Venezia Day 4: Al Lido le streghe (non horror) di Guadagnino e il ritorno del Polar

Quarto giorno della Mostra che si apre con il remake, rigorosamente non horror, di Suspiria di Luca Guadagnino, la cui recensione in anteprima da Venezia è disponibile qui.

Suspiria di Luca Guadagnino
Dakota Johnson nel remake di Suspiria

Sempre in Concorso, è stato presentato Frères Ennemis, nuova fatica del regista David Oelhoffen, già a Venezia nel 2014 con Loin des hommes. Thriller mozzafiato che omaggia il polar, il film è il classico racconto ambientato in una periferia disagiata dove a dominare è la legge del narcotraffico. In questo contesto, Manuel e Dries scelgono di prendere strade diverse, diventando l’uno criminale e l’altro poliziotto. Una storia non particolarmente nuova di collaborazione, tradimenti e vendette, che però si fonda su un’ottima gestione dei tempi e del racconto e sulle grandi interpretazioni di Matthias Schoenaerts e Reda Kateb. Un film vigoroso e disperato, degno erede di una tradizione che ci ha regalato grande cinema. (3 stelle su 5)

Frères Ennemis
Frères Ennemis, nuova fatica del regista David Oelhoffen

Nel Day 3 ci eravamo lasciati con Peterloo di Mike Leigh, la personale rivisitazione del regista inglese di uno dei più grandi massacri della storia del Regno Unito. Il film sceglie di raccontare la costruzione delle basi per la definizione della democrazia britannica e, per questo motivo, parte molto alla lontana. Per tutta la prima parte, Peterloo ripropone in maniera estenuante una serie di comizi che mettono a dura prova lo spettatore. Leigh sa girare ma, questa volta, richiede troppo e diventa progressivamente didascalico. Nel finale, il film prende quota ma a difettare è la gestione delle scene di massa. Un piccolo passo falso nella carriera di un autore che, generalmente, ha sempre convinto senza riserve.
(2 stelle su 5)

Peterloo
Peterloo di Mike Leigh

Piccola grande sorpresa della giornata La noche de 12 años, presentato nella sezione Orizzonti. Un film politico che racconta della prigionia nell’Uruguay del 1973 di tre tupamaro, rinchiusi in cella per 12 lunghi anni e sottoposti a ogni tipo di sopruso per spingerli alla follia. Il regista Alvaro Brechner riesce a dare respiro a una vicenda claustrofobica, costellando il suo lavoro di visioni angeliche e demoniache, senza mai spingere sul pedale della facile retorica. Il suo è un film asciutto, coerente e con una solida anima civile. Speriamo venga distribuito in Italia. (3,5 stelle su 5)

La noche de 12 años
La noche de 12 años di Alvaro Brechner

Nel daily di domani spazio alla serialità televisiva con L’amica geniale di Saverio Costanzo (i primi due episodi).

Sergio

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Botox recensione film di Kaveh Mazaheri con Sussan Parvar [TFF 38]

Botox recensione film di Kaveh Mazaheri con Sussan Parvar, Mahdokht Molaei, Soroush Saeidi, Mohsen Kiani e Morteza Khanjani al Torino Film Festival 38 Il cinema iraniano...

Breeder recensione film di Jens Dahl con Sara Hjort Ditlevsen [TFF 38]

Breeder recensione film di Jens Dahl con Sara Hjort Ditlevsen, Anders Heinrichsen, Morten Holst, Signe Egholm Olsen e Eeva Putro al Torino Film Festival 38 L'immortalità...

Black Friday Amazon 2020: Disney Marvel offerte film Blu-ray steelbook e cofanetti

Black Friday Amazon 2020: le offerte Disney e Marvel in Blu-ray steelbook e cofanetti, da Avengers: Endgame a Frozen 2, Toy Story 4 e...

Black Friday Amazon 2020: film e serie TV Blu-ray e DVD in offerta

Black Friday Amazon 2020: film Blu-ray e DVD in offerta tra saghe cinematografiche, cofanetti, serie TV, anime e i migliori titoli Disney in steelbook Ci...

Cinema News del 25 novembre [Rassegna Stampa]

Gianfranco Rosi possibile candidato agli Oscar Tom Holland nelle prime immagini di Cherry La serie tv di Xavier Dolan Il trailer di Our...

Moving On recensione film di Yoon Dan-bi con Choi Jung-un [TFF 38]

Moving On recensione film di Yoon Dan-bi con Choi Jung-un, Yang Heung-ju, Park Hyeon-yeong e Park Seung-jun in concorso al Torino Film Festival 38 Crescere, cambiare,...

Elegia americana recensione film di Ron Howard con Amy Adams e Glenn Close [Netflix Anteprima]

Elegia americana recensione film Netflix di Ron Howard con Amy Adams, Glenn Close, Gabriel Basso, Haley Bennett, Freida Pinto e Owen Asztalos Tu non sai un...

Memory House (Casa de Antiguidades) recensione film di João Paulo Miranda Maria [TFF 38]

Memory House (Casa de Antiguidades) recensione film di João Paulo Miranda Maria con Antonio Pitanga e Ana Flavia Cavalcanti al Torino Film Festival 38 Memory...

Cinema News del 24 novembre [Rassegna Stampa]

Luca Guadagnino produce un biopic su Tennesee Williams Mark Ruffalo papà di Ryan Reynolds in The Adam Project Anthony Mackie in versione Liam...

Vera de Verdad recensione film di Beniamino Catena con Marta Gastini [TFF 38]

Vera de Verdad recensione film di Beniamino Catena con Marta Gastini, Marcelo Alonso, Davide Iacopini, Anita Caprioli e Paolo Pierobon al Torino Film Festival Parla...