438 Days

438 Days recensione [#RomaFF14]

438 Days recensione del film di Jesper Ganslandt con Gustaf Skarsgård, Matias Varela, Faysal Ahmed, Nat Ramabulana e Josefin Neldén

438 Days è la vera storia dei giornalisti svedesi Martin Schibbye e Johan Persson che hanno messo a repentaglio la propria stessa vita per attraversare il confine tra Somalia ed Etiopia e raccontare la verità riguardo alla corsa al petrolio e gli effetti devastanti nella regione dell’Ogaden. Cinque giorni dopo, per i due reporter si aprono le porte dell’inferno e la storia si sposta in un’altra direzione, quella della sopravvivenza e della battaglia per la verità.

MadMass.it consiglia by Amazon

438 Days recensione
Una scena di 438 Days

Dalla ricerca della verità riguardo ad una questione di rilevanza internazionale, Gustaf Skarsgård e Matias Varela si trovano a dover fare i conti con una lotta per la sopravvivenza dove l’amicizia diventa l’unica arma a disposizione. Nel film di Jesper Ganslandt si intrecciano alla perfezione dimensione generale e orizzonte particolare, andando a scoprire gli intrecci e gli interessi di entità immateriali sulla pelle di chi effettivamente li vive.

438 Days recensione
Gustaf Skarsgård e Matias Varela in una scena del film

Penetrare la realtà può essere un esercizio ai limiti dell’insostenibilità prima di arrivare a confezionare un reportage. In un certo senso, basandosi sull’omonimo libro scritto dai veri giornalisti, 438 Days si configura come una sorta di enorme backstage dell’informazione che si sporca le mani per mettere a nudo gli ingranaggi del nostro mondo ed è un’operazione estremamente attuale, che si inserisce nel solco di un rilancio e un potenziamento del giornalismo attraverso il cinema (come accaduto anche in Another Day of Life di Raúl de la Fuente e Damian Nenow).

Gustaf Skarsgård in 438 Days
Gustaf Skarsgård protagonista di 438 Days

Conoscere chi racconta e come è arrivato a farlo sul grande schermo è un meccanismo estremamente interessante per riuscire nuovamente a trasmettere storie e non soltanto favole, portando in questo caso gli spettatori a giocare a pallone nel bel mezzo dell’Africa in un campo delimitato dai kalashnikov e veicolando un contenuto che sarebbe andato probabilmente perso nei meandri della rete.

Sintesi

Jesper Ganslandt porta sul grande schermo la vera storia dei giornalisti svedesi Martin Schibbye e Johan Persson, coraggiosi testimoni della verità sulla corsa al petrolio e i suoi effetti devastanti in Etiopia, in una narrazione che intreccia alla perfezione dimensione generale e orizzonte particolare mettendo a nudo gli ingranaggi del nostro mondo.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

L’incredibile storia dell’Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano e Matilda De Angelis [Netflix Anteprima]

L'incredibile storia dell'Isola delle Rose recensione film di Sydney Sibilia con Elio Germano, Matilda De Angelis, François Cluzet, Tom Wlaschiha, Leonardo Lidi, Luca Zingaretti e...

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune

Rashomon recensione film di Akira Kurosawa con Toshirô Mifune, Machiko Kyô, Masayuki Mori, Takashi Shimura, Kichijirô Ueda e Minoru Chiaki Rashomon è il dodicesimo film...

Cinema News del 29 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a "Darth Vader" David Prowse David Lynch girerà Wisteria per Netflix I vincitori del Torino Film Festival 38 Cinema News 29 novembre Addio a...

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...

Cinema News del 28 novembre [Rassegna Stampa]

Godzilla vs. Kong: Netflix vs. HBO Max per l'uscita streaming Il trailer di Happiest Season con Kristen Stewart e Mackenzie Davis Franco Nero ritorna...

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe [TFF 38]

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe con Brian Ritchie presentato al Torino Film Festival 38 Avere figli significa...

Regina recensione film di Alessandro Grande con Ginevra Francesconi [TFF 38]

Regina recensione film di Alessandro Grande con Francesco Montanari, Ginevra Francesconi, Barbara Giordano e Max Mazzotta al Torino Film Festival 38 Unico alfiere a rappresentare l’Italia...