Il re di Staten Island

Il re di Staten Island recensione

Il re di Staten Island trasforma la vicenda personale di Pete Davidson in una commedia capace di fare i conti con la tragedia del 9/11.

Il re di Staten Island recensione film di Judd Apatow con Pete Davidson, Marisa Tomei, Steve Buscemi, Bill Burr, Bel Powley, Maude Apatow e Pamela Adlon

Su cosa ci è concesso ridere? Su cosa è giusto farlo? Se la domanda venisse posta a Judd Apatow la risposta sarebbe probabilmente che non ci sono argomenti a prova di risata. Se la stessa domanda venisse posta a Pete Davidson la risposta sarebbe probabilmente identica se non più universale.

Sarà per questo che il regista di 40 anni vergineMolto incinta ha unito le forze con il comico statunitense, membro del cast del Saturday Night Live, per raccontare la vita di quest’ultimo alla luce dell’impatto del 9/11 e trarne qualcosa di buono. Sia per il curriculum che il portato personale, non c’è modo di raccontare storie se non trovando il contesto comico giusto in cui inserirlo. E allora cosa c’è di meglio di una madre che comincia una relazione con un vigile del fuoco dopo che il suo precedente marito è morto nella strage delle Twin Towers?

Marisa Tomei e Pete Davidson
Marisa Tomei e Pete Davidson

Maude Apatow e Pete Davidson
Maude Apatow e

Con Il re di Staten Island, disponibile sia a noleggio in PVOD che al cinema, Apatow ha fiutato il potenziale comico in quello che la maggior parte delle persone riterrebbe un disastro annunciato, ha lavorato sul materiale autobiografico di Davidson e insieme hanno scelto di non ignorare l’elefante nella stanza, ma di costruirgli attorno l’habitat miglior per farlo esprimere al meglio. Turbe psicologiche, vuoti affettivi, inconcludenza generazionale permettono di parlare con estrema franchezza ma in un registro stilistico leggero. È come una seduta psicologica destinata ai bambini, bisogna affrontare questioni spinose ricorrendo al gioco e al sorriso.

Un cast di prim’ordine aiuta e non poco. La presenza di Steve BuscemiPamela Adlon, Marisa Tomei Bill Burr dà consistenza ad una commedia che nasce dalle ceneri di una pagina sconvolgente del mondo occidentale in primis, ma soprattutto di chi è stato toccato in prima persona da un evento consegnato alla storia ma con ricadute profonde nella vita attuale. Il bilanciamento tra la verve comica di Davidson e la realtà con cui ha dovuto fare i conti funge da bussola con cui Apatow costruisce un tono su misura per la finzione biografica.

Il Nord è il cuore. Nel momento in cui si inizia a seguirlo, con modi, tempi e attegiamenti profondamente diversi tra loro, si può davvero ridere di tutto e respirare aria fresca in una realtà complicatissima.

Il re di Staten Island recensione
Pete Davidson

Il re di Staten Island recensione
Il re di Staten Island di Judd Apatow con Pete Davidson

Sintesi

Con Il re di Staten Island Judd Apatow ha lavorato sul materiale autobiografico di Pete Davidson dando consistenza ad una commedia che nasce dalle ceneri di una pagina sconvolgente del mondo occidentale, bilanciando tra la verve comica del protagonista e la realtà con cui ha dovuto fare i conti per costruire un tono su misura per la finzione biografica, dimostrando che si può davvero ridere di tutto e respirare aria fresca in una realtà complicatissima.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Botox recensione film di Kaveh Mazaheri con Sussan Parvar [TFF 38]

Botox recensione film di Kaveh Mazaheri con Sussan Parvar, Mahdokht Molaei, Soroush Saeidi, Mohsen Kiani e Morteza Khanjani al Torino Film Festival 38 Il cinema iraniano...

Breeder recensione film di Jens Dahl con Sara Hjort Ditlevsen [TFF 38]

Breeder recensione film di Jens Dahl con Sara Hjort Ditlevsen, Anders Heinrichsen, Morten Holst, Signe Egholm Olsen e Eeva Putro al Torino Film Festival 38 L'immortalità...

Black Friday Amazon 2020: Disney Marvel offerte film Blu-ray steelbook e cofanetti

Black Friday Amazon 2020: le offerte Disney e Marvel in Blu-ray steelbook e cofanetti, da Avengers: Endgame a Frozen 2, Toy Story 4 e...

Black Friday Amazon 2020: film e serie TV Blu-ray e DVD in offerta

Black Friday Amazon 2020: film Blu-ray e DVD in offerta tra saghe cinematografiche, cofanetti, serie TV, anime e i migliori titoli Disney in steelbook Ci...

Cinema News del 25 novembre [Rassegna Stampa]

Gianfranco Rosi possibile candidato agli Oscar Tom Holland nelle prime immagini di Cherry La serie tv di Xavier Dolan Il trailer di Our...

Moving On recensione film di Yoon Dan-bi con Choi Jung-un [TFF 38]

Moving On recensione film di Yoon Dan-bi con Choi Jung-un, Yang Heung-ju, Park Hyeon-yeong e Park Seung-jun in concorso al Torino Film Festival 38 Crescere, cambiare,...

Elegia americana recensione film di Ron Howard con Amy Adams e Glenn Close [Netflix Anteprima]

Elegia americana recensione film Netflix di Ron Howard con Amy Adams, Glenn Close, Gabriel Basso, Haley Bennett, Freida Pinto e Owen Asztalos Tu non sai un...

Memory House (Casa de Antiguidades) recensione film di João Paulo Miranda Maria [TFF 38]

Memory House (Casa de Antiguidades) recensione film di João Paulo Miranda Maria con Antonio Pitanga e Ana Flavia Cavalcanti al Torino Film Festival 38 Memory...

Cinema News del 24 novembre [Rassegna Stampa]

Luca Guadagnino produce un biopic su Tennesee Williams Mark Ruffalo papà di Ryan Reynolds in The Adam Project Anthony Mackie in versione Liam...

Vera de Verdad recensione film di Beniamino Catena con Marta Gastini [TFF 38]

Vera de Verdad recensione film di Beniamino Catena con Marta Gastini, Marcelo Alonso, Davide Iacopini, Anita Caprioli e Paolo Pierobon al Torino Film Festival Parla...