The Garden con Eliza Taylor, Bob Morley, Marie Avgeropoulos e Shelby Flannery Prosegue...

The 100: perché vedere la serie TV di fantascienza su Netflix

The 100: perché vale la pena vedere la serie TV di Jason Rothenberg basata sui romanzi di Kass Morgan con Eliza Taylor e Bob...

Snowpiercer, il treno della vita: il film di Bong Joon-ho prima della serie Netflix [Throwback Thursday]

In occasione dell'uscita della serie TV Netflix ricordiamo Snowpiercer, il film di fantascienza post-apocalittica di Bong Joon-ho che ci ricorda che non siamo tutti uguali Il...

Giffoni Film Festival presenta la 50esima edizione: ospiti, date e programma 2020

Giffoni Film Festival ritorna dal 18 al 22 e dal 25 al 29 agosto 2020 e dal 26 al 30 dicembre 2020: ospiti e programma...

Space Force recensione serie TV [Netflix Anteprima]

Space Force recensione serie TV di Greg Daniels e Steve Carell con Steve Carell, John Malkovich, Diana Silvers, Tawny Newsome, Ben Schwartz, Lisa Kudrow Boots...

Submergence recensione

Submergence recensione film di Wim Wenders con Alicia Vikander, James McAvoy, Alex Hafner, Celyn Jones e Jannik Schümann disponibile in home video Submergence di Wim...