Goldstone - Dove i mondi si scontrano

Goldstone – Dove i mondi si scontrano recensione

Goldstone - Dove i mondi si scontrano è il sequel di Mystery Road: Ivan Sen torna a seguire le vicende del detective aborigeno. La recensione.

Goldstone – Dove i mondi si scontrano recensione film di Ivan Sen con Aaron Pedersen, Alex Russell, David Wenham, Jacki Weaver e Michelle Lim Davidson

Goldstone – Dove i mondi si scontrano è un lungometraggio di Ivan Sen, che si occupa del film a trecentosessanta gradi curando: regia, fotografia, sceneggiatura, montaggio e musica. Due anni dopo Mystery Road, Sen torna a raccontare del detective aborigeno Jay Shaw (Aaron Pedersen).

Nel deserto australiano la città più arida è Goldstone, sfruttata dagli uomini bianchi per le sue miniere d’oro e luogo privilegiato per lo sfruttamento di donne per la prostituzione.

Jay viene convocato a Goldstone per investigare sulla scomparsa di una ragazza asiatica avvenuta mesi prima. Qui incontrerà subito Josh Waters (Alex Russell), poliziotto bianco della cittadina; fra i due non c’è una simpatia reciproca eppure riusciranno a collaborare e a scovare un traffico di prostitute asiatiche.

Goldstone - Dove i mondi si scontrano recensione
Michelle Lim Davidson

Jay Shaw (Aaron Pedersen) e il sindaco Maureen (Jacki Weaver)
Jay Shaw (Aaron Pedersen) e il sindaco Maureen (Jacki Weaver) in Goldstone – Dove i mondi si scontrano

Goldstone ha la particolarità di fondere al suo interno diversi generi, e di ognuno non ne prende i cliché, anzi li abolisce. Un noir, un thriller, un poliziesco e un western 2.0 ma senza rocambolesche scene di sparatorie, senza cadaveri e senza sproloqui.

La pellicola di Ivan Sen anzi, procede molto lentamente, anche troppo. Il motivo è quello di potersi soffermare sull’incredibile location che fornisce al film la sua vera personalità. Goldstone è l’arido deserto, le rocce rossastre, l’assenza di case e di civiltà. L’ambientazione perfetta per uno stile di vita puro e semplice, dedito alla contemplazione dei paesaggi e al culto della povertà. Invece, nonostante ciò, l’uomo bianco riesce sempre a eclissare la natura e sfruttare la terra per far valere i propri interessi economici.

Ivan Sen, anch’egli di origini aborigene, mette in Goldstone diversi temi molto profondi come lo sfruttamento della terra e delle persone deboli ma anche quello razziale, lasciando in secondo piano l’azione. Ciò che sicuramente colpisce nell’opera è la fotografia: la luce naturale fa risaltare i colori dell’ambientazione e i campi lunghi permettono allo spettatore di cogliere l’immensità del luogo in confronto alla piccolezza dell’essere umano.

Michelle Lim Davidson in Goldstone
Michelle Lim Davidson in Goldstone

Goldstone - Dove i mondi si scontrano recensione
Kate Beahan

Sintesi

Goldstone - Dove i mondi si scontrano è un sapiente mix di generi, dal noir al western, che ricerca l’umanità anche dove sembra non esserci. La narrazione del sequel di Mystery Road è piuttosto dilatata e non particolarmente appassionante, ma allo stesso tempo la pellicola di Ivan Sen affascina attraverso l'esaltazione delle ambientazioni immerse nel deserto australiano.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...

Cinema News del 28 novembre [Rassegna Stampa]

Godzilla vs. Kong: Netflix vs. HBO Max per l'uscita streaming Il trailer di Happiest Season con Kristen Stewart e Mackenzie Davis Franco Nero ritorna...

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe [TFF 38]

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe con Brian Ritchie presentato al Torino Film Festival 38 Avere figli significa...

Regina recensione film di Alessandro Grande con Ginevra Francesconi [TFF 38]

Regina recensione film di Alessandro Grande con Francesco Montanari, Ginevra Francesconi, Barbara Giordano e Max Mazzotta al Torino Film Festival 38 Unico alfiere a rappresentare l’Italia...

Strange Days recensione film di Kathryn Bigelow [Flashback Friday]

Strange Days recensione del film di Kathryn Bigelow con Ralph Fiennes, Angela Bassett, Juliette Lewis, Vincent D'Onofrio, William Fichtner e Tom Sizemore Dopo Point Break -...

Cinema News del 27 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a Daria Nicolodi I progetti di Alex Garland Álex de la Iglesia e la Veneciafrenia La Radioscopie di Claire Denis Les promesses...

Pixar: i migliori film da vedere assolutamente [Throwback Thursday]

Le opere Pixar fanno parte della nostra infanzia ed adolescenza, grazie ai molti lungometraggi che ci hanno scaldato il cuore. Vediamo i cinque migliori...