Everything Went Fine

Everything Went Fine recensione film di François Ozon con Sophie Marceau [Cannes 74]

Everything Went Fine recensione film di François Ozon con Sophie Marceau, Charlotte Rampling, André Dussollier e Géraldine Pailhas a Cannes 74

La vecchiaia (e la malattia) fanno paura. A tutti e più della morte.
Proprio perché molto malato, un ricco signore ultraottantenne (André Dussollier) della buonissima borghesia, chiede alla figlia (Sophie Marceau) un favore. Aiutarlo a passare il confine. Fisico, dalla Francia alla Svizzera, e naturale.

MadMass.it consiglia by Amazon

Everything Went Fine recensione film di François Ozon con Sophie Marceau
Tout s’est bien passé – Everything Went Fine di François Ozon con Sophie Marceau e Charlotte Rampling al Festival di Cannes 74

CANNES 74 PODCAST: Ascolta la recensione di Tout s’est bien passéEverything Went Fine di François Ozon in diretta dal Festival di Cannes

LEGGI ANCORA: Tout s’est bien passé: la recensione di Elisa

Tout s’est bien passéEverything Went Fine (È andato tutto bene la traduzione letterale in italiano del titolo) è il film sul fine vita che François Ozon porta in concorso al Festival di Cannes.

Oggetto di studio, il cineasta francese. Estremamente prolifico (il suo Estate ’85 – da poco uscito nella sale italiane – era atteso al Festival dello scorso anno, cancellato per pandemia), variabilissimo nei generi e nelle tipologie di film che affronta (dal musical 8 donne e un mistero, al fantasy da camera Ricky). Anche lo stile è poco riconoscibile, nel passaggio da un suo titolo a un altro.

Resta l’ambientazione high society nel cinema di Ozon. E la indiscutibile capacità di dirigere gli attori. Grande André Dussollier, il padre. Sorprendente Sophie Marceau, la figlia.

Sophie Marceau e André Dussollier in Everything Went Fine
Sophie Marceau e André Dussollier

Géraldine Pailhas e Sophie Marceau
Géraldine Pailhas e Sophie Marceau

Sophie Marceau, Géraldine Pailhas e André Dussollier
Sophie Marceau, Géraldine Pailhas e André Dussollier

Sintesi

Il fine vita tra vecchiaia e malattia per François Ozon, sempre variabile nei generi e nello stile ma costante nell'ambientazione tra l'alta società e nell'indiscutibile capacità di dirigere egregiamente gli attori. Grande André Dussollier, sorprendente Sophie Marceau.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli