Attraverso i miei occhi

Attraverso i miei occhi recensione

Attraverso i miei occhi recensione del film di Simon Curtis con Kevin Costner, Milo Ventimiglia, Amanda Seyfried, Kathy Baker e la voce di Gigi Proietti

Gigi Proietti lo ha definito furbo ma senza facile retorica, i giornalisti presenti alla proiezione stampa lo hanno visto e non visto in preda a lacrime e singhiozzi. Attraverso i miei occhi è sicuramente un film che non lascia indifferenti, pur senza essere sperimentale o rivoluzionario nelle parti che lo compongono.

Simon Curtis, già regista di Marilyn e Vi presento Christopher Robin, metabolizza e rielabora il bestseller di Garth SteinL’arte di correre sotto la pioggia, per raccontare la storia della famiglia Swift dall’insolito punto di vista di uno splendido golden retriever, memoria parlante di un frammento di vita attraverso la voce profonda di Kevin Costner nella versione originale e quella inconfondibile di Gigi Proietti nel doppiaggio italiano.

Attraverso i miei occhi recensione
Milo Ventimiglia e Amanda Seyfried in una scena del film

Attraverso i miei occhi
Amanda Seyfried insieme ad Enzo in una scena di Attraverso i miei occhi

Forte della lezione di Io e Marley e Hachiko – a loro modo film cult per la presenza canina – Attraverso i miei occhi sfrutta in maniera sottile e intelligente la visione ingenua di un animale su una serie di vicissitudini umane come l’amore, la malattia, l’esperienza di morte, per rendere speciale il valore della vita particolare che porta avanti ciascuno di noi senza avere i riflettori puntati addosso. Non è un caso che ci siano Milo Ventimiglia nei panni dell’aspirante pilota di Formula 1 Denny Swift, reduce dall’enorme successo del family-drama della NBC This Is Us, e la dolce insegnante Eve, interpretata da Amanda Seyfried, a comporre un nucleo familiare con cui estremamente facile entrare in sintonia e rimanere invischiati senza rendersene conto.

A scandire il tempo, le riflessioni di Enzo / Costner / Proietti cuciono assieme e caricano i normali attimi della quotidianità, riuscendo nell’impresa di non banalizzare e rendere troppo melenso una storia estremamente comune. Se infatti si arriva al groppo in gola, agli occhi lucidi e alla lacrima che riga le guance, è merito di una costruzione in crescendo che sceglie la misura piuttosto che l’esagerazione, attraverso piccolissime istruzioni emotive che portano inevitabilmente lo spettatore ad un determinato tipo di reazione.

Poco importa se chi guarda ami gli animali o ne abbia posseduto uno, è impossibile non ritrovare in questo film qualche elemento che sia legato alla nostra esperienza personale – chi di noi non ha conosciuto la morte o la passione? – amplificato all’ennesima potenza dalla voce calda e temprata dall’esperienza di Gigi Proietti.

Attraverso i miei occhi
Enzo, doppiato da Gigi Proietti nella versione italiana

Enzo e Milo Ventimiglia
Enzo e Milo Ventimiglia

Attraverso i miei occhi recensione
Enzo e Milo Ventimiglia

Sintesi

Attraverso i miei occhi sfrutta in maniera sottile e intelligente la visione ingenua di un animale su una serie di vicissitudini umane come l'amore, la malattia, l'esperienza di morte, per rendere speciale il valore della vita particolare che porta avanti ciascuno di noi senza avere i riflettori puntati addosso, attraverso una costruzione in crescendo che sceglie la misura piuttosto che l'esagerazione, amplificata dalla voce calda e temprata dall'esperienza di Gigi Proietti.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora e Luciana Angiolillo Il cinema italiano del dopoguerra, si sa,...

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova, Filipp Yankovskiy, Ignat Daniltsev, Oleg Yankovskiy e Alla Demidova Lo specchio, il regalo di Tarkovskij all’umanità...

Cinema News del 30 novembre [Rassegna Stampa]

10 giorni con Babbo Natale Il Capodanno di Doctor Who Tutti per Giovanni Veronesi, Giovanni Veronesi per tutti La scelta giusta Cinema News 30...

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...