Thomas Vinterberg e Mads Mikkelsen riuniti per Druk

Thomas Vinterberg e Mads Mikkelsen
Thomas Vinterberg e Mads Mikkelsen

Il regista danese Thomas Vinterberg, già autore del celebrato Festen (il primo film del discusso movimento Dogma 95) e del più recente Kursk, è al lavoro sul suo prossimo film, Druk.

Druk racconterà di quattro amici e colleghi, insegnanti alle scuole superiori, che decidono di sperimentare una teoria secondo la quale restare permanentemente in un moderato stato di intossicazione porterebbe benefici in termini di creatività, apertura mentale e risoluzione di problemi. Lo stimolante in questo caso non sarebbe una sostanza stupefacente, ma semplicemente alcool: Druk, potrebbe essere tradotto infatti come ‘bere un bicchiere dopo l’altro’.

Mads Mikkelsen, Thomas Bo Larsen, Lars Ranthe, Magnus Millang
Mads Mikkelsen, Thomas Bo Larsen, Lars Ranthe, Magnus Millang

Il film riunirà Vinterberg con sua maestosità Mads Mikkelsen (dal quale ci piace pensare questo sito prenda il nome (*)), a sette anni dal capolavoro Jagten/Il sospetto, nel quale l’attore interpretava Lucas, insegnante ingiustamente accusato di aver molestato una bambina.
In effetti, riunirà il regista con la maggior parte del cast del film del 2012, visto che due degli altri tre co-protagonisti sono Thomas Bo Larsen (che aveva il ruolo di Theo, amico e poi accusatore di Lucas) e Lars Ranthe (Bruun, altro amico di Lucas/Mads). Il quarto inebriato sarà Magnus Millang, visto in Kursk.
Il lato femminile del cast include Susse Wold (la preside ne Il sospetto), Helene Reingaard Neumann (interprete di Kursk, e moglie di Vinterberg) e Maria Bonnevie.
La sceneggiatura è scritta, come di consueto, dallo stesso regista assieme a Tobias Lindholm.

Da sinistra, Helene Reingaard Neumann, Thomas Vinterberg e Mad Mikkelsen, con due ospiti che non riconosciamo

Una rimpatriata tra amici, insomma, per un esperimento tra amici che – conoscendo Vinterberg – potrebbe non essere facile come un bicchiere… di vino.

(Cineuropa)

(*) questa parte potrebbe non essere vera