Dear White People 1-3

Dear White People recensione serie TV stagioni 1-3 [Netflix]

Dear White People recensione serie TV Netflix di Justin Simien con Logan Browning, Brandon P. Bell, DeRon HortonAshley Blaine Featherson

Dear White People è la serie tv del 2017 creata da Justin Simien, dietro alla macchina da presa anche dell’omonimo film del 2014. Le prime tre stagioni della serie tv sono presenti su Netflix, la quarta è stata da poco annunciata.

Dear White People segue le vicende di un gruppo di studenti di uno dei college della Ivy League americana, tutti con una caratteristica in comune: sono afroamericani. Dear White People nella narrazione è il nome del programma radiofonico di Samantha White, studentessa di cinema e attivista per i diritti degli afroamericani. Nella serie tv è interpretata da Logan Browning, nel film da Tessa Thompson.

Logan Browning e John Patrick Amedori
Logan Browning e John Patrick Amedori

Nia Jervier e Antoinette Robertson
Nia Jervier e Antoinette Robertson

La prima stagione inizia raccontando un episodio del programma radiofonico e ad ogni episodio focalizza la propria attenzione su un personaggio alla volta. La serie ha questo tipo di narrazione per tutti gli episodi della prima stagione, mentre successivamente ritorna una narrazione più a 360°.

La prima stagione offre alcuni spunti veramente interessanti per quanto riguarda il razzismo e la differenza di trattamento delle persone di colore.

La seconda e la terza stagione si discostano leggermente dalla tematica razziale della prima e ampliano ad altre tematiche, come l’aborto, l’accettazione della propria sessualità e gli abusi: tematiche accennate nella prima stagione, ma che tornano dirompenti nella seconda. Tutte ovviamente amplificate dal fatto che le persone a cui capitano la maggior parte degli avvenimenti sono di colore.

Giancarlo Esposito, narratore di Dear White People
Giancarlo Esposito, narratore di Dear White People

La serie tv ha inoltre un narratore d’eccezione nelle prime due stagioni: Giancarlo Esposito, Gus Fring di Breaking Bad. Netflix ne ha ordinato una quarta e finale stagione.

Dear White People è uno show che vale davvero la pena vedere, almeno la prima stagione nel caso in cui poi non vi conquistasse. Gli spunti di riflessione che nascono sul razzismo sono davvero molteplici: cose che le persone caucasiche possono dare per scontate, per una persona di colore diventano quasi impossibili.

Diamond White e Antoinette Robertson
Diamond White e Antoinette Robertson

Nia Jervier e Antoinette Robertson
Nia Jervier e Antoinette Robertson

Non pensate però che i temi trattati siano affrontati in maniera pesante, anzi, proprio il contrario. Le giuste e bilanciate dosi di comedy e serietà vi faranno entrare in sintonia con i personaggi, riuscirete a capire e a simpatizzare per Sam White e la sua migliore amica Joelle, interpretata da Ashley Blaine Featherson.

Dear White People è un’opera interessante per entrare nell’ottica del movimento “Black Lives Matter”, per capire come essere un alleato, per realizzare quali sono effettivamente i nostri privilegi in quanto persone bianche. Non finisce qui ovviamente, c’è molto da imparare, ma se volete iniziare a comprendere questo è la serie tv che fa per voi.

Sintesi

Perfetta per iniziare ad entrare nell'ottica del movimento "Black Lives Matter", Dear White People di Justin Simien vi permetterà di realizzare quali sono i vostri white privileges in maniera graduale, consapevole e a tratti comedy. Vale la pena iniziare a comprendere.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Better Days recensione [FEFF 22]

Better Days recensione film di Derek Kwok-cheung Tsang con Zhou Dongyu, Jackson Yee, Yin Fang, Huang Jue, Wu Yue, Zhou Ye e Zhang Yifan Vincitore del...

Far East Film Festival 2020 vincitori: Better Days vince #FEFF22

Far East Film Festival 2020: vince Better Days (Cina) di Derek Kwok-cheung Tsang, secondo Victim(s) (Malaysia) di Layla Zhuqing Ji, terzo I WeirDO (Taiwan)...

Beasts Clawing at Straws recensione [FEFF 22]

Beasts Clawing at Straws recensione film di Young-hoon Kim con Do-yeon Jeon, Woo-sung Jung, Sung-woo Bae, Yeo-jeong Yoon e Man-sik Jeong Premiere italiana anche per il...

#HandballStrive recensione [FEFF22]

#HandballStrive recensione film di Daigo Matsui con Seishiro Kato, Kotaro Daigo, Himi Sato, Ryota Bando, Fuku Suzuki, Seimu Iwamoto e Miku Tanaka Daigo Matsui ha una...

The President’s Last Bang recensione [FEFF 22]

The President’s Last Bang recensione film di Sang-soo Im con Yoon-sik Baek, Suk-kyu Han, Jae-ho Song, Eung-soo Kim e Won-joong Jeong Per il bene della...

The Closet recensione [FEFF 22]

The Closet recensione film di Kwang-bin Kim con Jung-woo Ha, Nam-gil Kim, Yool Heo, Si-ah Kim, Hyun-bin Shin e Soo-jin Kim Prendendo The Closet come...

Dance with Me recensione [FEFF 22]

Dance with Me recensione film di Shinobu Yaguchi con Ayaka Miyoshi, Akira Takarada, Takahiro Miura e Yū Yashiro al Far East Film Festival 2020 Nei...

Romance Doll recensione [FEFF 22]

Romance Doll recensione film di Yuki Tanada con Issey Takahashi, Yū Aoi, Yasuhiro Koseki e Taki Pierre al Far East Film Festival 2020 Fa il suo...

i-Documentary of the Journalist recensione [FEFF 22]

i-Documentary of the Journalist recensione documentario di Tatsuya Mori presentato al Far East Film Festival 2020 "Isoko Mochizuki sono io. Isoko Mochizuki è tutti noi. Un po'...

Cry recensione [FEFF 22]

Cry recensione film di Hirobumi Watanabe con Hirobumi Watanabe, Misao Hirayama e Riko Hisatsugu presentato in anteprima internazionale al Far East Film Festival 2020 Quanti...