Cannes 72: Le Jeune Ahmed recensione e podcast

Segui Cannes 72 live su MadMass.it: Festival di Cannes 2019

Appena passata la giovane Jeanne d’Arc di Bruno Dumont (a Un Certain Regard), ecco Le Jeune Ahmed dei fratelli Dardenne.

Diversa la religione, il fondamentalismo è uguale. L’età dei protagonisti, acerba e plasmabile. I registi belgi puntano alla terza Palma d’oro (e dopo avere visto il film, è un loro diritto), con lo squarcio di vita di un ragazzino musulmano d’Occidente, che si fa radicalizzare da un imam e vuole uccidere la sua insegnante.

LE JEUNE AHMED: RECENSIONE PODCAST

La firma è sempre quella. Dopo tre minuti ti accorgi della parentela di Ahmed con Rosetta (prima Palma), L’enfant (seconda Palma), Il figlio.

Le Jeune Ahmed
Victoria Bluck e Idir Ben Addi

Gli aggettivi sono sempre gli stessi: integro, nuovo realista, asciutto… Ciononostante, Le Jeune Ahmed è a rischio spoiler. Come gli Avengers. Si tratta di cinema rilevante. Da vedere, far vedere, rivedere. E così via…

Federico

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli