Nel nome della Terra

Nel nome della Terra recensione

Nel nome della Terra recensione film di Edouard Bergeon con Guillaume Canet, Veerle Baetens, Anthony Bajon, Rufus, Samir Guesmi e Yona Kervern

Nelle campagne francesi, si suicida un contadino ogni due giorni. In questo sconcertante dato trova la sua ragion d’essere Nel nome della Terra, opera prima di Edouard Bergeon dedicata ad una piaga silenziosa che affligge una Francia spesso lontana dalla cronaca internazionale. Un gran numero di lavoratori della terra si ritrova a fare i conti con un’attività scalfita, ridimensionata e depauperata che, però, non può fare a meno di esistere.

Non è insolito, nella recente cinematografia francese, trovare un filone di denuncia sociale e di ispirazione civica. Il cinema si fa volentieri megafono di tensioni e storture, venendo quasi sempre premiato al botteghino dagli spettatori per il tentativo. Basta pensare, senza andare troppo indietro nel tempo, a In Guerra di Stephane Brizè, a Le invisibili di Louise-Julien Petit, Le nostre battaglie di Guillame Senez o all’ultimo in ordine cronologico Grazie a Dio di François Ozon. Tematiche differenti, registi diversi, ma uniti dalla parte degli sconfitti dalla vita e delle loro storie da raccontare.

Guillaume Canet
Guillaume Canet

Nel nome della Terra recensione
Nel nome della Terra di Edouard Bergeon

In questo caso specifico, Bergeon ricostruisce il suo vissuto personale attraverso l’esperienza diretta vissuta con il padre, un proprietario terriero in lotta per tutta la sua vita per rimanere ancorato al proprio possedimento. La parabola discendente, segnata dal tempo e dai conseguenti mutamenti sociali e tecnologici, illustra come la fiammella della passione e dell’orgoglio per il proprio lavoro sia destinata ad affievolirsi inesorabilmente ed inquinare, con il fumo residuo, tutta la vita circostante.

Nel nome della Terra è un film pieno di conflitti interiori ed esteriori destinati a rimanere irrisolti e diventare un masso gigantesco da portare a spasso. La traiettoria del singolo (Guillame Caunet) si scontra con se stesso, la propria famiglia, creditori, competitor in una maratona sfiancante che in una finzione semi-biografica rende perfettamente l’idea di ciò a cui sono sottoposti i lavoratori della terra oggi, nonostante si tratti di una categoria imprescindibile per qualsiasi nazione.

Per questo motivo, quando nella sequenza finale la realtà irrompe con dei filmati d’archivio della persone che lo stesso Caunet interpreta, il valore complessivo della storia raccontata dal regista francese sale improvvisamente di tono, lasciando un nota amara che dà vita a quella statistica riportata all’inizio. A finire sotto terra non sono numeri, ma persone in carne ed ossa che su quella terra hanno buttato sangue, sudore e la propria intera vita.

Veerle Baetens
Veerle Baetens

Nel nome della Terra di Edouard Bergeon
Nel nome della Terra di Edouard Bergeon

Sintesi

Sposando appieno il filone di denuncia sociale ed ispirazione civica della recente cinematografia francese, Edouard Bergeon dedica la sua opera prima ai lavoratori della terra, facendosi megafono di tensioni e storture del sistema in una finzione semi-biografica che si schiera dalla parte degli sconfitti dalla vita e delle loro storie da raccontare.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Oscar Isaac sarà Solid Snake nel film Metal Gear Solid basato sul videogioco di Hideo Kojima

Oscar Isaac sarà Solid Snake in Metal Gear Solid nella trasposizione cinematografica del videogioco capolavoro di Hideo Kojima pubblicato da Konami Mentre abbiamo ancora negli...

Il futuro dei film e dei cinema tra sala e streaming

Warner Bros. rilascerà l'intero listino cinematografico 2021 contemporaneamente in sala e su HBO Max: il futuro dei film e dei cinema tra sala e...

The Wilds recensione serie TV di Sarah Streicher con Rachel Griffiths [Amazon Prime Video Anteprima]

The Wilds recensione serie TV di Sarah Streicher con Rachel Griffiths, Sophia Ali, Shannon Berry, Jenna Clause, Reign Edwards, Mia Healey e Sarah Pidgeon Quando un gruppo...

Kiss Kiss Bang Bang recensione film di Shane Black con Robert Downey Jr. e Val Kilmer [Flashback Friday]

Kiss Kiss Bang Bang recensione del film di Shane Black con Robert Downey Jr., Val Kilmer, Michelle Monaghan, Shannyn Sossamon e Corbin Bernsen Nel 1983, a...

Quarto potere recensione film di e con Orson Welles

Quarto potere recensione del film diretto e interpretato da Orson Welles con Joseph Cotten, Erskine Sanford, Dorothy Comingore, Ray Collins, Everett Sloane e William...

Cinema News del 4 dicembre [Rassegna Stampa]

Warner Bros. fa il grande passo La Fatale Hilary Swank Si arricchisce il cast di Hawkeye Cynthia Erivo e la Regina Vittoria La...

Il magico mondo della saga Harry Potter al cinema: origini storia e curiosità [Throwback Thursday]

La saga cinematografica di Harry Potter è sicuramente una delle più amate dai bambini (e dagli adulti). Ricordiamone insieme origini, storia e curiosità Ormai il...

Kadaver recensione film di Jarand Herdal con Gitte Witt [Netflix]

Kadaver recensione film di Jarand Herdal con Gitte Witt, Thomas Gullestad, Thorbjørn Harr, Maria Grazia Di Meo e Gjermund Gjesme disponibile su Netflix Nel futuro distopico...

Cinema News del 3 dicembre [Rassegna Stampa]

Emma Stone lascia Babylon Gal Gadot ha un cuore di pietra Jason Statham di nuovo spia Jason Statham di nuovo criminale Hawkeye ha...

Sebastian Jones: intervista al filmmaker e montatore di Terrence Malick

Intervista a Sebastian Jones, regista e montatore di Terrence Malick noto per Everybody's Everything, La vita nascosta - Hidden Life e Song to Song Sebastian...