Il prodigioso Maurice porterà il Discworld di Terry Pratchett finalmente al cinema

Terry Pratchett
Terry Pratchett

L’autore inglese Terry Pratchett, scomparso nel 2015, ha riscosso uno straordinario successo letterario con i quarantuno romanzi fantasy-satirici ambientati a Discworld (o Mondo Disco), un pianeta piatto poggiato sulla schiena di quattro elefanti, che a loro volta si reggono sul dorso di una gigantesca tartaruga che nuota per l’universo.
Concepito inizialmente come parodia di rinomate serie fantasy (l’esempio più lampante è il personaggio di Cohen il Barbaro), l’universo di Discworld si è poi espanso a coprire reinterpretazioni di eventi reali e altre opere letterarie e cinematografiche, riviste in chiave comica o satirica.

Forse per la difficoltà di rendere visivamente il tono dei romanzi, il sostanzioso corpus dell’autore, pur avendo dato origine a videogiochi e a qualche film tv, non è ancora approdato al cinema, nonostante l’interesse di registi come Sam Raimi e Terry Gilliam.
Il successo della serie tv Amazon Good Omens, tratta da un libro scritto a quattro mani da Pratchett e Neil Gaiman, sta attirando nuovamente l’attenzione sul Mondo Disco, ed è stato ufficialmente annunciato un primo titolo: The Amazing Maurice and his Educated Rodents.

Pubblicato nel 2001 e arrivato in Italia nel 2005 con il titolo Il prodigioso Maurice e i suoi geniali roditori, The Amazing Maurice è il ventottesimo romanzo della serie, nonché il primo esplicitamente indirizzato ad un pubblico di ragazzi: è naturale quindi che il suo adattamento sarà un film d’animazione, ad opera dello studio tedesco Ulysses Filmproduktion.

La copertina di una delle edizioni di The Amazing Maurice and his educated rodents
La copertina di una delle edizioni di The Amazing Maurice and his educated rodents

Il prodigioso Maurice del titolo è un gatto parlante, un truffatore che gira per il Discworld con la sua gang costituita da un ragazzo, Keith, ed un gruppo di loquaci topi dall’intelletto sviluppato. La routine della banda consiste nell’arrivare in una cittadina e simulare un’invasione di roditori: quando questa getterà nel panico la popolazione locale, l’amministrazione della città non potrà far altro che ingaggiare un rinomato pifferaio (Keith) che conduca magicamente la calamità squittente fuori dalle mura.
A causa del malcontento nel gruppo dei topi, che trova lo stratagemma svilente ed immorale, la prossima cittadina sarà l’ultima. Quando la gang arriva a Bad Blintz, però, scopre che un’infestazione di ratti è già in atto, e che per risolvere la situazione sono stati chiamati due acchiappatopi che hanno disseminato la città di trappole.

Il prodigioso Maurice e i suoi geniali roditori si avvarrà di una sceneggiatura scritta da Terry Rossio (candidato all’Oscar per Shrek e co-autore del primo Aladdin e di Pirati dei Caraibi), con un design dei personaggi affidato a Carter Goodrich (Ratatouille, Cattivissimo Me, Coco), per la regia del Tedesco Toby Genkel.
Per questo libro Terry Pratchett vince il suo primo importante riconoscimento, la Carnegie Medal, assegnata ogni anno in Gran Bretagna a scrittori di libri per ragazzi.