Cleopatra di Villeneuve sarà un thriller ‘sporco’ e sanguinoso

David Scarpa, lo sceneggiatore di All the Money in the World (Tutti i Soldi del Mondo, in uscita a gennaio) e della versione Keanu Reeves di The Day the Earth Stood Still, durante un’intervista con The Hollywood Reporter ha parlato brevemente anche di Cleopatra, il (presunto) kolossal sulla Regina d’Egitto nei piani futuri di Denis Villeneuve. Nella sua descrizione, il film suona un po’ diverso dall’omonimo bestione di quattro ore del 1963:

«  E’ simile a Tutti i Soldi del Mondo nel senso che è richiesto un lungo lavoro di ricerca, e c’è una domanda di fondo, sul modo di realizzarlo e come farlo in una maniera originale. Con Getty, parte dell’idea era di prendere due generi che sentivamo di conoscere, il genere ‘rapimento’ e quello che chiameremo il genere ‘grand’uomo’ – il genere Quarto Potere – e ’fonderli insieme’ per farne qualcosa di nuovo. Con Cleopatra… invece di farne un ‘prestige picture’ – tre ore, sfarzosissimo, gente con ventagli e accento inglese eccetera – lo trattiamo come un vero e proprio thriller politico: sporco, pieno di sangue, pieno di gente che impreca e fa sesso e tutto quel genere lì. Un thriller politico di due ore, snello, pieno di omicidi, eccetera. Andiamo nella direzione opposta a quella che ci si aspetta ».

A proposito del lavoro di ricerca fatto da Scarpa, Variety riporta che All the Money in the World, che racconta il sequestro di Paul Getty III ad opera della ‘ndrangheta, è attualmente minacciato di querela da parte del nipote di uno dei rapitori, perché il film trascura l’ipotesi (‘la verità di famiglia’ che Getty avesse ideato lui stesso il proprio rapimento come un modo di estorcere soldi al nonno). Inoltre, farebbe fare brutta figura allo zio: « Se accusi la famiglia di essere criminali, non dovresti mostrarli come criminali stupidi o inetti, che non sanno tenere a bada un sedicenne. Erano grandi criminali ».

Denis Villeneuve, con Blade Runner 2049 alle spalle, prevede di girare Cleopatra dopo un altro compitino da nulla: il nuovo film di Dune.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli