Il principe cerca figlio

Il principe cerca figlio recensione film di Craig Brewer con Eddie Murphy [Amazon Prime Video Anteprima]

Il principe cerca figlio recensione film di Craig Brewer con Eddie Murphy, Arsenio Hall, Jermaine Fowler, Leslie JonesWesley Snipes e KiKi Layne

Niente alimenti per trent’anni e sei tornato pure? Tu sei cretino!
(Il principe cerca figlio)

A trentatré anni di distanza dal cult di John Landis Il principe cerca moglie che ha segnato la commedia anni ’80 e con essa la carriera di Eddie Murphy, con Il principe cerca figlio ritroviamo il principe Akeem Joffertremante alla mercé delle donne della sua vita“, con Zamunda minacciata dal regno di Nexdoria e dal suo folle e guerrafondaio generale Izzi, conquistatore di nazioni e fonte di ispirazione per Mufasa (!) de Il Re Leone – interpretato da uno sfrenato Wesley Snipes – mentre viene accusato sia dal padre re Jaffe Joffer (James Earl Jones) che dallo stregone reale Baba – un mimetico Arsenio Hall alle prese con una moltitudine di personaggi – di essere l’anello debole della famiglia, la vergogna ed il disonore del regno a causa del suo patrimonio genetico carente di… mascolinità.

Inizia così la più che graziosa commedia diretta da Craig Brewer, regista che con Dolemite Is My Name ha avuto il merito di restituirci e far nuovamente risplendere il talento di Eddie Murphy, troppo a lungo oscurato da commedie minori e da un distacco volontario della stessa celebrità dal grande schermo.

Louie Anderson, Jermaine Fowler e Leslie Jones
Louie Anderson, Jermaine Fowler e Leslie Jones (Credits: Amazon)

Ciao regina, scusa se mi sono fatta il tuo uomo!
(Leslie Jones in Il principe cerca figlio)

Akeem scopre di aver sparso il “seme della sua pannocchia reale” con leggerezza, annebbiato dai fumi di stupefacenti erbe cerimoniali e travolto e cavalcato da un “cinghiale”, riferendosi alla madre del suo figlio “bastardo” americano Mary Junson, la donna “un po’ troxx” che lo aveva concupito, interpretata dalla travolgente Leslie Jones che riesce, anche attraverso un linguaggio piacevolmente scorretto e volgare, a donare verve ad una commedia altrimenti un po’ ingessata e timorosa dell’importante eredità da sorreggere sul capo, proprio come la corona del regno di Zamunda.

A differenza del suo predecessore, Il principe cerca figlio si rivela ricco di musicalità, oltre che di sensualità dirompente e testosterone, grazie alle tante incursioni celebri, da Gladys Knight alle En Vogue, da Salt-N-Pepa a John Legend, senza dimenticare Teyana Taylor che ritroviamo come Bopoto, figlia del generale Izzi nonché nipote ed erede spirituale di Vanessa Bell Calloway ossia Imani Izzi (presente anche lei), la promessa moglie di Akeem che nel film originale saltellava ed abbaiava agli ordini del suo uomo, simbolo della donna oggetto destinata ad essere “solo una moglie” secondo le convenzioni e convinzioni di una cultura passata, ma non per tutti.

KiKi Layne e Eddie Murphy
KiKi Layne e Eddie Murphy (Credits: Amazon)

Un figlio che non può avere un figlio suo non ha senso.
(Il principe cerca figlio)

Dalla gentrificazione ad opera dei bianchi che hanno risollevato i quartieri popolari dei neri agli stereotipi più classici del razzismo verso le persone di colore – intelligentemente impersonificate in una figura che in anteprima non possiamo rivelarvi e che rievoca la summa della carriera di Eddie MurphyIl principe cerca figlio si scrolla lentamente di dosso il peso della sua eredità passando il testimone dal padre al figlio “bastardo” del Queens Lavelle Junson (Jermaine Fowler), ragazzo umile che lotta per avere l’occasione di dare prova di sé in un mondo che lo ignora per come parla, per la sua provenienza, per il colore della sua pelle e per la povertà della sua famiglia.

Fino alla discriminazione di genere, tema portante di questo piacevole sequel che vede negata ad una donna – la primogenita Meeka alias la carismatica KiKi Layne – la possibilità di governare Zamunda perché la legge e le tradizioni le sono contrarie, a tal punto da spingere Akeem alla ricerca di un “degno” erede maschio dopo aver avuto tre figlie femmine “indegne”: Meeka, Omma (Bella Murphy) e Tinashe (Akiley Love).

Eddie Murphy, Arsenio Hall e i loro irresistibili personaggi del barbiere di quartiere
Eddie Murphy, Arsenio Hall e i loro irresistibili personaggi del barbiere di quartiere (Credits: Amazon)

Re Akeem ha dimenticato la sua storia, il popolo di Zamunda no.
(Nomzamo Mbatha in Il principe cerca figlio)

Ma come in ogni favola moderna che si rispetti, il vero amore per una donna che “stuzzichi l’intelletto quanto i testicoli” travalicando leggi e costrizioni risveglierà anche lo spirito sopito del principe che cercava un figlio per evitare una guerra e ritroverà se stesso ed una famiglia luminosa, divertente ed allargata.

In un cinema americano “fatto soltanto di supereroi e sequel che nessuno ha chiesto“, come recita intelligentemente il Lavelle di Jermaine Fowler, Il principe cerca figlio trova la sua dignità ed ispirazione anche nella presenza per sottrazione di Eddie Murphy e Arsenio Hall, inizialmente apparentemente mancanti ma comunque mattatori con le apparizioni dei loro personaggi secondari, ricordando che se spesso ogni principe o meglio ogni leader promette di fare cambiamenti per poi non fare nulla, spetta sempre e comunque a noi essere con credo e convinzione il motore del cambiamento che vogliamo.

Il principe cerca figlio recensione film Amazon con Eddie Murphy
James Earl Jones (Credits: Amazon)

Il principe cerca figlio: le frasi del film

Il vero amore è il fondamento del mio regno.
(Eddie Murphy in Il principe cerca figlio)

Ci sono molti letti in questo castello. Ti consiglio di trovarne un altro.
(Shari Headley in Il principe cerca figlio)

Non ho sparso il seme della mia pannocchia reale!
(Eddie Murphy in Il principe cerca figlio)

Cammini come un pappone americano!
(Tracy Morgan in Il principe cerca figlio)

– Le parti intime reali sono linde.
– Un’ultima passatina, giusto per sicurezza!
(Leslie Jones in Il principe cerca figlio)

Sintesi

Ricco di musicalità, sensualità dirompente e testosterone, Il principe cerca figlio si rivela un sequel più che grazioso, talvolta piacevolmente scorretto e volgare grazie alla travolgente Leslie Jones, che trova la sua dignità ed ispirazione anche nella presenza per sottrazione di Eddie Murphy e Arsenio Hall, affrontando con delicata ironia i temi della discriminazione razziale e di genere.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli