Le Giornate del Cinema Muto al Pordenone Silent Film Festival

Le Giornate del Cinema Muto al Pordenone Silent Film Festival viste da MadMass.it

Sapete cosa significa “silent era”? Si riferisce a tutto quel periodo del cinema in cui la Settima Arte non era sonorizzata; in altre parole, al Cinema Muto. Ad essere onesti, va detto che i film non erano del tutto “muti”: era infatti costume, nei cine-teatri in cui venivano proiettate le pellicole, accompagnare le immagini con musica dal vivo, che fungeva da colonna sonora. Un po’ come viene fatto oggi, nel 2018, a Pordenone, durante il Festival o per essere più precisi Le Giornate del Cinema Muto, che si stanno svolgendo dal 6 al 13 ottobre.

Ironico e forse iconico, se ci pensate, omaggiare il Muto in una società in cui sembra che l’immagine sia tutto. E allora qual è la differenza fra un moderno attacco pubblicitario di massa e questo cinema ormai d’essay? Semplice, che nel silent cinema dietro ad ogni immagine c’era veramente un contenuto pregno di significato, che veramente le immagini parlavano quando non c’erano le parole, e che forse quelle parole sarebbero state insufficienti o, al contrario, ridondanti.

Il Festival di Pordenone nasce nel 1982 e si è sempre svolto in quello che un tempo era il cinema Verdi, una sala risalente all’era del cinema del dopoguerra. Si occupa di tutto, dalle classiche produzioni hollywoodiane, ai cartoni animati, all’avanguardia europea e alla cinematografia dei paesi in via di sviluppo, ospitando ospiti da tutto il mondo ed aprendosi a tanti e differenti tipi di linguaggio.

Ed essendo un po’ una moderna torre di Babele, ospiti e cineasti si ritrovano e si incontrano qui, uniti tutti da un unico intento: comunicare, e per farlo scelgono un linguaggio universale ed a tutti comprensibile, al di là del testo e del sotto-testo. Un linguaggio che trova nel cinema la via più diretta per parlare al cuore.

Perché MadMass.it

Consapevoli del nostro ruolo, da cinque anni in MadMass.it portiamo avanti una linea editoriale responsabile, preferendo la copertura dei festival al content farming, le recensioni al clickbait, le rubriche e le interviste al sensazionalismo. Stiamo cercando di fare la nostra parte: sostienici con una donazione, acquistando i prodotti consigliati sul nostro magazine o semplicemente passa a visitarci, sfoglia le nostre pagine e condividi i nostri articoli sui social: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli