L'uomo invisibile

L’uomo invisibile recensione

L’uomo invisibile recensione film di Leigh Whannell con Elisabeth Moss, Oliver Jackson-Cohen, Storm Reid, Aldis Hodge e Harriet Dyer

Scritto e diretto da Leigh Whannell, sceneggiatore anche dei primi quattro capitoli della saga di Saw e di Insidious, L’uomo invisibile fa parte di quell’insolito gruppo di pellicole che, non avendo trovato una distribuzione nelle sale cinematografiche a causa dell’emergenza sanitaria, sono stati resi disponibili in streaming sulle principali piattaforme.

Elisabeth Moss diretta da Leigh Whannell
Elisabeth Moss diretta da Leigh Whannell

Aldis Hodge, Elisabeth Moss e Storm Reid
Aldis Hodge, Elisabeth Moss e Storm Reid

Liberamente tratto dall’omonimo romanzo scritto da H.G. Wells nel 1881, L’uomo invisibile, di cui fu realizzato un ulteriore adattamento cinematografico nel 2000 per la regia di Paul Verhoeven, racconta la storia di Cecilia Kass, interpretata da un’incredibile Elisabeth Moss, succube di una relazione malsana e violenta con Adrian Griffin (Oliver Jackson-Cohen), uno scienziato ricco e brillante, ma manipolatore e disturbato. Stanca di quel legame, la donna fugge nel bel mezzo della notte. Grazie all’aiuto della sorella Emily (Harriet Dyer), di un amico di vecchia data, James (Aldis Hodge), e della giovanissima figlia di quest’ultimo Sydney (Storm Reid), Cecilia riesce a far perdere completamente le sue tracce allo scienziato. Scosso dall’abbandono, l’uomo si suicida tagliandosi le vene e lascia in eredità a Cecilia una grande fortuna: 5 milioni di dollari. Ma il testamento contiene una clausola, la donna infatti riceverà l’ingente somma solo se non verrà dichiarata mentalmente disturbata. Proprio questo vincolo convince Cecilia che il suo ex le abbia riservato qualche spiacevole sorpresa e che la sua morte celi in realtà qualcosa di molto più oscuro e pericoloso.

L’uomo invisibile è un film che non va classificato all’interno di una singola etichetta di genere ma è un prodotto sui generis capace di raggruppare sapientemente il meglio degli elementi del cinema thriller, horror, action e del revenge movie all’interno di una narrazione efficace e coinvolgente, che già nelle primissime tese sequenze d’apertura struttura con precisione e perizia assolute, dopo i titoli di testa, gli spazi della narrazione definendo con una chiarezza insolita i personaggi e i toni che la vicenda andrà assumendo.

Elisabeth Moss ne L'uomo invisibile
Elisabeth Moss ne L’uomo invisibile

Elisabeth Moss ne L'uomo invisibile
Elisabeth Moss ne L’uomo invisibile

Ad un incipit accattivante – strutturato quasi con la stessa palpabile suspense che John Krasinski ricreò in A Quiet Place (2018) – segue un intreccio non convenzionale, dove la storia narrata sembra volersi costantemente ribellare alle prove oggettive raccolte dalla protagonista, costretta ad affrontare un percorso di crescita ed autoconsapevolezza senza eguali, in un disperato ed interminabile calvario che la trascinerà ad affrontare prove estreme di coraggio per riscattare, con astuzia e ingegno, quella lucidità e quell’equilibrio mentale che le erano stati sottratti da una vita trascorsa all’interno di un’invidiabile “prigione hi-tech”.

La regia di Leigh Whannell, giunto al suo terzo film dopo Upgrade e Insidious 3 – L’inizio, attraverso un montaggio rapido e a tratti soffocante – complice anche la cupa colonna sonora – si cala negli spazi dell’azione consapevole dei propri limiti e potenzialità, descrivendo gli ambienti con dovizia di particolari. Non mancano sequenze ad alto grado di spettacolarizzazione, ma queste sono decisamente contenute e, sebbene in alcuni casi possano risultare eccessive, non compromettono il giudizio complessivo sull’opera.

Nicola

Sintesi

L'uomo invisibile si rivela un film accattivante che, attraverso una trama coinvolgente e ricca di suspense, dimostra il grande talento alla regia di Leigh Whannell e la capacità di rinnovarsi portando sullo schermo una storia originale e dagli sviluppi imprevedibili.

Articoli Correlati

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli

Curon Netflix recensione serie TV [Anteprima]

Curon: recensione serie TV Netflix con Valeria Bilello, Luca Lionello, Federico Russo, Margherita Morchio, Alessandro Tedeschi e Juju Di Domenico Dentro di noi vivono due lupi: uno...

I cinque migliori film sul razzismo [Throwback Thursday]

Il tema del razzismo è molto presente nel cinema. In tempi difficili come quelli che stiamo vivendo, ripercorriamo insieme i migliori film sul razzismo È...

Curon: il trailer della serie TV Netflix in attesa della recensione

Curon: in attesa della recensione in anteprima, vi mostriamo il trailer della serie TV italiana Netflix disponibile dal 10 giugno in streaming Nei prossimi giorni...

Sandman: la serie TV sta arrivando su Netflix!

Sandman di Neil Gaiman, una delle migliori saghe a fumetti mai stampata, sta finalmente arrivando su Netflix Neil Gaiman, autore di American Gods e Good...

L’immensità della notte – The Vast of Night: gli Easter Egg del film su Prime Video

L'immensità della notte - The Vast of Night, opera prima di Andrew Patterson con Sierra McCormick e Jake Horowitz, disponibile su Amazon Prime Video L'immensità...

Snowpiercer Netflix recensione prima stagione completa serie TV Episodi 6-10

Snowpiercer Netflix: recensione serie TV con Jennifer Connelly, Daveed Diggs, Mickey Sumner, Iddo Goldberg, Alison Wright, Sheila Vand e Lena Hall Keep the faith, and you...

The 100 recensione stagione 7 episodio 2 7×2 Il giardino

The 100 recensione 7x2 episodio 2 stagione 7 Il giardino - The Garden con Eliza Taylor, Bob Morley, Marie Avgeropoulos e Shelby Flannery Prosegue...

The 100: perché vedere la serie TV di fantascienza su Netflix

The 100: perché vale la pena vedere la serie TV di Jason Rothenberg basata sui romanzi di Kass Morgan con Eliza Taylor e Bob...

Snowpiercer, il treno della vita: il film di Bong Joon-ho prima della serie Netflix [Throwback Thursday]

In occasione dell'uscita della serie TV Netflix ricordiamo Snowpiercer, il film di fantascienza post-apocalittica di Bong Joon-ho che ci ricorda che non siamo tutti uguali Il...

Giffoni Film Festival presenta la 50esima edizione: ospiti, date e programma 2020

Giffoni Film Festival ritorna dal 18 al 22 e dal 25 al 29 agosto 2020 e dal 26 al 30 dicembre 2020: ospiti e programma...