The Pool

The Pool recensione film horror di Ping Lumpraploeng [Anteprima]

The Pool è l'horror thailandese distribuito da Blue Swan Entertainment in uscita dal 21 aprile 2021 in home video. La recensione

The Pool recensione film horror di Ping Lumpraploeng con Theeradej Wongpuapan e Ratnamon Ratchiratham in uscita dal 21 aprile 2021 in home video

L’intera location di The Pool è in una piscina olimpionica subito dopo le riprese di uno spot pubblicitario. Day (Theeradej Wongpuapan), conclusa la sua giornata lavorativa, come ultima incombenza deve svuotare la piscina prima di andar via. La sua sfortuna è tale che si addormenta su un materassino mentre l’acqua pian piano scorre via. La fidanzata Koi (Ratnamon Ratchiratham) lo raggiunge e si tuffa ma nel farlo incappa in un infortunio sbattendo la testa.

Nulla può risultare più terrificante che l’assenza di una scala o una rampa per poter risalire in superficie, la tua ragazza in stato di incoscienza e la spiacevole compagnia di un coccodrillo affamato che ti insegue nella piscina ormai vuota. Il tutto contemporaneamente.

Parafrasando una delle leggi di Murphy, se qualcosa può andare storto, sicuramente lo farà.

Theeradej Wongpuapan e Ratnamon Ratchiratham
Theeradej Wongpuapan e Ratnamon Ratchiratham (Credits: Blue Swan Entertainment)

The Pool recensione film horror di Ping Lumpraploeng
Theeradej Wongpuapan e Ratnamon Ratchiratham (Credits: Blue Swan Entertainment)

The Pool è un film horror thailandese scritto e diretto da Ping Lumpraploeng che va dritto al punto con cadenza avvincente. I protagonisti collezionano inconvenienti uno dopo l’altro e patiscono un’infinità di disavventure.

Il regista è estremamente efficace nella sua messa in scena e sfrutta al meglio le opzioni di uno spazio limitato. La storia – nonostante le situazioni forzate e alcune scene sdolcinate – mantiene costantemente alto il livello di tensione.

La bizzarra sceneggiatura offre un susseguirsi di situazioni folli e malgrado ogni scena risulti sempre più inverosimile non si può negare che il film scandisca il ritmo impedendo allo spettatore di annoiarsi.

La lotta per la sopravvivenza in un contesto inverosimile è rivolta ad un determinato pubblico, amante del genere. Riusciamo ad entrare in empatia con i protagonisti, con la loro sofferenza e disperazione. La credibilità delle situazioni che accadono sullo schermo poco interessa e non è neanche necessaria. Una pellicola low budget senza altra pretesa che intrattenere.

Ratnamon Ratchiratham
Ratnamon Ratchiratham (Credits: Blue Swan Entertainment)

The Pool recensione film horror di Ping Lumpraploeng
The Pool il film horror di Ping Lumpraploeng (Credits: Blue Swan Entertainment)

Durante quasi novanta minuti viviamo l’angoscia di Day e Koi, parteggiando e credendo in loro. Tuttavia, a metà della storia, la tensione si placa concentrandosi sui problemi della coppia e lì il ritmo rallenta. Fortunatamente per il gran finale, certo il meno credibile, riprende slancio. Una conclusione tra l’emotivo e il tragico, forse più l’uno dell’altro a seconda dello spettatore, ma sicuramente un epilogo che non lascerà nessuno indifferente.

The Pool è un film che supera le aspettative. Nonostante gli effetti speciali non siano perfetti, le pulite interpretazioni, le situazioni ben orchestrate e una buona regia rendono ammissibili tutte le vicissitudini surreali.

Tensione, suspense, situazioni inverosimili, sangue, angoscia e una serie continua di sfortune sono gli ingredienti di questo piatto thailandese. Non sempre abbiamo voglia di degustare prodotti gourmet: anche lo street food può nutrire l’anima cinefila.

Sintesi

The Pool è un survival horror thailandese carico di tensione in cui il regista dimostra la sua efficacia nella messa in scena, sfruttando al meglio una situazione così limitata nello spazio. Raccomandato agli amanti del genere.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli