Brian Dennehy: l’omaggio di Sylvester Stallone allo sceriffo di Rambo

Brian Dennehy: l’omaggio di Sylvester Stallone allo sceriffo di Rambo

Nelle scorse ore, l’universo cinematografico ha detto addio a Brian Dennehy, vincitore di due Tony Awards e di un Golden Globe rispettivamente per Morte di un commesso viaggiatore e Long Day’s Journey into Night, scomparso all’età di 81 anni. La notizia è stata data da sua figlia Elizabeth che ci ha tenuto a sottolineare che la morte del genitore non è stata causata dal Coronavirus.

Nel corso della sua carriera Dennehy ha preso parte a numerosi film e serie come The Blacklist, ricoprendo ruoli celebri seppur non sempre da protagonista. Alcuni lo ricordano per Cocoon, Romeo + Giulietta, Silverado oppure per Il ventre dell’architetto. La maggior parte delle persone, però, ricollega subito Brian Dennehy allo sceriffo Teasle di Rambo.

Brian Dennehy, vincitore di due Tony Awards e di un Golden Globe
Brian Dennehy, vincitore di due Tony Awards e di un Golden Globe

Nel film del 1982, Sylvester Stallone doveva infatti fare i conti con lo spietato sceriffo che ha suscitato odio e amore in tutti gli amanti dell’opera diretta da Ted Kotcheff, poiché la natura del personaggio era quella che era ma la recitazione di Brian Dennehy rappresentava qualcosa di unico e risultava impossibile non rimanerne affascinati.

Dopo la notizia della morte di Dennehy, non si sono fatte attendere le parole di Sylvester Stallone che ha voluto esprimere il proprio affetto per il compagno di set: Il grande attore Brian Dennehy è morto. Era semplicemente un brillante interprete … Era anche un veterano del Vietnam che mi ha aiutato moltissimo a costruire il personaggio di Rambo. Il mondo ha perso un grande artista.

Proprio riguardo al film del 1982, si era espresso tempo fa Brian Dennehy, che ha condiviso il set con Stallone anche in F.I.S.T.:

“La cosa curiosa di Rambo, forse la gente se lo dimentica, è che la carriera di Stallone in quel momento si stava un po’ indebolendo. La sceneggiatura originale doveva far morire il personaggio di Rambo alla fine del primo film, non ricordo neanche in che modo. Dopo tre settimane dall’inizio delle riprese, i produttori ed il regista hanno mostrato un pezzo di film e la risposta fu sensazionale sia per quanto fatto da Kotcheff che per il lavoro di Sylvester Stallone. A quel punto, quando sono tornati, si sono rivolti a Stallone e gli hanno detto: “A proposito, non stai morendo. Ti terremo in vita”. Questo perché si erano resi conto di cosa fosse Stallone e di quanto il pubblico lo amasse e volevano quindi lasciare aperta la possibilità di produrre dei sequel che poi, infatti, sono diventati quattro!”

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Cinema News del 19 gennaio [Rassegna Stampa]

La prima immagine di Luca James Gunn inizia le riprese di Peacemaker Matt Damon apparentemente in Thor: Love and Thunder Brevissime Il Martin Luther...

Ava recensione film di Tate Taylor con Jessica Chastain e John Malkovich [Netflix]

Ava recensione film di Tate Taylor con Jessica Chastain, John Malkovich, Colin Farrell, Common, Geena Davis, Jess Weixler, Diana Silvers e Joan Chen Non chiamare...

I cancelli del cielo recensione film di Michael Cimino con Kris Kristofferson e Isabelle Huppert

I cancelli del cielo recensione del film di Michael Cimino con Kris Kristofferson, Isabelle Huppert, Christopher Walken, Jeff Bridges, John Hurt e Sam Waterston Dalle stelle...

Intervista ad Alessandro Grande regista del film Regina

Intervista ad Alessandro Grande, regista di Regina, film in concorso al 38° Torino Film Festival Lo abbiamo visto e recensito in occasione della 38esima edizione...

Cinema News del 18 gennaio [Rassegna Stampa]

Jane in Love Il secondo film di Michele Vannucci La storia di Laila Bertheussen Flack Il trailer di Fear of Rain Brevissime Cinema News...

WandaVision recensione serie TV con Elizabeth Olsen e Paul Bettany [Disney+]

WandaVision recensione serie TV Disney+ diretta da Jac Shaeffer con Elizabeth Olsen, Paul Bettany, Kathryn Hahn, Teyonah Parris, Kat Dennings, Randall Park, Debra Jo Rupp...

Cinema News del 17 gennaio [Rassegna Stampa]

Heart of Stone con Gal Gadot su Netflix The Tragedy of Macbeth di Joel Coen con Denzel Washington e Frances McDormand Mortal Kombat:...

L’eredità della vipera recensione film di Anthony Jerjen con Josh Hartnett [Anteprima]

L'eredità della vipera recensione film di Anthony Jerjen con Josh Hartnett, Margarita Levieva, Owen Teague, Bruce Dern, Tara Buck e Chandler Riggs Nessuno può prevedere...

Cinema News del 16 gennaio [Rassegna Stampa]

Cinema italiani chiusi fino al 5 marzo 2021 Bong Joon-ho presidente di Giuria alla Mostra del Cinema di Venezia The Last Of Us:...

Fuori orario recensione film di Martin Scorsese con Griffin Dunne [Flashback Friday]

Fuori orario recensione del film di Martin Scorsese con Griffin Dunne, Rosanna Arquette, Linda Fiorentino, Teri Garr, John Heard, Will Patton e Rocco Sisto Nonostante...