ArteKino Festival 2018: otto film da guardare gratuitamente in streaming in Dicembre

ArteKino Festival 2018
ArteKino Festival 2018

Prende il via il 1 Dicembre l’ArteKino Festival 2018, un festival di film europei che si svolge completamente online, e del quale siamo fieri di essere Media Partner.
Fino al 31 Dicembre, il festival – giunto alla sua terza edizione – offre agli spettatori di tutta Europa la possibilità di guardare in streaming film provenienti dal circuito dei festival che faticherebbero a trovare un’adeguata diffusione nelle sale.
La visione delle dieci pellicole partecipanti è completamente gratuita, ma il numero di spettatori è limitato a 5000 per ogni film, perciò occorre prenotare il proprio biglietto dal sito ArteKino Festival o tramite un app disponibile per iOS ed Android.

Gli spettatori, inoltre, possono votare per l’ArteKino Audience Award, che aggiudica al film vincitore 30mila euro, e consente ai votanti di partecipare all’estrazione di un accredito al Festival di Locarno (con viaggio e alloggio inclusi).

Di seguito, i dieci film che partecipano a questa edizione: è da sottolineare che, per via dei diritti di distribuzione, alcuni di essi non sono disponibili in tutti i Paesi.

24 Weeks, For Some Inexplicable Reason, Flesh Memory
24 Weeks, For Some Inexplicable Reason, Flesh Memory
  • 24 Weeks della regista tedesca Anne Zohra Berrached racconta della showgirl Astrid, quando, incinta di sei mesi, scopre che il suo bambino soffrirà di una grave disabilità: dovrà prendere rapidamente, assieme al marito Markus, una decisione importante.
  • For Some Inexplicable Reason è un film ungherese di Gàbor Reisz incentrato sul ventinovenne Áron, recentemente laureato ma anche improvvisamente single, in cerca di un lavoro e pieno di complessi sulla propria vita amorosa.
  • Flesh Memory dell’inglese Jacky Goldberg documenta le giornate di Finley Blake, trentatreenne di Austin che per professione esibisce le proprie grazie su Internet.
Il Cratere, L'Animale, Flemish Heaven
Il Cratere, L’Animale, Flemish Heaven
  • Il Cratere (non disponibile in Italia) è realizzato dai nostri Silvia Luzi e Luca Bellino. Rosario è il proprietario di una bancarella di Luna Park, e vede nelle abilità canore della figlia Sharon una possibilità di riscatto sociale: farà di tutto per garantire alla tredicenne il successo, fino a che questo diventerà un’ossessione.
  • L’Animale, film austriaco di Katharina Mückstein, racconta di Mati, che con il suo gruppo di amici – in sella alle loro moto personalizzate – spadroneggia per il paese intimidendo coetanei e vicini. Le cose cambiano quando il suo migliore amico Sebastian si innamora di lei, e la sua rivale Carla diventa un’amica.
  • Flemish Heaven, del Belga (Fiammingo) Peter Monsaert è la storia di Monique e sua figlia Sylvie, che gestiscono una casa d’appuntamenti su una trafficata strada al confine belgo-francese. Sylvie ha una figlia di sei anni, Eline, per la quale la casa è ovviamente off-limits. Il giorno del suo compleanno, Eline decide di rompere le regole ed entrare.
Mug, Pin Cushion, Pity, Those Who Are Fine
Mug, Pin Cushion, Pity, Those Who Are Fine
  • Mug (non disponibile in Italia), della regista polacca Malgorzata Szumowska: un incidente in cantiere in città lascia uno degli operai talmente sfigurato da richiedere un’estesa chirurgia plastica… nonostante la quale, al suo ritorno al paese, famiglia e concittadini faticano a riconoscerlo.
  • Pin Cushion è un film ambientato in Inghilterra, che racconta la storia di una madre e una figlia che si trasferiscono in un nuovo paese nel Derbyshire. Sono molto unite, ma il nuovo ambiente e i nuovi amici della ragazza finiscono per allontanare le due. Di Deborah Haywood.
  • Pity è un film del regista greco Babis Makridis: la storia di un uomo che è felice solo quando è infelice, e che aspira ad attirarsi la commiserazione di chi gli sta intorno
  • In Those Who Are Fine, film svizzero di Cyril Schäublin, Alice, operatrice di call center a Zurigo, decide di sfruttare le sue doti telefoniche per truffare anziane signore, spacciandosi per nipoti in difficoltà economiche. Il film racconta le vite delle persone che entrano in contatto, in un modo o nell’altro, con la ragazza.

Vi auguriamo buona fortuna nell’aggiudicarvi i biglietti e, chissà, il viaggio a Locarno. Ringraziamo ArteKino Festival per avere scelto MadMass.it come Media Partner. Nei prossimi giorni vi proporremo alcune recensioni dei film in rassegna.