Truth Seekers

Truth Seekers recensione serie TV con Simon Pegg e Nick Frost [Amazon Prime Video Anteprima]

Truth Seekers recensione della serie TV Amazon Prime Video creata ed interpretata da Nick Frost e Simon Pegg con Emma D’Arcy, Samson Kayo, Malcolm McDowell e Susie Wokoma

Guarda Truth Seekers su Amazon Prime Video: per i primi 30 giorni è gratis!

Non si esce vivi dagli anni ’80, diceva qualcuno.
Mai come in questo periodo storico, invece, è evidente come l’intrattenimento, a fronte delle necessaria produzione di contenuti originali, stia pescando a piene mani tra le proprietà intellettuali degli scorsi decenni per alimentare l’industria della nostalgia. Materiale già testato, rischi economico-imprenditoriali ridotti al minimo, possibilità di effettuare espansioni e variazioni su temi consolidati nell’immaginario collettivo rappresentano delle ottime ragioni per avere film e serie TV nuovi soltanto in superficie.

Emma D'Arcy, Nick Frost e Samson Kayo
Emma D’Arcy, Nick Frost e Samson Kayo

Emma D'Arcy in Truth Seekers
Emma D’Arcy in Truth Seekers

Anche Truth Seekers non è da meno. La horror comedy creata da Simon Pegg e Nick Frost, nella duplice veste di produttori e protagonisti della serie, utilizza misteriose forze oscure, tecnologie del passato, rilevatori di energia paranormale, un simil-pulmino Volkswagen e degli antieroi tendenti al geek come protagonisti. Il tempo, in questo caso, rimane il presente, ma contaminato in continuazione da episodi del passato che si traducono in artefatti e oggetti concreti con cui interagire.

Come rimanere con un piede negli anni 80′ o giù di lì e contemporaneamente connessi al presente senza rimanere vittime del citazionismo? La strada della nuova serie Amazon Original è senza dubbio all’insegna di un approccio light. Le dosi di comicità e paura vengono gestite in maniera tale da cauterizzare gli eccessi dell’una e dell’altra in un contesto dal sapore retrò e ai limiti dell’ordinario.

Simon Pegg in Truth Seekers
Simon Pegg in Truth Seekers

Malcolm McDowell in Truth Seekers
Malcolm McDowell in Truth Seekers

Dare la caccia ai fantasmi mentre si girano case e luoghi sinistri per sistemare banda larga e linea telefonica è il twist ingegnoso ed efficace della realtà capace di coinvolgerci in un altrimenti sciocco tentativo di raffigurare l’usuratissimo paranormale.

Tra linee verticali e una narrazione orizzontale che si svela e si nutre del gioco orchestrato alla perfezione, Truth Seekers riesce ad essere un buon prodotto d’intrattenimento in genere capace di far precipitare anche i migliori nel baratro del flop. Consapevoli di un budget non elevatissimo e di un idea quantomeno originale, la serie TV di Nick Frost e Simon Pegg non sfigura in un catalogo – Amazon Prime Video – capace sempre più di allungare la coperta qualitativamente e non inondarla soltanto numericamente di prodotti.

Truth Seekers recensione serie TV Amazon
Truth Seekers serie TV Amazon Prime Video creata ed interpretata da Nick Frost e Simon Pegg

Emma D'Arcy
Emma D’Arcy

Sintesi

Truth Seekers è una horror comedy capace di rimanere in equilibrio tra due generi, riuscendo a non scivolare sulla tremenda buccia di banana del paranormale.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli