Ascoltati

Ascoltati recensione film di Andrea Recchia [RNFF 20]

Ascoltati recensione film di Andrea Recchia con Andrea Baldazzi, Lorenzo Boesso, Martina Sacchetti e Antonio Pezzoli al Ravenna Nightmare Film Festival

In Frequency – Il futuro è in ascolto (2000) un agente di polizia riusciva a mettersi in contatto, attraverso una vecchia ricetrasmittente, con il padre morto in un incendio. Sorte simile per Caterina Astengo (Margherita Buy), che ne La scoperta dell’alba (2013) dialogava al telefono con la se stessa dodicenne per far luce sulla misteriosa scomparsa del padre, avvenuta negli anni ’80. Forzare i limiti fisici della comunicazione per raggiungere l’irraggiungibile, oltrepassando le barriere della morte. Ascoltati, film super low budget diretto da Andrea Recchia e presentato in anteprima nella sezione “Showcase Emilia-Romagna” del Ravenna Nightmare Film Festival, parte da questo spunto, dal bisogno di trovare una via per entrare nel cuore delle persone e per esprimere le proprie emozioni.

Il protagonista, che si chiama Andrea come il regista (forse un alter ego?), riceve la terribile notizia della morte della madre, sprofondando ancora di più nella depressione. Il dolore è infatti acuito dal non aver mai avuto il coraggio di dirle quanto le voleva bene, di comunicarle il suo amore. Consultatosi con l’amico di infanzia Leonardo, ha un’intuizione: ascoltare se stesso e trovare la giusta frequenza, grazie ad un’antenna amatoriale, per parlare nuovamente con la madre.

Martina Sacchetti
Martina Sacchetti

Ascoltati recensione film di Andrea Recchia
Ascoltati di Andrea Recchia al Ravenna Nightmare Film Festival

Ascoltati prova a rappresentare il caos della società lavorando in sottrazione. Poca azione, personaggi limitati e definiti, ambienti circostanziati e inquadrati con una scelta stilistica che fa molto avanguardia. È un film in cui pesa inevitabilmente la mancanza di mezzi, nonostante il regista faccia di tutto per mascherarla con una messa in scena senza fronzoli, basilare. Si avverte, infatti, un’urgenza comunicativa, la necessità di usare il cinema quasi fosse una terapia, andando a scandagliare tematiche profonde che sono molto sentite dalla generazione dei trenta-quarantenni.

Purtroppo, lo sguardo non è pero sempre a fuoco. Dopo un incipit in cui veniamo catapultati nel mondo ossessionante di Andrea, funzionale alla rappresentazione della sua progressiva “fuga dalla realtà”, Ascoltati apre qualche parentesi di troppo. Il rapporto tra l’amico Leonardo e il padre si mangia buona parte della sezione centrale, così come non viene invece riservato il giusto spazio all’evoluzione dell’elaborazione del lutto del protagonista.

Martina Sacchetti e Andrea Baldazzi
Martina Sacchetti e Andrea Baldazzi

Ascoltati recensione film di Andrea Recchia
Ascoltati di Andrea Recchia al Ravenna Nightmare Film Festival

Il problema non è tanto nella scrittura, che presenta dei dialoghi con una certa intensità emotiva, quanto nella trasposizione difficoltosa di quanto messo su carta, un po’ per i limiti evidenti di mezzi, un po’ per la recitazione troppo sotto le righe degli attori, probabilmente più a loro agio in un teatro che non davanti a una macchina da presa. Tutto questo porta a un progressivo (e generale) disinteresse per la seconda parte del film, quella della ricerca, che evita con intelligenza la trappola di una soluzione fantastica e si mantiene fedele allo spirito del racconto. Mancano dei veri picchi emotivi, dei momenti in cui si riesca a entrare in empatia col personaggio, con la sua sofferenza, col suo sentirsi al di fuori del mondo.

Ascoltati è un film che ha buone intenzioni ma non riesce a mantenerle. Una riflessione sul vuoto che ci circonda che non arriva a raggiungere pienamente il significato di quello che vorrebbe dire. Se non altro, però, c’è l’ambizione di provare a smarcarsi dalla produzione con lo stampino di molto cinema contemporaneo, indipendente e non. Con queste basi, il regista Andrea Recchia, magari con un budget più consono, potrebbe in futuro riuscire realmente a centrare il suo obiettivo. Al momento, mancano ancora dei passi importanti.

Ascoltati: il poster
Ascoltati: il poster

Sintesi

L'opera di Andrea Recchia parte dal bisogno di trovare una via per entrare nel cuore delle persone ed esprimere le proprie emozioni, andando a scandagliare tematiche profonde che sono molto sentite dalla generazione dei trenta-quarantenni. Una riflessione sul vuoto che ci circonda che tuttavia, nonostante le buone intenzioni, non arriva a centrare pienamente il suo obiettivo.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

Pixar: i migliori film da vedere assolutamente [Throwback Thursday]

Le opere Pixar fanno parte della nostra infanzia ed adolescenza, grazie ai molti lungometraggi che ci hanno scaldato il cuore. Vediamo i cinque migliori...

Black Friday Amazon 2020: LEGO offerte Avengers, Jurassic World, Star Wars, Disney e Batman

Black Friday Amazon 2020: in offerta i set LEGO di Avengers, Jurassic World, Star Wars, Disney, Batman, The Mandalorian, Harry Potter e Fast &...

Cinema News del 26 novembre [Rassegna Stampa]

Mads Grindelwald Clifford il grande cane rosso The Mauritanian Amore e malattia in Life in a Year Amore e malattia in Little Fish ...

Botox recensione film di Kaveh Mazaheri con Sussan Parvar [TFF 38]

Botox recensione film di Kaveh Mazaheri con Sussan Parvar, Mahdokht Molaei, Soroush Saeidi, Mohsen Kiani e Morteza Khanjani al Torino Film Festival 38 Il cinema iraniano...

Breeder recensione film di Jens Dahl con Sara Hjort Ditlevsen [TFF 38]

Breeder recensione film di Jens Dahl con Sara Hjort Ditlevsen, Anders Heinrichsen, Morten Holst, Signe Egholm Olsen e Eeva Putro al Torino Film Festival 38 L'immortalità...

Black Friday Amazon 2020: Disney Marvel offerte film Blu-ray steelbook e cofanetti

Black Friday Amazon 2020: le offerte Disney e Marvel in Blu-ray steelbook e cofanetti, da Avengers: Endgame a Frozen 2, Toy Story 4 e...

Black Friday Amazon 2020: film e serie TV Blu-ray e DVD in offerta

Black Friday Amazon 2020: film Blu-ray e DVD in offerta tra saghe cinematografiche, cofanetti, serie TV, anime e i migliori titoli Disney in steelbook Ci...

Cinema News del 25 novembre [Rassegna Stampa]

Gianfranco Rosi possibile candidato agli Oscar Tom Holland nelle prime immagini di Cherry La serie tv di Xavier Dolan Il trailer di Our...

Moving On recensione film di Yoon Dan-bi con Choi Jung-un [TFF 38]

Moving On recensione film di Yoon Dan-bi con Choi Jung-un, Yang Heung-ju, Park Hyeon-yeong e Park Seung-jun in concorso al Torino Film Festival 38 Crescere, cambiare,...

Elegia americana recensione film di Ron Howard con Amy Adams e Glenn Close [Netflix Anteprima]

Elegia americana recensione film Netflix di Ron Howard con Amy Adams, Glenn Close, Gabriel Basso, Haley Bennett, Freida Pinto e Owen Asztalos Tu non sai un...