Cannes 72: Le Jeune Ahmed recensione e podcast

Segui Cannes 72 live su MadMass.it: Festival di Cannes 2019

Appena passata la giovane Jeanne d’Arc di Bruno Dumont (a Un Certain Regard), ecco Le Jeune Ahmed dei fratelli Dardenne.

Diversa la religione, il fondamentalismo è uguale. L’età dei protagonisti, acerba e plasmabile. I registi belgi puntano alla terza Palma d’oro (e dopo avere visto il film, è un loro diritto), con lo squarcio di vita di un ragazzino musulmano d’Occidente, che si fa radicalizzare da un imam e vuole uccidere la sua insegnante.

LE JEUNE AHMED: RECENSIONE PODCAST

La firma è sempre quella. Dopo tre minuti ti accorgi della parentela di Ahmed con Rosetta (prima Palma), L’enfant (seconda Palma), Il figlio.

Le Jeune Ahmed
Victoria Bluck e Idir Ben Addi

Gli aggettivi sono sempre gli stessi: integro, nuovo realista, asciutto… Ciononostante, Le Jeune Ahmed è a rischio spoiler. Come gli Avengers. Si tratta di cinema rilevante. Da vedere, far vedere, rivedere. E così via…

Federico

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli