Serenity - L'isola dell'inganno

Serenity – L’isola dell’inganno recensione

Serenity – L’isola dell’inganno recensione del film di Steven Knight con Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Diane Lane, Jason Clarke, Djimon Hounsou e Jeremy Strong

Steven Knight ci aveva abituato bene, nelle vesti di sceneggiatore (Piccoli affari sporchi, La promessa dell’assassino, la serie TV Taboo) ma anche di regista (Locke) ed il nuovo film che dirige, Serenity, è un film che potrebbe essere etichettato in diversi modi: come un thriller psicologico, come un melodramma che approfondisce le fitte relazioni tra i personaggi, come un omaggio al cinema hitchcockiano.

In tutte queste categorie, tuttavia, fallirebbe miseramente. Il problema del regista è che cerca di assemblare una panoplia di generi: thriller, dramma, giallo e mistery. E questo è un azzardo.

Serenity - L'isola dell'inganno
Serenity – L’isola dell’inganno di Steven Knight con Matthew McConaughey e Anne Hathaway

Diane Lane e Matthew McConaughey
Diane Lane e Matthew McConaughey

Plymouth Island. La serenità del misterioso e tormentato Baker Dill (Matthew McConaughey) ritiratosi a vivere su una piccola isola dei Caraibi, dove vive tranquillo facendo il capitano di una barca che porta i turisti a pesca, viene turbata dal ritorno improvviso ed inaspettato dell’ex moglie Karen (Anne Hathaway) che, maltrattata dall’attuale marito (Jason Clarke), chiede a Baker di salvarla aiutandola ad uccidere quest’uomo violento.

Come ambientazione e intrecci nulla di nuovo, verrebbe da dire. L’unico punto forte del film, bisogna evidenziarlo, è la qualità riconosciuta degli attori chiamati ad interpretare i protagonisti; se McConaughey riesce a dare una sua profondità al personaggio ed alla storia, al contrario la Hathaway sconta la piattezza del suo personaggio, che la riduce a quello della donna maltrattata e disperata, non riuscendo ad aggiungere “pepe” alla trama.

Jason Clarke e Anne Hathaway
Jason Clarke e Anne Hathaway

La sceneggiatura delinea alla fine due protagonisti abbastanza stereotipati, riservando prevedibili colpi di scena e riducendosi a una scontata lotta tra il bene e il male, ove si palesa l’idea che tutto quello che sembra reale per lo spettatore forse non lo è.

L’ultima mezz’ora del film, ideata come un climax crescente di suspense, diventa all’atto pratico un mero accumulo di improbabilità, affatto giustificabili, il tutto accompagnato dall’estrema banalità dei dialoghi. I personaggi risultano così poco credibili e vengono percepiti dallo spettatore come ‘senza anima’.

Serenity - L'isola dell'inganno
Matthew McConaughey

Serenity – L’isola dell’inganno funziona più come idea sulla carta che come pellicola poiché una buona idea centrale c’è, avendo a che fare con la relazione tra i desideri e le esigenze della vita reale e l’impossibilità di soddisfare questi desideri senza altro modo che ricorrere alla fantasia.

L’unico mistero, vero, che rimane da risolvere è: cosa pensavano McConaughey e Hathaway quando hanno accettato di girare questo film?

Gabriela

Sintesi

Steven Knight azzarda cercando con Serenity - L'isola dell'inganno di assemblare una panoplia di generi diversi - thriller, dramma, giallo e mistery - portando tuttavia sul grande schermo un'ambientazione e degli intrecci stereotipati e scontati, accompagnati dall’estrema banalità dei dialoghi e da personaggi piatti e senza anima.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Lo squalo recensione film di Steven Spielberg

Lo squalo recensione del film di Steven Spielberg con Roy Scheider, Richard Dreyfuss, Robert Shaw, Lorraine Gary e Murray Hamilton Come nelle grandi sceneggiature, la prima...

Borat 2 Subsequent Moviefilm recensione film con Sacha Baron Cohen [Amazon Prime Video Anteprima]

Borat Subsequent Moviefilm (Borat - Seguito di film cinema) recensione film di Jason Woliner con Sacha Baron Cohen e Irina Nowak il sequel di...

Truth Seekers recensione serie TV con Simon Pegg e Nick Frost [Amazon Prime Video Anteprima]

Truth Seekers recensione della serie TV Amazon Prime Video creata ed interpretata da Nick Frost e Simon Pegg con Emma D'Arcy, Samson Kayo, Malcolm McDowell e...

Cinema News del 21 ottobre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 21 ottobre: Jake Gyllenhaal e Denis Villeneuve di nuovo insieme per la serie HBO The Son, Jamie Foxx l'ammazzavampiri, Willow ritorna...

Ammonite recensione film con Kate Winslet e Saoirse Ronan [Anteprima]

Ammonite recensione film di Francis Lee con Kate Winslet, Saoirse Ronan, Gemma Jones, James McArdle, Sam Parks e Fiona Shaw Ispirato alla storia vera e...

Stardust recensione film biopic su David Bowie con Johnny Flynn [Anteprima]

Stardust recensione film di Gabriel Range con Johnny Flynn, Jena Malone, Marc Maron, Aaron Poole, Anthony Flanagan, Roanna Cochrane e Lara Heller La locandina di...

El Dorado recensione film con John Wayne e Robert Mitchum

El Dorado recensione del film di Howard Hawks con John Wayne, Robert Mitchum, James Caan e Charlene Holt Era il 1959 quando Howard Hawks, con Un...

Cinema News del 20 ottobre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 20 ottobre: i trailer dei film Ma Rainey's Black Bottom con Viola Davis e Chadwick Boseman, Qualcuno salvi il Natale:...

BFI London Film Festival 2020: i vincitori della 64esima edizione virtuale del Festival del Cinema di Londra

BFI London Film Festival 64: vince Another Round (Un altro giro) di Thomas Vinterberg con Mads Mikkelsen come Miglior Film. Miglior Documentario a The...

Cinema News del 19 ottobre [Rassegna Stampa]

Cinema News del 19 ottobre: L'Arminuta il nuovo film di Giuseppe Bonito, Kate Hudson e Octavia Spencer insieme nella seconda stagione di Truth Be...