Wednesday briefing: Tre thriller

Iniziamo la nostra carrellata quotidiana con il nuovo trailer di The Predator, che a differenza del teaser si concentra di più sul Predator stesso e sui componenti del commando militare sulle sue tracce (Boyd Holbrook – visto in Gone Girl e nella serie Narcos, Keegan-Michael Key), che sul giovane Jacob Tremblay e l’insegnante di scienze Olivia Munn. Il Predator redivivo ed evoluto arriverà nelle nostre sale il 27 settembre, diretto e scritto da Shane Black (autore dei Lethal Weapon e regista di Iron Man 3), con la collaborazione per la sceneggiature di Fred Dekker. Qui sotto, il trailer (anche in Italiano, se preferite).

Fatto il nostro dovere mainstream ci concediamo una deviazione più indie e da Shane Black passiamo ad un altro Shane, Shane Carruth. Il regista di Primer e Upstream Color è il protagonista di The Dead Center, nuovo film di Billy Senese (autore dell’horror Closer to God), incentrato su alcuni personaggi che ritornano dall’oltretomba, non si capisce bene come e perché. Il film è talmente indie che non ce n’è traccia nemmeno su IMDb, ma c’è un teaser che volevamo condividere con voi. (Birth Movies Death)

Mentre prosegue il casting per It: Chapter 2 (il regista canadese Xavier Dolan avrà il ruolo di Adrian Mellon, il giovane omosessuale ucciso da Pennywise all’inizio del romanzo; Will Beinbrink sarà il marito di Beverly; Teach Grant sarà la versione adulta del bullo Henry Bowers; Jess Weixler – la protagonista di Teeth – sarà la moglie di Bill), c’è chi è già al lavoro per il successivo adattamento di Stephen King: il racconto The Boogeyman sarà trasformato in film da Scott Beck e Bryan Woods, che insieme a John Krasinski hanno sceneggiato A Quiet Place. La trama racconta di uno psichiatra al quale un paziente racconta la storia delle morti dei suoi tre figli, accadute ad anni di distanza l’uno dall’altro e per cause diverse, ma accomunate dal fatto che i tre bambini sono deceduti nella loro stanza, dopo aver gridato ‘boogeyman!’, ‘l’uomo nero!’.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli