Victim(s)

Victim(s) recensione [FEFF 22]

Victim(s) recensione film di Layla Zhuqing Ji con Lu Huang, Remon Lim, Xianjun Fu, Wilson Hsu e Kahoe Hon secondo classificato al Far East Film Festival 2020

Toccante e fin troppo reale dramma diretto della giovane regista Layla Zhuqing Ji, Victim(s) si potrebbe definire una triste fenomenologia del bullismo – argomento centrale anche nel vincitore del FEFF 2020 Better Days – che riesce a sviscerare tutti gli aspetti e i lati bui di questa piaga sociale, ormai sempre più diffusa tra le giovani generazioni.

MadMass.it consiglia by Amazon

Basato su fatti realmente accaduti, il film malesiano parte con un incipit da thriller poliziesco in cui in viene annunciata in tv la morte di un giovane ragazzo e il ferimento di altri due da parte di un ignoto assassino. I toni cupi e oscuri delle inquadrature iniziali vengono subito enfatizzati da note drammatiche quando il giovane Chen (Xianjun Fu) confessa alla polizia l’omicidio del suo compagno di scuola Gangzi (Kahoe Hon).

Wilson Hsu
Wilson Hsu

Xianjun Fu e Wilson Hsu
Xianjun Fu e Wilson Hsu

Bravissima Zhuqing Ji che per conferire ancora più suspense alla storia inserisce delle brevi interviste iniziali ai compagni di scuola che ipotizzano dei moventi, più o meno veritieri. Perché Chen ha ucciso Gangzi? Sarà stato per gelosia, per rivalità o per futile competizione tra ragazzi? Ben presto si capisce che in realtà l’unico triste motivo è uno. Attraverso una serie di flashback che rendono movimentata la narrazione, viene svelato il movente che ha spinto Chen a diventare un assassino, il bullismo. Il povero studente infatti, bullizzato dai tre compagni in modo crudele e spietato e stanco di essere una docile vittima, è quasi costretto a reagire con violenza per fermare i soprusi, che sia lui che la sua ragazza Qianmo (Wilson Hsu), subiscono da diverso tempo.

Oltre al bullismo, in Victim(s) vengono trattare diverse tematiche delicate e molto diffuse nella società orientale, come l’omosessualità vissuta come vergogna, la violenza sulle donne trattate come oggetto sessuale e l’abuso della tecnologia che crea dipendenza soprattutto nei giovani.

Il Far East Film Festival, che aveva già affrontato il problema del bullismo con Mon Mon Mon Monsters (2017), oltre che con il già citato Better Days, torna a parlare di nuovo di questa terribile realtà che colpisce soprattutto i giovani.

Kahoe Hon
Kahoe Hon

Victim(s) recensione FEFF 22
Victim(s) di Layla Zhuqing Ji con Lu Huang secondo classificato al FEFF 2020

Sintesi

Layla Zhuqing Ji riporta al Far East Film Festival la problematica del bullismo, piaga sociale sempre più diffusa tra i giovani, toccando inoltre con delicatezza tematiche come l’omosessualità vissuta come vergogna, la violenza sulle donne trattate come oggetto sessuale e l’abuso della tecnologia che crea dipendenza.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Tutto in una notte recensione film di John Landis con Jeff Goldblum e Michelle Pfeiffer [Flashback Friday]

Tutto in una notte recensione del film di John Landis con Jeff Goldblum, Michelle Pfeiffer, Dan Aykroyd, David Bowie, Paul Mazursky e David Cronenberg Gli anni...

Cinema News del 22 gennaio [Rassegna Stampa]

Sony cede Superconnessi a Netflix Risincronizziamo i calendari Michelle Pfeiffer e Viola Davis sono The First Lady Epic Games si dà al cinema ...

21° Anniversario American Beauty [Throwback Thursday]

Ventuno anni fa usciva nelle sale italiane American Beauty: ricordiamo insieme l'acclamato film premio Oscar di Sam Mendes con Kevin Spacey Il 21 gennaio del...

L’inferno di cristallo recensione film con Paul Newman e Steve McQueen

L'inferno di cristallo recensione del film diretto da John Guillermin e Irwin Allen con Paul Newman, Steve McQueen, Faye Dunaway, William Holden, Fred Astaire...

Cinema News del 21 gennaio [Rassegna Stampa]

Lei mi parla ancora Il primo giorno della mia vita meravigliosa Heartstopper Brevissime Cinema News 21 gennaio Lei mi parla ancora Arriva su Sky Cinema l’8...

Cinema News del 20 gennaio [Rassegna Stampa]

Wonka Quello che non ti uccide/Boss Level Fate: The Winx Saga Libra Nikolaj Coster-Waldau vs Il Ghiaccio The Walled City La miniserie su...

Cinema News del 19 gennaio [Rassegna Stampa]

La prima immagine di Luca James Gunn inizia le riprese di Peacemaker Matt Damon apparentemente in Thor: Love and Thunder Brevissime Il Martin Luther...

Ava recensione film di Tate Taylor con Jessica Chastain e John Malkovich [Netflix]

Ava recensione film di Tate Taylor con Jessica Chastain, John Malkovich, Colin Farrell, Common, Geena Davis, Jess Weixler, Diana Silvers e Joan Chen Non chiamare...

I cancelli del cielo recensione film di Michael Cimino con Kris Kristofferson e Isabelle Huppert

I cancelli del cielo recensione del film di Michael Cimino con Kris Kristofferson, Isabelle Huppert, Christopher Walken, Jeff Bridges, John Hurt e Sam Waterston Dalle stelle...

Intervista ad Alessandro Grande regista del film Regina

Intervista ad Alessandro Grande, regista di Regina, film in concorso al 38° Torino Film Festival Lo abbiamo visto e recensito in occasione della 38esima edizione...