Ad Astra

Ad Astra recensione [Venezia 76]

Ad Astra recensione del film di James Gray con Brad Pitt, Tommy Lee Jones, Ruth Negga, Liv Tyler e Donald Sutherland

Uno dei film più attesi al Lido è stato certamente Ad Astra, pellicola fantascientifica diretta da James Gray. In un futuro prossimo in cui l’uomo ha conquistato l’intero sistema solare, la prossima sfida è trovare nuove forme di vita oltre Nettuno, e lo scopo della missione
capitanata da Clifford (Tommy Lee Jones), padre del protagonista Roy (Brad Pitt), è proprio questo.

Dopo oltre venti anni di silenzio radio che fa presagire una tragica conclusione del programma spaziale, delle misteriose tempeste elettromagnetiche cominciano ad abbattersi sulla terra provocando gravi danni e morti e l’astronauta Roy viene scelto per andare su Nettuno e scoprirne la causa. Il suo viaggio, un’odissea piena di sfide da superare, lo porterà a fare i conti con il passato che credeva ormai essersi lasciato alle spalle.

Brad Pitt
Brad Pitt in Ad Astra

Ruth Negga e Brad Pitt
Ruth Negga e Brad Pitt in Ad Astra

Interessante è il modo in cui viene immaginato il sistema solare: viaggiare dalla Terra alla Luna e dalla Luna a qualsiasi altro pianeta è ormai usuale e salire su uno space shuttle è così semplice che equivale a prendere un aereo. Si perde così il fascino e il mistero dei viaggi spaziali, elemento portante di numerosi film di fantascienza, che lascia spazio ad un senso di abitudine e all’immaginazione di come potrebbe essere la nostra vita se avessimo davvero conquistato altri pianeti. La risposta a questa domanda arriva subito, ed è molto prevedibile: la conquista di nuove terre, nella storia, ha sempre portato a lotte e guerre per il loro possedimento, e lo stesso accade sugli altri corpi celesti, perché la brama di potere è insita nella natura umana.

Oltre a questa rappresentazione dell’avanzamento tecnologico non seguito da una migliore capacità di adattamento, sono tanti, forse troppi, gli elementi del film che non convincono: da una fotografia che cerca a tutti i costi di essere futuristica, quasi imitando quella di Roger Deakins in Blade Runner 2049, ma che risulta macchinosa e non spontanea passando alla debole risoluzione della trama.

Tommy Lee Jones in Ad Astra
Tommy Lee Jones in Ad Astra

Donald Sutherland, Brad Pitt e Sean Blakemore
Donald Sutherland, Brad Pitt e Sean Blakemore

Nel complesso il film non brilla per i colpi di scena né per la profonda caratterizzazione del protagonista Roy. L’astronauta, la cui impassibilità è fondamentale per la buona riuscita delle sue missioni, non mostra altri lati del suo carattere. Persino il momento dell’incontro tra padre e figlio, rimasti separati per decenni (evento già ampiamente prevedibile dal trailer), che dovrebbe essere il momento cruciale della storia risulta apatico e senza emozioni.

Se aggiungiamo scene inutili ai fini della trama e lotte non necessarie per il comando della navicella spaziale, possiamo concludere che il risultato finale non sia, purtroppo, quello che tutti ci aspettavamo da questo film.

Marta

Sintesi

Tra i film più attesi alla 76. Mostra del Cinema di Venezia, Ad Astra di James Gray disperde il fascino e il mistero dei viaggi spaziali mettondo in scena una debole risoluzione della trama e una caratterizzazione superficiale dei personaggi. Apatico e privo di emozioni, l'ultima opera di James Gray disattende le grandi aspettative di pubblico e critica presenti al Lido.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Sound of Metal recensione film di Darius Marder con Riz Ahmed [Amazon Prime Video]

Sound of Metal recensione film di Darius Marder con Riz Ahmed, Olivia Cooke, Mathieu Amalric, Lauren Ridloff e Paul Raci Intenso e tragicamente reale Sound of...

Raya e l’ultimo drago recensione film di Don Hall e Carlos López Estrada [Disney+ Anteprima]

Raya e l’ultimo drago recensione del 59esimo film d'animazione Disney di Don Hall e Carlos López Estrada in uscita nelle sale e su Disney+ Raya...

Golden Globe 2021 vincitori: vince Nomadland e Chloe Zhao migliore regista, Borat 2 migliore commedia e Sacha Baron Cohen miglior attore

Golden Globe 2021 vincitori: vince Nomadland con Chloe Zhao migliore regista, Borat 2 migliore commedia con Sacha Baron Cohen miglior attore Netflix mette a frutto...

Golden Globe 2021: Chadwick Boseman Miglior Attore Protagonista in un Film Drammatico

Golden Globe 2021: Chadwick Boseman Miglior Attore Protagonista in un Film Drammatico per Ma Rainey's Black Bottom Premio postumo tanto atteso quanto meritato allo sfortunato...

Golden Globe 2021: Anya Taylor-Joy e La regina degli scacchi migliore attrice e miniserie TV

Golden Globe 2021: Anya Taylor-Joy e La regina degli scacchi migliore attrice e miniserie TV Trionfo di Anya Taylor-Joy e La regina degli scacchi rispettivamente...

Golden Globe 2021: The Crown vince Migliore Serie TV Drammatica

Golden Globe 2021: The Crown vince Migliore Serie TV Drammatica The Crown si afferma come migliore serie TV drammatica del 2021 ai Golden Globes, prevalendo...

Golden Globe 2021: Rosamund Pike Migliore Attrice Protagonista per I Care A Lot

Golden Globe 2021: Rosamund Pike Migliore Attrice Protagonista per I Care A Lot Vittoria a sorpresa per Rosamund Pike con I Care A Lot rispetto...

Golden Globe 2021: Laura Pausini vince migliore canzone originale per La vita davanti a sé

Golden Globe 2021: Laura Pausini vince la migliore canzone originale per La vita davanti a sé In una categoria combattutissima contro Judas and the Black...

Golden Globe 2021: Aaron Sorkin Miglior Sceneggiatura con Il processo ai Chicago 7

Golden Globe 2021: Aaron Sorkin Miglior Sceneggiatura con Il processo ai Chicago 7 Aaron Sorkin si aggiudica uno dei premi più pesanti della serata, quello...

Golden Globe 2021: Soul miglior film d’animazione

Golden Globe 2021: Soul miglior film d'animazione Non c'è storia nella categoria miglior film d'animazione, dove Soul e Pixar si dimostrano innovatrice e game changer...