Van Gogh e il Giappone

Van Gogh e il Giappone recensione

Van Gogh e il Giappone docufilm diretto da David Bickerstaff e distribuito da Nexo Digital

Van Gogh e il Giappone è un documentario diretto da David Bickerstaff e distribuito da Nexo Digital, primo della serie “La Grande Arte al Cinema”, dedicata alle storie di opere e artisti degli ultimi secoli.

L’obiettivo di questa iniziativa è far assaporare allo spettatore le opere d’arte con immagini, sequenze e descrizioni che costituiscono un’esperienza unica. In questo caso si assiste ad una narrazione lineare degli aspetti della vita di Van Gogh pesantemente influenzati dall’arte giapponese.

Van Gogh e il Giappone Nexo Digital
Van Gogh e il Giappone docufilm diretto da David Bickerstaff e distribuito da Nexo Digital

David Bickerstaff
David Bickerstaff dirige il docufilm Van Gogh e il Giappone

Pur non avendo mai visitato il paese del Sol Levante, e non avendo nessuna intenzione di visitarlo, l’artista amava le opere d’arte giapponesi, ed è possibile notare ciò dai numerosi suoi dipinti che da esse prendono ispirazione. Colori piatti e delicati, tratti semplici ma dettagli quasi minuscoli per dare una rappresentazione più ampia dei paesaggi furono le maggiori fonti di ispirazione per l’artista, che spesso utilizzò queste tecniche per rappresentare i suoi soggetti.

Buona parte di ciò che sappiamo sul rapporto tra Van Gogh e il Giappone, lo dobbiamo alle lettere che scrisse al fratello Theo, nelle quali troviamo molti dettagli che riconducono alla sua vita in Francia, tra Parigi e Provenza e che costituiscono la struttura narrativa del documentario, riuscendo a dare un contesto alle opere presentate sullo schermo in relazione ai diversi periodi della vita dell’artista.

Shoko Adachi in Van Gogh e il Giappone
L’intagliatore del legno Shoko Adachi

David Bickerstaff
David Bickerstaff

La pellicola ripercorre questi periodi arricchiti da commenti e interviste di critici, artisti e professionisti del mestiere, tra cui molti giapponesi come il calligrafo Tomoko Kawao e l’artista performativo Tatsumi Orimoto, che danno valore aggiunto al tema trattato.

Van Gogh mitizzò, idealizzò e fece suo lo stile giapponese Ukiyo-e (letteralmente “immagine del mondo fluttuante”), riconoscibile in numerose opere dell’artista, molte delle quali riprendevano i soggetti dei dipinti giapponesi, con colori più vividi e arricchite da ideogrammi nipponici.

Van Gogh e il Giappone offre una panoramica sulla vita adulta dell’artista e il suo rapporto con l’arte giapponese, ben documentando gli avvenimenti più importanti e accompagnandoli con splendide sequenze alternate tra paesaggi e dipinti ripresi nel dettaglio.

Alessio

Sintesi

Docufilm diretto da David Bickerstaff e distribuito da Nexo Digital nell'ambito dell'iniziativa “La Grande Arte al Cinema”, Van Gogh e il Giappone offre una panoramica sulla vita adulta dell’artista e il suo rapporto con l’arte giapponese, ben documentando gli avvenimenti più importanti e accompagnandoli con splendide sequenze alternate tra paesaggi e dipinti ripresi nel dettaglio.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman

Il sorpasso recensione film di Dino Risi con Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant, Catherine Spaak, Claudio Gora e Luciana Angiolillo Il cinema italiano del dopoguerra, si sa,...

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova

Lo specchio recensione film di Andrej Tarkovskij con Margarita Terekhova, Filipp Yankovskiy, Ignat Daniltsev, Oleg Yankovskiy e Alla Demidova Lo specchio, il regalo di Tarkovskij all’umanità...

Cinema News del 30 novembre [Rassegna Stampa]

10 giorni con Babbo Natale Il Capodanno di Doctor Who Tutti per Giovanni Veronesi, Giovanni Veronesi per tutti La scelta giusta Cinema News 30...

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...