LOL: Chi ride è fuori

LOL: Chi ride è fuori recensione del comedy show con Lillo, Elio, Angelo Pintus e Caterina Guzzanti [Amazon Prime Video Anteprima]

LOL: Chi ride è fuori recensione comedy show con Lillo, Elio, Angelo PintusCaterina Guzzanti, Katia Follesa e Frank Matano disponibile su Prime Video

Io penso che se vuoi fare strada nel mondo comico bisogna esser scemi, e lui è veramente scemo!
(Elio su Frank Matano in LOL: Chi ride è fuori)

Far ridere gli altri è tanto difficile quanto magico: dal vivo piuttosto che al cinema, l’arte del comico e la sua capacità di strappare risate al pubblico resta misteriosa ed innata nelle corde dell’artista che prova ad invadere ed impossessarsi dell’emozionalità altrui scatenando reazioni irrefrenabili.

Amazon Original lancia su Prime Video la prima edizione dell’adattamento del comedy show giapponese HITOSHI MATSUMOTO Presents Documental, LOL: Chi ride è fuori, battaglia a suon di comicità tra dieci comici che dovranno resistere all’abilità altrui e nel contempo far sorridere i propri avversarsi per eliminarli dal gioco, come in uno dei più classici e genuini giochi che hanno contraddistinto la nostra infanzia ed adolescenza.

Anche il bottino finale è all’insegna del regalare un sorriso a chi è meno fortunato o più dimenticato: centomila euro ad un ente benefico a scelta del vincitore.

LOL: Chi ride è fuori recensione comedy show Amazon
Elio, Caterina Guzzanti, Lillo, Angelo Pintus, Katia Follesa, Michela Giraud, Luca Ravenna, Ciro Priello, Gianluca Fru, Frank Matano, Mara Maionchi e Fedez (Credits: ©️Prime Video & Amazon Studios)

Sò Lillo!
(Lillo in LOL: Chi ride è fuori)

Il cuore di LOL: Chi ride è fuori si svela nella capacità dei concorrenti di adattarsi alle regole del gioco e frenare i propri istinti, cercando di non cadere nelle trappole tese dagli avversarsi, tra cavalli di battaglia e classici del repertorio, freddure, barzellette, imitazioni (quella di un noto chef ad opera di Angelo Pintus ci stava facendo ribaltare dalla sedia…), slapstick, commedia fisica e pura improvvisazione.

Comici amatissimi sulle scene da decenni, come Elio, Caterina Guzzanti, Lillo, Angelo Pintus e Katia Follesa, nuove leve tra cabaret e stand-up comedy come Michela Giraud e Luca Ravenna, creatori di contenuti nati dai nuovi media come Ciro Priello e Gianluca Fru dei The Jackal e, a metà tra l’arte della comicità e i nuovi media, Frank Matano che a detta di Elio basa la sua verve comica sulla risata (contagiosa), si affrontano per sei ore a porte chiuse in un set che, tra palco, luoghi di condivisione e camerini pieni di oggetti di scena e sorprese inattese, diventa un vero e proprio reality show della comicità.

Elio, Caterina Guzzanti, Lillo, Angelo Pintus
Elio, Caterina Guzzanti, Lillo, Angelo Pintus, Katia Follesa, Michela Giraud, Luca Ravenna, Ciro Priello, Gianluca Fru e Frank Matano(Credits: ©️Prime Video & Amazon Studios) (Credits: ©️Prime Video & Amazon Studios)

Due le regole principali del gioco, che i nostri disattenderanno puntualmente: non ridere – ma nemmeno sorridere! – e non estraniarsi dalle attività di gruppo.

Tra una “stoica” Caterina Guzzanti, uno “storico” Elio, un Lillo che “ha imparato dai vecchi” e ritiene che “la comicità involontaria è quella più devastante” in assoluto, e la “faccia da schiaffi” Frank Matano che afferma che il desiderio di far ridere il prossimo nasca dalla necessità di colmare il proprio vuoto dentro cercando l’approvazione altrui, LOL: Chi ride è fuori funziona sia come opera di intrattenimento che esperimento sociale, seppur non esattamente bilanciato nelle componenti del suo cast che vede i grandi comici protagonisti fagocitare lo show a scapito degli altri concorrenti.

Elio, Caterina Guzzanti, Lillo, Angelo Pintus
Elio, Caterina Guzzanti, Lillo, Angelo Pintus, Katia Follesa, Michela Giraud, Luca Ravenna, Ciro Priello, Gianluca Fru, Frank Matano e Mara Maionchi (Credits: ©️Prime Video & Amazon Studios)

A reggere le fila di uno show con ottime potenzialità ma ancora acerbo essendo alla sua prima edizione in Italia, replicato attualmente anche in Messico con Eugenio Derbez e Australia con Rebel Wilson alla conduzione, e prossimamente in Germania, Francia e Spagna, Fedez – proprio oggi diventato padre per la seconda volta – e Mara Maionchi, certamente affiatati come coppia ma in parte sorpresi, come gli stessi concorrenti, dalle dinamiche del gioco.

E se Mara Maionchi si conferma spalla sottile e arguta, a Fedez l’ingrato compito di ergersi a giudice della gara alla ricerca delle risate proibite, ruolo non completamente assolto in un regolamento perfettibile che comporterà sia eliminazioni sorprendenti che (im)perdonabili sviste sulle decine di sorrisi malcelati di non possiamo svelarvi chi che, forte della sua apparente immunità, imperverserà su LOL sudando mille camicie.

LOL: Chi ride è fuori il poster
LOL: Chi ride è fuori il poster (Credits: ©️Prime Video & Amazon Studios)

Sintesi

Seppur non esattamente bilanciato nelle componenti del suo cast e con un regolamento perfettibile, LOL: Chi ride è fuori funziona sia come opera di intrattenimento che esperimento sociale, rivelandosi un vero e proprio reality show della comicità dalle ottime potenzialità.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli