Dopo il matrimonio

Dopo il matrimonio recensione

Dopo il matrimonio recensione film di Bart Freundlich con Michelle Williams, Julianne Moore, Billy Crudup, Abby Quinn, Alex Esola e Susan Blackwell

Perché fare un remake di un film uscito ‘appena’ 14 anni fa? È legittimo farsi questa domanda ma è anche legittimo distinguere ogni fattispecie. Remake americano del film omonimo di Susanne Bier, Dopo il matrimonio è stato anche candidato al premio Oscar come miglior film straniero nel 2007.

Non è mai facile mettere in scena una storia che il pubblico potenzialmente già conosce, bisogna seguire pedissequamente il film originale? È giusto stravolgerlo? L’operazione compiuta dal regista Bart Freundlich è interessante: i ruoli che nel film della Bier erano di Mads Mikkelsen e Rolf Lassgård qui diventano di Michelle Williams e Julianne Moore. Il cambio di sesso dei protagonisti non è solo il MacGuffin produttivo che dà vita al film ma serve a donare un nuovo punto di vista rispetto alla pellicola originale.

Nonostante la trama sia identica, e forse qui Freundlich poteva osare un po’ di più, Dopo il matrimonio mette in scena una storia in cui entrano in conflitto due donne agli antipodi in tutto e per tutto ma accomunate da un grande senso materno, ed è proprio questa una delle fonti di interesse che crea questo remake. Le due donne personificano due maternità diverse e il film vuole proprio indagare quanto in là l’amore di una madre possa spingersi e la sceneggiatura, sempre curata da Bart Freundlich, riesce a descrivere con attenzione non solo i personaggi ma anche l’ambiente che li circonda.

Dopo il matrimonio recensione
Michelle Williams, Abby Quinn, Alex Esola, Billy Crudup e Julianne Moore

Michelle Williams
Michelle Williams

Se inizialmente il ritorno negli Stati Uniti di Theresa (Michelle Williams) sembra un importante viaggio lavorativo, con il passare dei minuti scopriamo che non tutto è come sembra e forse quella misteriosa chiamata non è casuale; il regista è abile nel rendere il film fin da subito immersivo allontanandosi dalla regia nervosa dell’opera danese e adottando uno stile registico molto più dolce e classico. Questa scelta permette di permette di rendere i momenti emotivi del film particolarmente riusciti: il mix tra storia intima europea e messa in scena americana funziona bene, inoltre Freundlich svela le carte molto sapientemente nel corso del racconto tenendo sempre alta l’attenzione dello spettatore che verrà sorpreso da alcuni colpi di scena in un climax di emozioni sempre crescente.

Come detto al centro del film c’è il rapporto tra Isabel (Julianne Moore) e Theresa (Michelle Williams). Se la prima rappresenta gli Stati Uniti e la società consumistica la seconda incarna i valori umili e spirituali dell’India, in questo confronto però non troviamo della facile retorica ma, al contrario, nella storia non ci sono buoni o cattivi né vinti né vincitori ma semplici persone con i loro sentimenti, problemi e paure.

Billy Crudup e Julianne Moore
Billy Crudup e Julianne Moore

Abby Quinn e Michelle Williams
Abby Quinn e Michelle Williams

Nonostante una buona prova attoriale di Billy Crudup a spiccare e ad alzare il livello sono proprio le interpretazioni di Julianne Moore e Michelle Williams: Isabel e Theresa, per quanto diversi, non erano personaggi semplici da interpretare essendo due donne in momenti critici della vita eppure i duetti tra le due risultano davvero convincenti e coinvolgenti. Freundlich muove la macchina da presa in modo che essa faccia comprendere le situazioni emotive delle due donne senza doversi schierare da un lato o dall’altro.

Grazie ad un interessante vai e vieni tra l’India e gli Stati Uniti e ad una ottima prova di due grandi attrici Dopo il matrimonio si rivela essere un’operazione riuscita che riesce a creare una nuova atmosfera in una storia già precedentemente messa in scena.

Andrea P.

Sintesi

Remake americano dell'opera omonima di Susanne Bier candidato al premio Oscar come miglior film straniero nel 2007, Dopo il matrimonio di Bart Freundlich riesce a creare un'atmosfera nuova e a donare un nuovo punto di vista rispetto alla pellicola originale, personificando in Michelle Williams e Julianne Moore due maternità diverse ed indagando quanto in là l'amore di una madre possa spingersi.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Intervista a Fabio Crisante, conformer e professionista della post-produzione all’Istituto Luce Cinecittà

Intervista a Fabio Crisante, conformer e professionista della post-produzione nel cinema italiano presso Istituto Luce Cinecittà Fabio Crisante: l'intervista Quali sono le tue origini? Come è...

Tutta colpa di Freud recensione serie TV con Claudio Bisio [Amazon Prime Video Anteprima]

Tutta colpa di Freud recensione serie TV Amazon Prime Video di Paolo Genovese e Rolando Ravello con Claudio Bisio, Caterina Shulha, Marta Gastini, Demetra...

Golden Globes vincitori 2021 in diretta streaming su MadMass.it

Golden Globes vincitori 2021: in diretta streaming su MadMass.it la notte dei Golden Globe Awards 2021 Seguite la diretta dei Golden Globes 2021 live streaming...

Boogie Nights – L’altra Hollywood recensione film di Paul Thomas Anderson [Flashback Friday]

Boogie Nights - L'altra Hollywood recensione del film di Paul Thomas Anderson con Mark Wahlberg, Burt Reynolds, Julianne Moore, Heather Graham, William H. Macy, Don...

Golden Globes 2021 dove vederli diretta streaming satellite e digitale terrestre

Golden Globes 2021 dove vederli: in diretta streaming, satellite e digitale terrestre su Sky Atlantic e Sky TG24 Seguite la diretta dei Golden Globes 2021...

I migliori film ambientati a New York da vedere [Throwback Thursday]

Sono stati tanti i registi che hanno scelto New York come sfondo delle loro storie. Riscopriamo insieme 5 film ambientati nella Grande Mela da vedere...

Cinema News: Spider-Man No Way Home, Loki, Ryan Gosling e il trailer di The Mauritanian con Jodie Foster

Cinema News by Day su MadMass.it Spider-Man 3: rivelato il titolo del nuovo capitolo della saga con Tom Holland Tom Holland dichiara che con questo...

Buon compleanno Pinocchio: l’81esimo anniversario del capolavoro Disney

Buon compleanno Pinocchio: l'81esimo anniversario del capolavoro dell'animazione di Walt Disney tratto dal romanzo di Carlo Collodi Buon compleanno Pinocchio non è il solito articolo...

Tutta colpa di Freud recensione del film di Paolo Genovese con Marco Giallini [Netflix]

Tutta colpa di Freud recensione film di Paolo Genovese con Marco Giallini, Alessandro Gassmann, Claudia Gerini, Anna Foglietta e Vittoria Puccini Inizia così Tutta colpa...

Cinema News: il cast di The Outfit, i trailer di Natural Light e di A Week Away e Il grande Gatsby serie animata

Cinema News by Day su MadMass.it The Outfit: il cast del film di Graham Moore Natural Light: il trailer del film di Dénes Nagy...