Idris Elba nel mirino di Suicide Squad 2, e altre storie

News Flakes: Suicide Squad 2, In the Garden of Beasts, Hello Kitty

Suicide Squad 2

Il sequel di Suicide Squad già sappiamo non sarà un vero e proprio sequel di Suicide Squad: sotto la guida dell’esautorato Guardian of the Galaxy James Gunn, l’unico punto fermo è stato fino ad ora il ritorno di Margot Robbie nei panni di Harley Quinn, il successo della quale è l’unica ragione per cui questo seguito ancora esiste.
Qualche giorno fa si era saputo dell’uscita dalla squadra di Will Smith, che a sorpresa si era unito al gruppo nel primo episodio nel ruolo dell’infallibile cecchino Deadshot, sacrificando un po’ del suo personale star power per partecipare ad un film corale.

MadMass.it consiglia by Amazon

Ora sembra che Gunn porterà con sé un altro transfugo del Marvel Cinematic Universe: in prima linea per interpretare lo stesso personaggio pare sia Idris Elba, che accettò il ruolo di Heimdall in Thor quando ancora era poco conosciuto al di fuori della Gran Bretagna, ed ora si gode un momento magico in cui può permettersi una varietà di ruoli che spaziano dal supercattivo Brixton in Hobbes & Shaw al gatto malandrino Macavity nel prossimo Cats, al deejay Charlie per Netflix in Turn Up Charlie. Nell’attesa di quella chiamata.

(Empire)

In the Garden of Beasts

Joe Wright, il cui ultimo film nelle sale è stato L’ora più buia, che ha dato a Gary Oldman un Oscar per la sua interpretazione di Winston Churchill, resterà nello stesso periodo storico dirigendo In the Garden Of Beasts, tratto da un libro di Erik Larson, che racconta la storia vera di William Dodd.
Dodd era un professore di Chicago che venne incaricato del ruolo di ambasciatore americano in Germania nel 1933, per cercare di capire di che pasta fosse realmente fatto Adolf Hitler. Ben presto, nonostante l’iniziale fascino per la vita a Berlino, e il fatto di condividere alcuni punti di vista antisemiti, Dodd comprese la gravità del trattamento degli Ebrei tedeschi.

Tom Hanks co-produrrà il film, ma non è ancora chiaro se il suo coinvolgimento lo porterà di fronte alle cineprese.
Intanto aspettiamo da Wright il neo-Hitchcockiano The Woman in the Window.

(Variety)

Hello Kitty

Hello Kitty

Ebbene sì, la gattina giapponese che adorna da quarantacinque anni ogni tipo di accessorio sarà per la prima volta protagonista di un film in lingua inglese (avendo già debuttato in madrepatria con tre Anime). Per il momento non si sa molto di più di questo progetto, se non che sarà prodotto da New Line. Vi aggiorneremo. O forse no.

 

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli