The Unhealer - Il potere del male

The Unhealer – Il potere del male recensione film di Martin Guigui con Natasha Henstridge e Lance Henriksen [Anteprima]

Dal 14 luglio in home video grazie a Blue Swan Entertainment The Unhealer - Il potere del male: la recensione

The Unhealer – Il potere del male recensione film di Martin Guigui con Natasha Henstridge, Adam Beach, Lance HenriksenElijah Nelson e Kayla Carlson

Vendetta, bullismo e rivincita sono i temi centrali di The Unhealer – Il potere del male, diretto da Martin Guigui (Newman, 11 settembre: Senza scampo) ed interpretato da glorie del cinema di genere come Lance Henriksen e Natasha Henstridge. Così come centrali sono anche il coraggio delle scelte e delle relative conseguenze.

MadMass.it consiglia by Amazon

Kelly (Elijah Nelson) è un ragazzo bullizzato dai compagni di scuola. Un disturbo alimentare compulsivo lo costringe a stare a letto senza che le cure possano aiutarlo. Sua madre Bernice (Natasha Henstridge) incontra il guaritore miracoloso Pflueger (Lance Henriksen) e lo supplica di salvare il figlio.

Natasha Henstridge
Natasha Henstridge (Credits: Blue Swan Entertainment)

Elijah Nelson
Elijah Nelson (Credits: Blue Swan Entertainment)

Il rituale di guarigione si rivela un completo disastro, ma funziona. Kelly acquisisce i poteri soprannaturali di Pflueger: qualsiasi dolore a lui inflitto sarà patito dal suo aggressore. Con queste nuove capacità si propone di migliorare la sua vita e quella di sua madre e di contrastare coloro che hanno reso la sua vita un inferno.

Il protagonista inizia così un percorso di vendetta contro i suoi aggressori. I ragazzi abituati ad attaccarlo saranno vittime della loro stessa rabbia. Quando i suoi poteri diventano incontrollabili nessuno intorno a Kelly è al sicuro, nemmeno la ragazza che ama.

The Unhealer pone l’accento su un argomento molto delicato cercando di portare lo spettatore, attraverso una storia “soprannaturale”, a schierarsi sul lato giusto della moralità. Il messaggio principale del ‘si raccoglie quel che si semina’ viene sviluppato attraverso la vendetta di Kelly, anche tramite modi anticonvenzionali, alcuni divertenti altri macabri. La sceneggiatura presenta alcune discrete idee di partenza ma scade poi nel gretto retroscena sciamanico, dipingendo una banale vicenda di amore e dialoghi da teenager. Il ragazzo nerd preso di mira dagli atleti prepotenti e cattivi che poi ribalta la situazione non è affatto originale, cliché visto e rivisto più volte.
Mescolare superpoteri, horror e nativi americani è un concetto ormai datato, riuscito alla perfezione nel 1989 con Cimitero vivente.

Kayla Carlson
Kayla Carlson (Credits: Blue Swan Entertainment)

The Unhealer - Il potere del male recensione film di Martin Guigui con Lance Henriksen
Natasha Henstridge e Lance Henriksen (Credits: Blue Swan Entertainment)

Nonostante un budget limitato e una trama abbastanza scontata, il regista Martin Guigui riesce a tenere un ritmo costante confezionando un buon prodotto, seminando un paio di scontri per arrivare all’evento principale. Tuttavia uno dei motivi principali per vedere The Unhealer è ritrovare l’ormai ottantenne Lance Henriksen. Nei panni di un ciarlatano che esercita pratiche da guaritore, l’attore interpreta meravigliosamente il ruolo donando una forte apertura della storia. Malgrado il suo sia un breve contributo risulta comunque di grande impatto. Il resto del cast – un omaggio ad alcuni dei migliori attori di B-movie – lotta per replicare l’energia e l’entusiasmo di Lance e alcuni ci riescono.

Per certi versi The Unhealer sembra un’emulazione dei film horror degli anni Ottanta e dei primi anni Novanta, ritraendo bene quell’atmosfera ma senza il relativo fascino. Anche se non rimarrà nella memoria collettiva, la pellicola di Martin Guigui è comunque una proposta diversa all’interno del genere adolescenziale ‘il ragazzo vessato che si vendica sui bulli’, tema sempre apprezzato.

Sintesi

Horror che mescola superpoteri e riti sciamani, The Unhealer è un film sulla vendetta adolescenziale dove il ragazzo nerd preso di mira dai bulli prepotenti e cattivi ribalta la situazione. Seppur con una narrazione poco originale, tra vendetta, bullismo e rivalsa il film di Martin Guigui ha il merito di farci riapprezzare sullo schermo il grande Lance Henriksen.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli