Tick, Tick... Boom!

Tick, Tick… Boom! recensione film di Lin-Manuel Miranda con Andrew Garfield [Netflix]

Tick, Tick… Boom! recensione film di Lin-Manuel Miranda con Andrew Garfield, Alexandra Shipp, Vanessa Hudgens, Robin de Jesús e Joshua Henry

Il 2021 è stato sicuramente uno degli anni più fortunati di tutta la carriera di Andrew Garfield che, accanto alla sua apparizione “a sorpresa” nel film Marvel Spider-Man: No Way Home, è anche il protagonista assoluto di Tick, Tick… Boom!, interessante musical drammatico distribuito in tutto il mondo da Netflix.

MadMass.it consiglia by Amazon

Nel film, Garfield interpreta Jonathan Larson, un aspirante compositore di musical che entra in crisi alla soglia dei trent’anni, quando si accorge di non essere prossimo a realizzare i propri sogni e che al suo progetto di musical intitolato Superbia ormai crede quasi solo lui. Con molti camei di tutta la scena musicale di Broadway e dintorni, Tick, Tick… Boom! è basato sull’omonimo musical dell’omonimo Jonathan Larson, che in un esperimento dichiaratamente autobiografico aveva voluto raccontare tutte le sue frustrazioni di compositore incerto sul suo futuro, ma desideroso di continuare a sviluppare la sua arte, nonostante i frequenti inviti del suo migliore amico Michael che lo vorrebbe portare con sé nel mondo della pubblicità.

Andrew Garfield e Alexandra Shipp
Andrew Garfield e Alexandra Shipp (Credits: Macall Polay/Netflix)

Vanessa Hudgens
Vanessa Hudgens (Credits: Macall Polay/Netflix)

Tick, Tick… Boom! è, in un certo senso, la versione musical e adulta di Whiplash: il Jonathan Larson qui interpretato da Andrew Garfield è per molti versi molto simile al personaggio interpretato da Miles Teller nel primo film di Damien Chazelle, soprattutto nella sequenza in cui si narra la crisi del rapporto con la compagna Susan, che si sente trascurata da Jonathan e soprattutto spaventata dall’ostinazione con cui persegue il sogno di una carriera a Broadway.

Diretto da Lin-Manuel Miranda, a sua volta uno dei principali attori e registi della scena contemporanea di Broadway, Tick, Tick… Boom! si pregia nondimeno di tutte le specificità linguistiche che il genere del musical, trasposto dal teatro al cinema, può apportare: in particolare, alternando due diversi piani temporali e in un certo senso due diversi piani di realtà, Tick, Tick… Boom! spesso si concede dei veri e propri “a parte” che con l’ausilio di monologhi e canzoni vanno a scavare nella psicologia del protagonista e a volte anche delle persone che gli stanno intorno.

Robin de Jesús, MJ Rodriguez e Ben Levi Ross
Robin de Jesús, MJ Rodriguez e Ben Levi Ross (Credits: Macall Polay/Netflix)

tick, tick... Boom! recensione film di Lin-Manuel Miranda con Andrew Garfield
tick, tick… Boom! film Netflix di Lin-Manuel Miranda con Andrew Garfield, Alexandra Shipp e Vanessa Hudgens (Credits: Macall Polay/Netflix)

L’interpretazione di Andrew Garfield in questo film alterna efficacemente il registro musicale ai toni drammatici di alcune scene, e quello di Jonathan Larson è sicuramente il suo migliore personaggio dai tempi del gesuita Sebastião Rodrigues di cui vestiva i panni nell’eccezionale Silence di Martin Scorsese.

In un genere come il musical, che recentemente è stato innovato da una parte all’altra dell’Atlantico da film come La La Land di Damien Chazelle e il notevole Annette di Leos Carax, anche Tick, Tick… Boom!, complici i suoi inaspettati toni drammatici e autobiografici, ha saputo ritagliarsi uno spazio di originalità. Non per nulla il film è dato fra i favoriti alla corsa all’Oscar, perlomeno per l’interpretazione di Garfield: efficace sintesi di musical, biopic, drama e film di formazione, Tick, Tick… Boom! è stata senza dubbio una delle più piacevoli sorprese distribuite da Netflix nell’ultima parte del 2021.

Sintesi

Efficace sintesi di musical, biopic, drama e film di formazione, Tick, Tick... Boom! è una delle sorprese più piacevoli distribuite da Netflix nell’ultima parte del 2021, complici i suoi inaspettati toni drammatici e autobiografici con cui riesce a ritagliarsi uno spazio di originalità nel genere musicale.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli