The Man Who Sold His Skin

The Man Who Sold His Skin recensione [Venezia 77]

The Man Who Sold His Skin recensione film di Kaouther Ben Hania con Yahya Mahayni, Dea Liane, Monica Bellucci, Koen de Bouw e Darina Al Joundi

Wim Delvoye è un artista belga noto per aver realizzato diverse opere d’arte anticoncezionali, come Cloaca, un macchinario che, riempito di cibo, riproduce la digestione producendo feci. A lui si è ispirata la regista Kaouther Ben Hania per il suo nuovo film The Man Who Sold His Skin, in cui un immigrato siriano permette a un artista di usare la sua schiena come una tela su cui tatuare un enorme visto Schengen nei minimi dettagli.

Dopo aver presentato a Cannes 2017 il suo La bella e le bestie la regista Kaouther Ben Hania porta a Venezia, nella sezione Orizzonti, un film ambizioso e curioso soprattutto per l’idea alla base della sceneggiatura ispirata a una storia vera. Un uomo trasformato in opera d’arte che spinge a riflettere sul tema dell’immigrazione, ma anche sulla mercificazione dell’arte e del corpo.

Yahya Mahayni
Yahya Mahayni

Dea Liane
Dea Liane

Yahya Mahayni è Sam Ali, il giovane siriano che fugge in Libano per allontanarsi dalla guerra. Non è in regola con il visto per l’Europa, ma vuole assolutamente raggiungere la sua fidanzata Abeer (Dea Liane). Così per ottenerlo decide di accettare un accordo bizzarro con l’artista americano Jeffrey Godefroi che cambierà la sua vita per sempre. Viene esposto nei musei come un quadro, con la giusta illuminazione, ma senza poter interagire con il pubblico.

L’uomo diventa un oggetto da ammirare, mettendo però in secondo piano la sua identità. La vera protagonista è la sua schiena, come separata dal resto di Sam, impotente di fronte alla serie di eventi scatenanti dalla firma di un contratto fuori dagli schemi. Prigioniero del suo corpo che porta i segni di un atto di sottomissione, giustificato dall’arte ma ricattatorio nella sua vera natura.

La regista Kaouther Ben Hania
La regista Kaouther Ben Hania

Monica Bellucci in The Man Who Sold His Skin
Monica Bellucci in The Man Who Sold His Skin

La regia è in parte elaborata e interessante per alcune scelte stilistiche volte a sottolineare soprattutto l’estetica del film, mentre alcune scene risultano più televisive, come appartenenti a una soap opera orientale dai colori kitsch e la fotografia opaca. Gli interpreti sono la forza motrice del film con interpretazioni carismatiche, misurate e convincenti, a parte Monica Bellucci più debole e poco credibile oltre la presenza scenica indubbia.

The Man Who Sold His Skin è un dramma elegante, moderno e intrigante con una struttura netta e una emotività discreta, ma la confezione è imperfetta e inferiore rispetto al contenuto.

Sintesi

The Man Who Sold His Skin è un dramma elegante, moderno e intrigante con una struttura netta e una emotività discreta, ma la confezione è imperfetta e inferiore rispetto al contenuto.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Buon compleanno Pinocchio: l’81esimo anniversario del capolavoro Disney

Buon compleanno Pinocchio: l'81esimo anniversario del capolavoro dell'animazione di Walt Disney tratto dal romanzo di Carlo Collodi Buon compleanno Pinocchio non è il solito articolo...

Tutta colpa di Freud recensione del film di Paolo Genovese con Marco Giallini [Netflix]

Tutta colpa di Freud recensione film di Paolo Genovese con Marco Giallini, Alessandro Gassmann, Claudia Gerini, Anna Foglietta e Vittoria Puccini Inizia così Tutta colpa...

Cinema News: il cast di The Outfit, i trailer di Natural Light e di A Week Away e Il grande Gatsby serie animata

Cinema News by Day su MadMass.it The Outfit: il cast del film di Graham Moore Natural Light: il trailer del film di Dénes Nagy...

Hanno crocifisso Jared Leto: nuove foto di Gal Gadot & Co. da Zack Snyder’s Justice League e il cameo segreto di un supereroe

Zack Snyder ci mostra alcuni nuovi scatti del dietro le quinte dei reshoot di Justice League, con Gal Gadot, Amber Heard, Ben Affleck e...

Alien recensione film di Ridley Scott con Sigourney Weaver [Disney+ Star]

Alien recensione del film di Ridley Scott, con Sigourney Weaver, Tom Skerritt, John Hurt, Ian Holm, Harry Dean Stanton, Yaphet Kotto e Veronica Cartwright "In...

Cinema News: Ethan Hawke spiega perché ha scelto Moon Knight e Gillian Anderson entra nel cast di First Lady

Cinema News by Day su MadMass.it Ethan Hawke spiega perché ha accettato di girare Moon Knight, la nuova serie Marvel Anche Gillian Anderson si...

Città invisibile recensione serie TV di Carlos Saldanha con Alessandra Negrini e Marco Pigossi [Netflix]

Città invisibile recensione serie TV di Carlos Saldanha con Alessandra Negrini, Marco Pigossi, Jéssica Córes, Julia Konrad, Wesley Guimarães e Fábio Lago Disponibile su Netflix, Città...

Your Honor recensione serie TV di Peter Moffat con Bryan Cranston [Sky Anteprima]

Your Honor recensione serie TV di Peter Moffat con Bryan Cranston, Michael Stuhlbarg, Hope Davis, Hunter Doohan, Carmen Ejogo, Isiah Whitlock Jr., Sofia Black-D'Elia e...

Zack Snyder, non solo Justice League: Army of the Dead e il film su Re Artù

Zack Snyder, non solo Justice League: la data di uscita di Army of the Dead su Netflix e il film su Re Artù Non c'è...

La mappa delle piccole cose perfette recensione film con Kathryn Newton [Amazon Prime Video]

La mappa delle piccole cose perfette recensione film di Ian Samuels con Kathryn Newton, Kyle Allen, Jermaine Harris, Anna Mikami e Jorja Fox Disponibile su...