Sumodo: The Successors of Samurai

Sumodo: The Successors of Samurai recensione film di Sakata Eiji [FEFF 23]

Dal regista televisivo Sakata Eiji arriva Sumodo, un imperdibile documentario sullo sport più popolare e meglio radicato nei costumi del Sol Levante: la recensione dal Far East Film Festival 23

Sumodo: The Successors of Samurai recensione documentario di Sakata Eiji con Endo Kenichi, Sakaigawa Hideaki, Takadagawa Katsumi al FEFF 23

Sumodo: The Successors of Samurai è il lungometraggio documentario d’esordio del regista televisivo Sakata Eiji, forse il primo sull’argomento a metterne davvero sotto la lente d’ingrandimento la complessità. Infatti, con i suoi 1500 anni d’età, il sumo non solo vanta il titolo di sport più popolare di tutto il Sol Levante, ma è soprattutto la pratica che più di molte altre riesce a raccontare l’identità di un paese.

MadMass.it consiglia by Amazon

Malgrado la sua importanza antropologica, il sumo ancora non gode di particolare notorietà nei paesi occidentali. La presentazione in anteprima di Sumodo: The Successors of Samurai al ventitreesimo Far East Film Festival corre in aiuto a questo nobile scopo.

Goeido Gotaro
Goeido Gotaro

Sumodo: The Successors of Samurai recensione documentario di Sakata Eiji
Sumodo: The Successors of Samurai documentario di Sakata Eiji al Far East Film Festival 23

Sumodo: The Successors of Samurai: la sinossi

Il regista Sakata Eiji si concentra sulla quotidianità di due scuderie di sumo, Takadagawa e Sakaigawa. Le fasi di addestramento in vista dei due più importanti tornei di sumo del Giappone viene descritta nei minimi dettagli: seguiamo la rigorosa preparazione dei Rikishi (il termine riferito al lottatore di sumo) e veniamo introdotti alle controversie fisiche con cui i due atleti di punta delle rispettive due scuderie, Ryuden Goshi e Goeido Gotaro, sono costretti a misurarsi per eccellere in competizioni sempre più serrate e violente.

L'allenamento del Rikishi
L’allenamento del Rikishi

Il sumo tra storia, sport e folklore

Eiji Sakata dedica una buona metà del film alla descrizione della forza fisica e della lucidità mentale dei Rikishi, talmente elevate da portarli a sopportare infortuni spaventevoli pur di raggiungere l’obbiettivo della perfezione. Gli allenamenti, gli scontri tra questi moderni samurai da 150 kg (paragonati all’impatto degli incidenti stradali) e le fasi di meditazione vengono descritti con stile solenne e illuminazioni cupe. Grazie ad alcune parentesi collocate nei punti giusti veniamo a conoscenza dei legami che il sumo ha con la storia del Giappone feudale (faceva parte dell’addestramento dei samurai in tempo di pace) e con le discipline filosofiche dello shintoismo (il superamento dei limiti fisici e mentali come raggiungimento di un’illuminazione estatica).

Sumodo: The Successors of Samurai recensione documentario di Sakata Eiji
Sumodo: The Successors of Samurai documentario di Sakata Eiji al Far East Film Festival 23

Sebbene si prenda molto tempo per spiegare la vita professionale degli atleti, Sumodo: The Successors of Samurai non evita il lato umano della disciplina sportiva, concedendo al pubblico i dovuti spiragli emotivi dedicati a timori, debolezze e felicità (il rapporto con il cibo, il supporto infinito dell’amore). Questo quadro a tutto tondo permette di nutrire sincera ammirazione per i Rikishi, offrendo uno sguardo che soprattutto ai neofiti risulterà molto avvincente.

Sintesi

Pur non offrendo nulla di nuovo a chi già conosce il sumo e le sue radici, Sumodo: The Successors of Samurai è un apprezzabile documentario che offre uno sguardo emotivo e solenne alla più popolare pratica agonistica del Sol Levante.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli