The Quake - Il terremoto del secolo

The Quake – Il terremoto del secolo recensione

The Quake – Il terremoto del secolo recensione del film di John Andreas Andersen con Kristoffer Joner, Ane Dahl Torp, Edith Haagenrud-Sande, Kathrine Thorborg Johansen e Jonas Hoff Oftebro

The Quake – Il terremoto del secolo è un film del 2018 diretto da John Andreas Andersen e prodotto da Fantefilm, sequel di The Wave, uscito nel 2015.

La pellicola vede protagonista Kristian, un geologo norvegese interpretato da un sorprendente Kristoffer Joner, 3 anni dopo lo tsunami avvenuto a Geiranger, una piccola cittadina turistica nel più grande fiordo norvegese. Il film ci mostra come gli accadimenti di Geiranger abbiano traumatizzato Kristian, che si separa dalla famiglia, nonostante sia ancora considerato un eroe per aver salvato numerose vite grazie alla sua esperienza da geologo. Quando viene a conoscenza della morte di un suo ex collega, che raccoglieva indizi su un possibile terremoto catastrofico, torna ad Oslo per effettuare ricerche sulla base dei dati da lui raccolti. Qui si riunisce alla moglie Idun (interpretata da Ane Dahl Torp) e ai figli, e trova la conferma di una catastrofe imminente.

The Quake - Il terremoto del secolo
Kristoffer Joner e Ane Dahl Torp

The Quake - Il terremoto del secolo di John Andreas Andersen
The Quake – Il terremoto del secolo di John Andreas Andersen

L’inizio dell’opera ci mostra le conseguenze psicologiche dello tsunami di Geiranger su Kristian, che si colpevolizza per tutte le vite non salvate, offrendo sequenze introspettive interessanti coronate da un’ottima interpretazione di Joner. La prima scossa, il primo indizio della catastrofe imminente su cui è incentrata la storia avviene verso metà film. Solo da quel momento in poi ci troviamo ad assistere ad un vero e proprio disaster movie, con sequenze tipiche del genere colme di tensione, emozionanti e coinvolgenti, oltre ad effetti speciali degni di Hollywood.

Il protagonista mette da parte la vita familiare per un bene superiore, cercando disperatamente di avvertire quanta più gente possibile. Tuttavia, dopo aver speso una buona mezz’ora a mostrare le evidenze di un disturbo post traumatico del personaggio principale, e le conseguenze nella sua vita sociale, il film ha la pretesa di indorare un finale vuoto che sembra dimenticarsi della questione trattata nel primo atto. Poco prima della catastrofe vediamo Kristian riunirsi a moglie e figli, una volta smentita (provvisoriamente) la possibilità di una scossa potenzialmente distruttiva. Si può dire che questo sia l’unico momento felice a cui si assiste: la riconciliazione col figlio, l’abbraccio affettuoso di una figlia, la fede nuovamente al dito a dimostrare un momento di ritrovata serenità. Tutto ciò fino a quando la terra comincia a tremare. Da lì in poi non abbiamo purtroppo alcun elemento che ci mostri le ripercussioni degli eventi sulla psiche e la storia del protagonista.

Jonas Hoff Oftebro e Edith Haagenrud-Sande
Jonas Hoff Oftebro e Edith Haagenrud-Sande

Kathrine Thorborg Johansen
Kathrine Thorborg Johansen

La sceneggiatura non è di certo il punto forte del film di John Andreas Andersen, basti pensare alla presenza a dir poco forzata dei quattro personaggi principali agli ultimi piani di uno dei palazzi più alti di Oslo. Nonostante ciò e i fatti sopracitati, The Quake – Il terremoto del secolo offre ben più di un banale disaster movie hollywoodiano: le panoramiche sulla città prima e dopo la scossa, le inquadrature mozzafiato di paesaggi e ambientazioni norvegesi, oltre che della capitale, rendono la fotografia uno dei punti forti del film. È proprio questo aspetto, insieme a recitazione e sonoro, che fanno della pellicola uno spettacolo più che godibile per gli appassionati del genere.

Alessio

Sintesi

John Andreas Andersen cerca di andare oltre il classico disaster movie, offrendo interessanti sequenze introspettive sul protagonista della storia e inquadrature mozzafiato di paesaggi e ambientazioni norvegesi che rendono la fotografia uno dei punti forti della pellicola.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora e Luciana Angiolillo Il cinema italiano del dopoguerra, si sa,...

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova, Filipp Yankovskiy, Ignat Daniltsev, Oleg Yankovskiy e Alla Demidova Lo specchio, il regalo di Tarkovskij all’umanità...

Cinema News del 30 novembre [Rassegna Stampa]

10 giorni con Babbo Natale Il Capodanno di Doctor Who Tutti per Giovanni Veronesi, Giovanni Veronesi per tutti La scelta giusta Cinema News 30...

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...