Di Yi Lu Xiang (Love After Love)

Di Yi Lu Xiang (Love After Love) recensione film di Ann Hui [Venezia 77]

Di Yi Lu Xiang (Love After Love) recensione film di Ann Hui con Sandra Ma Sichun, Faye Yu, Eddie Peng, Ning Chang, Wei Fan, Isabella Leong, Karlina Zhang e Michelle Bai

Ann Hui torna Al Lido per la 77esima Mostra del Cinema di Venezia, stavolta per ritirare il Leone d’Oro alla carriera, consegnato anche a Tilda Swinton, e per presentare Fuori Concorso il suo ultimo lungometraggio, Di Yi Lu Xiang (Love After Love).

Il melò ambientato negli anni 30’ è ispirato al romanzo di Eileen Chang Aloeswood Incense: The First Brazier, punto di riferimento letterario per la regista. La protagonista Ge Weilong (Sandra Ma Sichun), una giovane donna determinata a completare gli studi a Hong Kong, dovrà chiedere l’aiuto dell’altolocata zia Liang (Faye Yu) che non vedeva da molti anni affinché possa metterla sotto la sua ala e mantenerla.

Ann Hui riceve il Leone d'Oro alla Carriera alla Mostra del Cinema di Venezia 2020
Ann Hui riceve il Leone d’Oro alla Carriera alla Mostra del Cinema di Venezia 2020

Sandra Ma Sichun e Wei Fan
Sandra Ma Sichun e Wei Fan

Lady Liang è una donna dedita alla joie de vivre, ai party e al corteggiamento di aitanti giovani benestanti e quando Weilong busserà alla sua porta coglierà l’occasione per far di lei la sua dama di compagnia, abituandola al lusso e alla mondanità. Le due si troveranno però in una situazione difficile quando nella loro casa entrerà George Qiao (Eddie Peng), belloccio e nullafacente, che ha il solo scopo di diventare un mantenuto e non doversi mai preoccupare della fedeltà.

Pur rimanendo dentro le mura della bellissima villa, Love After Love dipinge un ritratto dettagliato della società di quel tempo – subito dopo la Seconda Guerra Mondiale ad Hong Kong – evidenziando le debolezze dei personaggi e la loro incapacità nel voler o poter ambire ad una vita diversa.

Di Yi Lu Xiang (Love After Love) recensione film di Ann Hui
Di Yi Lu Xiang (Love After Love) di Ann Hui

Eddie Peng
Eddie Peng

Purtroppo la storia è ricca di cliché e non approfondisce nessuna tematica in particolare, restituendo un melodramma piatto e poco significativo, seppur artisticamente e tecnicamente Ann Hui e la sua crew riescano a far immergere lo spettatore in quel contesto culturale seppur così lontano dal nostro, realizzando un film esteticamente molto bello da guardare ma assai verboso da sentire.

Nota di merito agli interpreti, specialmente a Sandra Ma Sichun che rende credibilissima la giovane Weilong confermandosi stella emergente del cinema di Hong Kong, dopo Time Flies Soundlessly e Qi yue yu an sheng.

Di Yi Lu Xiang (Love After Love) di Ann Hui
Di Yi Lu Xiang (Love After Love) di Ann Hui

Sintesi

Ann Hui porta sullo schermo una storia con grandi potenzialità e dall'elevato spessore tecnico, dipingendo realisticamente un ritratto dettagliato della società di Hong Kong subito dopo la Seconda Guerra Mondiale, restituendo tuttavia un melodramma piatto e poco significativo, esteticamente molto bello da guardare ma assai verboso da sentire.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...

Cinema News del 28 novembre [Rassegna Stampa]

Godzilla vs. Kong: Netflix vs. HBO Max per l'uscita streaming Il trailer di Happiest Season con Kristen Stewart e Mackenzie Davis Franco Nero ritorna...

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe [TFF 38]

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe con Brian Ritchie presentato al Torino Film Festival 38 Avere figli significa...

Regina recensione film di Alessandro Grande con Ginevra Francesconi [TFF 38]

Regina recensione film di Alessandro Grande con Francesco Montanari, Ginevra Francesconi, Barbara Giordano e Max Mazzotta al Torino Film Festival 38 Unico alfiere a rappresentare l’Italia...