Lupin III - The First

Lupin III – The First recensione

Lupin III – The First recensione film d’animazione diretto da Takashi Yamazaki sui celebri personaggi disegnati da Monkey Punch distribuito da Anime Factory

Sono passati oltre quarant’anni dalle prima apparizioni di Lupin III e della sua banda sul grande schermo, con Lupin III – La pietra della saggezza (1978) e Lupin III – Il castello di Cagliostro (1979), creati nel 1967 ad opera dal celebre mangaka Monkey Punch, pseudonimo di Kazuhiko Katō venuto a mancare l’anno scorso, il cui Arsenio Lupin, liberamente ispirato all’Arsène Lupin di Maurice Leblanc, ritorna in Lupin III – The First.

Con il passare del tempo le storie di Monkey Punch sono rimaste ambientate negli anni ’60, ma i suoi eroi nel tempo sono diventati iconici e assunto un’aura di perenne attualità. Con The First Lupin III si trova ad affrontare diverse prime volte: anzitutto si ritrova alla prese con il diario di Bresson, unico tesoro di cui il nonno Lupin I non è riuscito ad impossessarsi; Lupin III esordisce inoltre per la prima volta assoluta nella nuova era del 3D, disegnato dunque e animato in 3DCG; infine, si tratta anche della prima volta di Takashi Yamazaki alla regia delle creature di Monkey Punch.

Lupin III - The First di Takashi Yamazaki
Lupin III – The First di Takashi Yamazaki
Zenigata cerca di acciuffare Lupin III
Zenigata cerca di acciuffare Lupin III

L’Italia in particolare ha un rapporto viscerale con Lupin III, trasmesso da oltre quarant’anni sulle emittenti televisive del nostro Paese, da quel 1979 che ha visto esordire Le avventure di Lupin III, poi ritrasmesse e proseguite anche con il titolo Lupin, l’incorreggibile Lupin.

In questa nuova avventura cinematografica, che ha incassato quasi 7 milioni di dollari in patria, Lupin III ritrova i suoi storici compagni Jigen, Goemon e Fujiko, insieme alla giovane aspirante archeologa Laetitia, all’inseguimento come detto del leggendario diario di Bresson e in fuga dall’ispettore Zenigata, alla caccia della sua nemesi in ogni angolo della Terra, pronto a tutto pur di arrestarlo e fermarlo una volta per tutte.

Alessandra Korompay (Fujiko)
Alessandra Korompay (Fujiko)
A bordo della Fiat 500 F gialla della banda di Lupin
A bordo della Fiat 500 F gialla della banda di Lupin

Lupin III – The First si rivela tecnicamente superlativo, un autentico incanto per gli occhi in cui ogni sequenza di fotogrammi appare un dipinto dai colori brillanti. L’aspetto emozionale non è da meno, con sequenze d’azione da cardiopalma, spettacolari e fotorealistiche, vissute sia a tutta velocità che in slowmotion, in mezzo al traffico o nel deserto, a bordo della Fiat 500 F gialla della banda di Lupin.

Come in Giappone, anche in Italia ritornano i doppiatori originali della serie d’animazione, Stefano Onofri (Lupin III), Alessandro Maria D’Errico (Jigen), Antonio Palumbo (Goemon), Alessandra Korompay (Fujiko) e Rodolfo Bianchi (Zenigata).

Marco R.

Antonio Palumbo (Goemon)
Antonio Palumbo (Goemon)

Sintesi

Lupin III entra nella nuova era del 3D diretto da Takashi Yamazaki, per la prima volta alle prese con i personaggi di Monkey Punch, in un lungometraggio animato emozionante e tecnicamente superlativo, un autentico incanto per gli occhi in cui ogni sequenza di fotogrammi appare un dipinto dai colori brillanti.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Lupin III entra nella nuova era del 3D diretto da Takashi Yamazaki, per la prima volta alle prese con i personaggi di Monkey Punch, in un lungometraggio animato emozionante e tecnicamente superlativo, un autentico incanto per gli occhi in cui ogni sequenza di fotogrammi appare un dipinto dai colori brillanti.Lupin III - The First recensione