Utopia

Utopia recensione serie TV [Amazon Prime Video Anteprima]

Utopia è un coraggioso tentativo di dare ad un'opera del 2013 il giusto palcoscenico, risultando però troppo fuori dal tempo in cui viene proposta. La recensione

Utopia recensione serie TV di Gillian Flynn con John Cusack, Ashleigh LaThrop, Dan Byrd, Sasha LaneDesmin Borges, Jessica Rothe, Rainn Wilson, Christopher DenhamCory Michael Smith

Guarda Utopia su Amazon Prime Video: per i primi 30 giorni è gratis!

Non è facile scrivere questa recensione. Nel 2013 la visione della versione originale inglese di Utopia fu un’esperienza particolarmente segnante. Il cospirazionismo estremo, l’ultraviolenza come strumento narrativo, il registro visivo ipnotico e fortemente contrastato erano delle cifre capaci di lasciare un segno profondo in un mondo che stava conoscendo la fine della pietra miliare Breaking Bad.

L’idea che il mondo potesse essere salvato da un fumetto contente indicazioni sulle minacce pronte a disgregarlo era il punto di partenza della distopia partorita da Dennis Kelly su cui intessere un’escalation di teorie del complotto – l’influenza russa, il “Network” – che si propagavano in maniera concentrica destabilizzando lo spettatore. Non è un caso che all’epoca una sequenza abbastanza cruda scatenò l’ira del pubblico britannico e produsse la bellezza di 81 reclami scritti alle autorità nazionali competenti.

John Cusack
John Cusack

Utopia recensione serie TV Amazon Prime Video
Dan Byrd, Jessica Rothe, Desmin Borges e Ashleigh LaThrop

Se Utopia aveva un pregio, oltre a quello di essere innovativa e fuori dal comune, era quello di essere un prodotto eversivo capace di incollare lo spettatore davanti a qualcosa che oggi verrebbe definita forse malata. Onore ad Amazon per creduto nel rilancio di un progetto che quasi dieci anni fa aveva messo a ferro e fuoco il Regno Unito e non solo, raccogliendo probabilmente un pubblico inferiore a quello che avrebbe meritato, ma qualcosa è andato storto. Se l’impianto di fondo è rimasto sostanzialmente lo stesso, sul reboot della nota piattaforma streaming sembra essersi depositata una strana patina di comune entertainment.

Il cast è di buon livello – un ottimo Rainn Wilson, un convincente Christopher Denham – il nuovo setup è estremamente intelligente per accompagnare Jessica Hyde (Sasha Lane) e i fan sfegatati di Utopia nella folle corsa per salvare il mondo, ma il principale nemico di Utopia crediamo sia stato il tempo intercorso tra l’opera originale e il nuovo prodotto targato Amazon Prime Video.

Jessica Rothe
Jessica Rothe

Rainn Wilson
Rainn Wilson

In un mondo occidentale attanagliato quotidianamente e in maniera pericolosa da cospirazionismo, epidemie, negazionismo e che ha visto realizzarsi alcuni elementi già immaginati da Dennis Kelly anni fa, la versione 2020 ha perso originalità ed eversione trovandosi in una realtà sicuramente ingenua, ma in maniera diverso rispetto al passato, in ogni aspetto della società.

Siamo davanti ad un’opera fuori tempo massimo non solo per chi è in grado di fare il confronto con l’originale, ma anche per chi ha seguito la direzione del mondo degli ultimi anni volente o nolente. Ridurre in questo modo Utopia a semplice intrattenimento di consumo senza i reclami furiosi del pubblico che la guarda e la sua carica eversiva, ha trasformato il lupo in agnello che, per quanto carino, è maggiormente esposto e quasi condannato a soccombere in un oceano audiovisivo che sta crescendo a dismisura.

Sintesi

Ridurre la versione originale inglese di Utopia (2013) a semplice intrattenimento di consumo, senza i reclami furiosi del pubblico e la sua carica eversiva, ha trasformato il lupo in agnello in un mondo occidentale attanagliato quotidianamente e in maniera pericolosa da cospirazionismo, epidemie, negazionismo e che ha visto realizzarsi alcuni elementi già immaginati da Dennis Kelly anni fa.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel [TFF 38]

El elemento enigmático recensione film di Alejandro Fadel presentato al Torino Film Festival 38 nella sezione Le stanze di Rol In El elemento enigmático tra...

Torino Film Festival: tutti i vincitori e i film premiati della 38esima edizione

Torino Film Festival vincitori: vincono Botox come miglior film e migliore sceneggiatura, Identifying Features (Sin señas particulares) Premio Speciale della Giuria e migliore attrice...

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte [TFF 38]

The Oak Room recensione film di Cody Calahan con RJ Mitte, Peter Outerbridge, Ari Millen, Martin Roach, Nicholas Campbell al Torino Film Festival 38 È...

Seven recensione film di David Fincher con Morgan Freeman e Brad Pitt

Seven recensione del film di David Fincher, con Morgan Freeman, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow e Kevin Spacey Nell'estate del 1995 le platee americane vennero prese...

Cinema News del 28 novembre [Rassegna Stampa]

Godzilla vs. Kong: Netflix vs. HBO Max per l'uscita streaming Il trailer di Happiest Season con Kristen Stewart e Mackenzie Davis Franco Nero ritorna...

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe [TFF 38]

The Last Hillbilly recensione film documentario di Diane Sara Bouzgarrou e Thomas Jenkoe con Brian Ritchie presentato al Torino Film Festival 38 Avere figli significa...

Regina recensione film di Alessandro Grande con Ginevra Francesconi [TFF 38]

Regina recensione film di Alessandro Grande con Francesco Montanari, Ginevra Francesconi, Barbara Giordano e Max Mazzotta al Torino Film Festival 38 Unico alfiere a rappresentare l’Italia...

Strange Days recensione film di Kathryn Bigelow [Flashback Friday]

Strange Days recensione del film di Kathryn Bigelow con Ralph Fiennes, Angela Bassett, Juliette Lewis, Vincent D'Onofrio, William Fichtner e Tom Sizemore Dopo Point Break -...

Cinema News del 27 novembre [Rassegna Stampa]

Addio a Daria Nicolodi I progetti di Alex Garland Álex de la Iglesia e la Veneciafrenia La Radioscopie di Claire Denis Les promesses...

Pixar: i migliori film da vedere assolutamente [Throwback Thursday]

Le opere Pixar fanno parte della nostra infanzia ed adolescenza, grazie ai molti lungometraggi che ci hanno scaldato il cuore. Vediamo i cinque migliori...