Run with the Hunted

Run with the Hunted recensione [#RomaFF14]

Run with the Hunted recensione del film diretto da John Swab con protagonisti Ron Perlman, Michael Pitt, Dree Hemingway e Mark Boone Junior 

Durante la settima giornata della Festa del Cinema di Roma 2019 è stato presentato alla stampa Run with the Hunted, film diretto da John Swab che strappa un sorriso per la rimpatriata tra Ron Perlman e Mark Boone Junior, già insieme sullo schermo nel serial cult Sons of Anarchy.

MadMass.it consiglia by Amazon

Il film percorre la vita di Oscar, un bambino di campagna che, per mettere fine alle sofferenze di due suoi amici, uccide il loro padre e scappa in città per nascondersi dalle autorità. Qui viene “accolto” da una famiglia disfunzionale composta da giovani senzatetto che vivono alla giornata rubando per i loro protettori. Il tempo passa e veniamo a conoscenza che i due amici di Oscar lo stanno cercando per ricongiungersi e continuare la loro vita insieme, lontano da quei luoghi dolorosi. Tuttavia, la separazione si rivela più complicata del previsto.

Ron Perlman e Jon Swab
Ron Perlman e Jon Swab dietro le quinte

Jon Swab
Jon Swab alla Festa del Cinema di Roma per Run with the Hunted

Il film, di base, è molto interessante. Inizia nel migliore dei modi, con una colonna sonora magnifica che accompagna delle sequenze tecnicamente altrettanto valide. Tuttavia, più il tempo scorre, più viene il dubbio che tutti gli interrogativi tirati in ballo durante lo svolgimento del film non troveranno mai una risposta. E, infatti, è così. Molti personaggi vengono introdotti per poi essere abbandonati. Chi sono? Qual è il loro scopo? Tutta l’organizzazione dietro lo sfruttamento di questi bambini rimane praticamente avvolta da un velo di mistero. Viene mostrata solo qualche foto che ci fa capire che c’è qualcosa di oscuro che ristagna sotto la vita disastrata di questi bimbi sperduti (“lost boys”, come li chiama il protagonista), come il personaggio di Perlman, che sembra essere molto più potente di quanto venga mostrato durante la pellicola. Forse non era ciò che interessava raccontare al regista e sceneggiatore John Swab, ma senza un minimo approfondimento di questi temi lasciati irrisolti, il film diventa in tutto e per tutto inconcludente, portando lo spettatore a chiedersi perché portare su schermo questa storia. Il che è un peccato, perché visivamente Run with the Hunted è estremamente gradevole e ispirato. Rimane fedele a quel cinema indipendente che si sta sviluppando negli Stati Uniti in questi anni. Sicuramente il film presenta tutto un sottotesto che solo con più di una visione può essere compreso appieno, ma ciò non basta per giustificare la carenza narrativa presente alla base del film.

Ron Perlman e Jon Swab
Ron Perlman e Jon Swab dietro le quinte di Run with the Hunted

Run With The Hunted
Run with the Hunted: Il poster

Sintesi

Run with the Hunted è un film che lascia perplessi, come se fosse sfuggito qualcosa durante la prima visione. Però, ripensando a quanto visto, ci si accorge che non è colpa di un attacco di sonno improvviso se non si ricollegano gli eventi, bensì del vuoto che pervade l'interno di questa scatola dall'aspetto maledettamente seducente.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

The Wilds recensione serie TV di Sarah Streicher con Rachel Griffiths [Amazon Prime Video Anteprima]

The Wilds recensione serie TV di Sarah Streicher con Rachel Griffiths, Sophia Ali, Shannon Berry, Jenna Clause, Reign Edwards, Mia Healey e Sarah Pidgeon Quando un gruppo...

Kiss Kiss Bang Bang recensione film di Shane Black con Robert Downey Jr. e Val Kilmer [Flashback Friday]

Kiss Kiss Bang Bang recensione del film di Shane Black con Robert Downey Jr., Val Kilmer, Michelle Monaghan, Shannyn Sossamon e Corbin Bernsen Nel 1983, a...

Quarto potere recensione film di e con Orson Welles

Quarto potere recensione del film diretto e interpretato da Orson Welles con Joseph Cotten, Erskine Sanford, Dorothy Comingore, Ray Collins, Everett Sloane e William...

Cinema News del 4 dicembre [Rassegna Stampa]

Warner Bros. fa il grande passo La Fatale Hilary Swank Si arricchisce il cast di Hawkeye Cynthia Erivo e la Regina Vittoria La...

Il magico mondo della saga Harry Potter al cinema: origini storia e curiosità [Throwback Thursday]

La saga cinematografica di Harry Potter è sicuramente una delle più amate dai bambini (e dagli adulti). Ricordiamone insieme origini, storia e curiosità Ormai il...

Kadaver recensione film di Jarand Herdal con Gitte Witt [Netflix]

Kadaver recensione film di Jarand Herdal con Gitte Witt, Thomas Gullestad, Thorbjørn Harr, Maria Grazia Di Meo e Gjermund Gjesme disponibile su Netflix Nel futuro distopico...

Cinema News del 3 dicembre [Rassegna Stampa]

Emma Stone lascia Babylon Gal Gadot ha un cuore di pietra Jason Statham di nuovo spia Jason Statham di nuovo criminale Hawkeye ha...

Sebastian Jones: intervista al filmmaker e montatore di Terrence Malick

Intervista a Sebastian Jones, regista e montatore di Terrence Malick noto per Everybody's Everything, La vita nascosta - Hidden Life e Song to Song Sebastian...

Blackpink: Light Up the Sky recensione film documentario sulla K-pop band Blackpink [Netflix]

Blackpink: Light Up the Sky recensione documentario di Caroline Suh con Jennie Kim, Ji-soo Kim, Lalisa Manoban e Rosé dedicato alla K-pop band Blackpink Il...

Cinema News del 2 dicembre [Rassegna Stampa]

Il trailer di The Mauritanian Il making of de Il Padrino… Parte Seconda Jada Pinkett Smith in Redd Zone Il nuovo Van Helsing ...