Nimic

Nimic recensione del cortometraggio di Yorgos Lanthimos con Matt Dillon [RNFF 20]

Nimic recensione del cortometraggio scritto e diretto da Yorgos Lanthimos con Matt Dillon, Daphné Patakia e Susan Elle presentato al Ravenna Nightmare

Diciotto anni dopo Uranisco Disco (2001), il greco Yorgos Lanthimos torna al cortometraggio con Nimic, un film di dodici minuti ad alto tasso ansiogeno presentato nell’agosto del 2019 a Locarno e ora in concorso nella sezione cortometraggi del Ravenna Nightmare Film Fest 2020. Facendo leva sull’encomiabile versatilità di Matt Dillon (La casa di Jack), il cineasta candidato all’Oscar per La favorita (2018) aggiunge un altro tassello al suo discorso dissacrante su alienazione e tensioni dei nuclei familiari, che da Dogtooth (2009) in poi non ha mai mancato di turbare le platee.

MadMass.it consiglia by Amazon

Il cinema di Lanthimos è sempre stato asettica e inquietante estetizzazione di distopie senza tempo in cui i rapporti umani subiscono forti alterazioni da parte di elementi esterni destabilizzanti; ogni personaggio intraprende un impervio percorso di riscoperta del sé mentre viene fagocitato dall’estraniazione indotta dall’ambiente circostante. Tutto ciò è presente pure in questo nuovo lavoro del regista, che aiutato dal minutaggio ridotto dell’azione fa brillare il tutto di un’asciuttezza formale attenta comunque alla psicologia dei protagonisti.

Nimic recensione cortometraggio Yorgos Lanthimos con Matt Dillon
Matt Dillon

Daphné Patakia in Nimic di Yorgos Lanthimos
Daphné Patakia in Nimic di Yorgos Lanthimos

Nimic: sinossi

Matt Dillon interpreta un violoncellista senza nome che vive assieme alla moglie (Susan Elle) e ai figli in un’aggraziata villetta americana. La sua monotona routine mattutina viene scandita tramite montaggio alternato dalle sessioni di prova dell’orchestra di cui è membro, impegnata a ripetere allo sfinimento lo stesso singhiozzante brano di musica classica.

Di ritorno dalle esercitazioni, il musicista incontra in metropolitana una donna dallo sguardo inespressivo (la notevole Daphné Patakia) alla quale chiede l’ora. Dopo un iniziale silenzio imbarazzato, e con grande sorpresa sia per gli spettatori che per il protagonista, la sconosciuta replica con la stessa domanda e inizia a seguire l’uomo sino al talamo nuziale, ripetendone meccanicamente azioni e parole come se fosse un’immagine specchiata.

In un clima di crescente tensione e surrealismo, l’incontro tra il violoncellista e la donna della metropolitana conduce a un epilogo collegato all’idea di circolarità.

Daphné Patakia
Daphné Patakia

Matt Dillon e Susan Elle
Matt Dillon e Susan Elle

Un provocatorio esperimento stilistico

Come Voyage of Time di Terrence Malick era una costola di The Tree of Life, molto in comune ha invece Nimic con Il sacrificio del cervo sacro. Gli osservatori più attenti del sentiero artistico di Yorgos Lanthimos rintracceranno tutti le sue soluzioni registiche preferite, distorsioni date da grandangoli e fish-eye in primo luogo, ma anche campi lunghi e primi piani indagatori dell’introspezione. La lucidità della messa in scena diviene centrale in un racconto che sospende volutamente l’intreccio in un flusso sinuoso di scambi di ruolo e reiterazione. Il tema dell’eterno ritorno detta il ritmo del film assieme alla musica e alle azioni meccaniche dei personaggi, quasi come se fossero tutte componenti di un grottesco metronomo.

Ciò che Lanthimos fa è instaurare un tacito patto con lo spettatore, quest’ultimo accompagnato per mano ad abbandonarsi alla sovversione di consuetudini esistenziali e cinematografiche. Accettato di prender parte al provocatorio gioco di Nimic (“nulla” in rumeno), il pubblico dovrà lasciarsi sopraffare da quelle sensazioni di pericolosa instabilità che dalla notte dei tempi tengono vivo il fuoco delle paure umane più irrazionali e rettiliane. Ogni punto di riferimento viene messo in discussione e tutto diventa indistinguibile o intercambiabile.

La magia dell’inquietudine

Anche se la sensazione è quella del balocco cerebrale che gira a vuoto, sarebbe riduttivo sminuire la forte impronta sociale di Nimic, certamente un lavoro “minore” consacrato al collaudo di una già ottima costruzione di suspense soffocante di cui non va in alcun modo sottovalutato il potere satirico, significativo nella trattazione dei disagi moderni.

Nimic: il poster
Nimic: il poster

Sintesi

Supportato da un Matt Dillon sempre più bravo, Yorgos Lanthimos confeziona un cortometraggio con il solito stile snello e raffinato, alla cui conclusione non si può che rimanere smarriti ma al contempo affascinati da una struttura narrativa intricata e inquietante. Malgrado il minutaggio esiguo, il regista greco trova pure il tempo per delineare il carattere di personaggi come sempre efficaci nella trasmissione del disagio.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Pixar: i migliori film da vedere assolutamente [Throwback Thursday]

Le opere Pixar fanno parte della nostra infanzia ed adolescenza, grazie ai molti lungometraggi che ci hanno scaldato il cuore. Vediamo i cinque migliori...

Black Friday Amazon 2020: LEGO offerte Avengers, Jurassic World, Star Wars, Disney e Batman

Black Friday Amazon 2020: in offerta i set LEGO di Avengers, Jurassic World, Star Wars, Disney, Batman, The Mandalorian, Harry Potter e Fast &...

Cinema News del 26 novembre [Rassegna Stampa]

Mads Grindelwald Clifford il grande cane rosso The Mauritanian Amore e malattia in Life in a Year Amore e malattia in Little Fish ...

Botox recensione film di Kaveh Mazaheri con Sussan Parvar [TFF 38]

Botox recensione film di Kaveh Mazaheri con Sussan Parvar, Mahdokht Molaei, Soroush Saeidi, Mohsen Kiani e Morteza Khanjani al Torino Film Festival 38 Il cinema iraniano...

Breeder recensione film di Jens Dahl con Sara Hjort Ditlevsen [TFF 38]

Breeder recensione film di Jens Dahl con Sara Hjort Ditlevsen, Anders Heinrichsen, Morten Holst, Signe Egholm Olsen e Eeva Putro al Torino Film Festival 38 L'immortalità...

Black Friday Amazon 2020: Disney Marvel offerte film Blu-ray steelbook e cofanetti

Black Friday Amazon 2020: le offerte Disney e Marvel in Blu-ray steelbook e cofanetti, da Avengers: Endgame a Frozen 2, Toy Story 4 e...

Black Friday Amazon 2020: film e serie TV Blu-ray e DVD in offerta

Black Friday Amazon 2020: film Blu-ray e DVD in offerta tra saghe cinematografiche, cofanetti, serie TV, anime e i migliori titoli Disney in steelbook Ci...

Cinema News del 25 novembre [Rassegna Stampa]

Gianfranco Rosi possibile candidato agli Oscar Tom Holland nelle prime immagini di Cherry La serie tv di Xavier Dolan Il trailer di Our...

Moving On recensione film di Yoon Dan-bi con Choi Jung-un [TFF 38]

Moving On recensione film di Yoon Dan-bi con Choi Jung-un, Yang Heung-ju, Park Hyeon-yeong e Park Seung-jun in concorso al Torino Film Festival 38 Crescere, cambiare,...

Elegia americana recensione film di Ron Howard con Amy Adams e Glenn Close [Netflix Anteprima]

Elegia americana recensione film Netflix di Ron Howard con Amy Adams, Glenn Close, Gabriel Basso, Haley Bennett, Freida Pinto e Owen Asztalos Tu non sai un...