Snyder Cut: quanto è costata e quanto dura la director’s cut di Justice League

Zack Snyder rilascerà la Snyder Cut di Justice League in streaming su HBO Max nel 2021 della durata di quattro ore divisa in episodi

La Snyder Cut esiste e lotta insieme a noi: dopo anni di rumors e leggende tra mito e realtà, al grido #ReleasetheSnyderCut e con il supporto di “Wonder Woman” Gal Gadot e “Batman” Ben Affleck, a quasi tre anni da quel triste novembre 2017 che vide il DCEU toccare il punto più basso della filmografia DC Comics con un film rotto nella trama e nei toni e dalla pessima ed incompleta CGI che smascherò un film ancora in lavorazione, frutto prematuro di un doppio lavoro incompiuto da parte di Zack Snyder, costretto ad abbandonare a causa della morte della figlia, e di Joss Whedon, l’ex pupillo Marvel autore di Avengers e Avengers: Age uf Ultron, la director’s cut di Justice League diventa realtà.

Justice League si è rivelato un film pessimo, arrivato per esasperazione in sala a causa dei costi di produzione molto elevati e fuori controllo, opera senza brividi ed occhi lucidi assai lontana dalla visione di Zack Snyder e dai livelli emozionali a cui ci ha abituato.

Ben Affleck, Gal Gadot e Zack Snyder fissano il miraggio della SnyderCut
Ben Affleck, Gal Gadot e Zack Snyder fissano il miraggio della SnyderCut

Quanto dura la director’s cut di Justice League

La director’s cut originale di Justice League a gennaio 2017 presentava un girato, ancora da rifinire in post produzione, di ben quattro ore, durata che Warner Bros. chiese di ridurre a due. Nacque così il primo montaggio da due ore e venti minuti, ancora molto lontano dalla versione definitiva per la release cinematografica.

La tragedia che ha colpito la famiglia Snyder ha inevitabilmente messo Zack fuori gioco, e l’entrata in scena di Joss Whedon è stata tardiva, equivoca ed inefficace, sicuramente orchestrata ed indirizzata nel peggiore dei modi dai vertici di Warner Bros., responsabilità aggravata dalla decisione di distribuire nelle sale il disastro a cui abbiamo assistito.

La Black Suit di Superman
La Black Suit di Superman che non abbiamo mai visto in Justice League

Henry Cavill in Black Suit
Henry Cavill in Black Suit

Il movimento #ReleasetheSnyderCut nacque a pochi giorni dall’uscita nelle sale di Justice League alimentando miti e leggende sull’operato di Snyder, ma lo scorso novembre 2019 lo scenario cambia radicalmente: Toby Emmerich, Presidente e Chief Content Officer di Warner Bros. Pictures, chiama Zack Snyder, chiedendogli quanto ci sia di vero nella Snyder Cut e soprattutto che cosa si possa fare per esaudire i desideri dei fan.

La risposta di Zack Snyder, che realisticamente non aveva mai smesso di lavorare al progetto insieme a sua moglie e partner lavorativa Deborah Snyder, non si è fatta attendere traducendosi in un piano di lavorazione dettagliato che rimette insieme gran parte della squadra di post produzione per rimontare il girato, rifinire gli effetti visivi incompleti ed aggiungerne di nuovi, registrare dialoghi aggiuntivi e nuove scene con alcuni membri del cast, a partire sembra da Ray Fisher che nel film interpreta Cyborg.

Aquaman cavalca la Batmobile
Aquaman cavalca la Batmobie

Quanto costa la director’s cut di Justice League

Il piano presentato da Snyder ai vertici di Warner Bros., HBO Max e DC sembra possa richiedere circa 30 milioni di dollari di investimenti per la realizzazione di un prodotto cinematografico di quattro ore che tuttavia potrebbe diventare, per volontà stessa del suo autore, una miniserie di 4-6 episodi a finale sospeso, fino ad una rinnovata conclusione in grande stile che vedrebbe apparire la nemesi Darkseid, oltre che Steppenwolf relegato da Joss Whedon a villain di scarso spessore, altra severa criticità della versione uscita in sala.

Ed ancora, rinvigorire per quanto possibile un Batman decadente con il suo Ben Affleck sottotono, dare spessore a Flash e Cyborg, mostrare la Black Suit di Superman, tornare a stupire ed emozionare attraverso gli eccezionali supereroi DC Comics: dopo oltre due anni di attesa, le aspettative per la Snyder Cut sono elevatissime e noi abbiamo deciso di credere che la resurrezione di Justice League sia non solo possibile, ma necessaria.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...

Cinema News del 28 novembre [Rassegna Stampa]

Godzilla vs. Kong: Netflix vs. HBO Max per l'uscita streaming Il trailer di Happiest Season con Kristen Stewart e Mackenzie Davis Franco Nero ritorna...

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe [TFF 38]

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe con Brian Ritchie presentato al Torino Film Festival 38 Avere figli significa...

Regina recensione film di Alessandro Grande con Ginevra Francesconi [TFF 38]

Regina recensione film di Alessandro Grande con Francesco Montanari, Ginevra Francesconi, Barbara Giordano e Max Mazzotta al Torino Film Festival 38 Unico alfiere a rappresentare l’Italia...