Shock Wave 2

Shock Wave 2 recensione film di Herman Yau con Andy Lau e Ni Ni [FEFF 23]

Shock Wave 2 recensione film di Herman Yau con Andy Lau, Lau Ching-Wan, Ni Ni, Tse Kwan-ho, Philip Keung, Ron NgKenny Wong presentato al FEFF 23

La rabbia può annientare tutto.
(Shock Wave 2)

Herman Yau riprende le gesta del suo eroico artificiere della Explosive Ordnance Disposal Bureau (EODB) cinese Poon Shing Fung, interpretato ancora una volta dalla superstar Andy Lau (Infernal Affairs, La foresta dei pugnali volanti, The Warlords – La battaglia dei tre guerrieri), nel sequel Shock Wave 2 che segna un eclatante consenso di pubblico – oltre 200 milioni di dollari incassati contro i 58 milioni del primo capitolo – invertendo clamorosamente il ruolo del protagonista in un film dove non esistono eroi senza macchia.

MadMass.it consiglia by Amazon

Tra immagini luminose e colori vividi e sgargianti esaltati in color correction, coreografie straordinarie ed effetti scenografici del fuoco fuori dal comune, Shock Wave 2 si rivela più che un solido action asiatico formalmente ineccepibile, sottoponendo al giudizio degli spettatori non soltanto l’inversione dell’eroe, da artificiere che smaltisce gli ordigni esplosivi più pericolosi ad autentica minaccia globale, ma anche una serie di tematiche, dal consumismo di una società sempre più corrotta e povera di speranze alle folli radici del terrorismo, dai limiti e le discriminazioni che subiscono i portatori di handicap alle ripercussioni psicologiche che la rabbia può comportare negli esseri umani, che certamente contribuiscono a costruire un progetto cinematografico ambizioso, seppur imperfetto e non privo di piccole ingenuità (ostaggi che vengono lasciati imbavagliati dai soccorritori), controsensi per creare pathos (saremo portati a credere che Poon Shing Fung sta per far esplodere volontariamente la mano di una bambina) e semplificazioni (tutto ciò che ruota intorno alle “ragioni” del terrorismo anarchico).

Ni Ni e Andy Lau
Ni Ni e Andy Lau

Andy Lau
Andy Lau

Metti i tuoi uomini in pericolo di morte e sopravvivranno.
Lasciali in cattive acque e rinasceranno.
(Tse Kwan-ho in Shock Wave 2)

Scritto ancora una volta dallo stesso regista Herman Yau ed Erica Li con l’aggiunta di Eric Lee, Shock Wave 2 entra nel vivo con un colpo di scena d’azione di rara potenza, degno del gabinetto esplosivo di Arma Letale 2 di Richard Donner, in una pellicola che rimanda a Il fuggitivo di Andrew Davis e The Bourne Identity di Doug Liman, con combattimenti corpo a corpo davvero notevoli, in ascensore piuttosto che tra le corsie d’ospedale, una tensione crescente propiziata da una sceneggiatura che si mantiene con successo fuori dai binari del già visto e che nella seconda metà simula soltanto il rientro nei canoni dell’eroe buono per poi mantenere il suo smalto e la sua unicità.

Andy Lau porta sullo schermo un antieroe divorato e sopraffatto dalla rabbia che spinge a chiudersi in se stessi, ex eroe dell’unità antiterrorismo che diventa una bomba ad orologeria, finendo con il “pagare con la rabbia” le sue difficoltà nel reagire alla sua nuova condizione di portatore di handicap con una gamba amputata, dilaniata da un’esplosione mentre compie il suo lavoro mettendo a repentaglio la sua vita per salvarne altre.

Shock Wave 2 recensione film di Herman Yau con Andy Lau
Tse Kwan-ho e Andy Lau

Shock Wave 2 recensione film di Herman Yau con Andy Lau
Andy Lau e Lau Ching-Wan

Questa è una società dove tutto è usa e getta, inclusi gli esseri umani.
(Andy Lau in Shock Wave 2)

In uno scenario in cui vengono messi in discussione i valori della verità e della giustizia per i disabili, e le loro possibilità che vengono minate da una società che addita l’amputazione come una malattia, la pellicola di Herman Yau lancia un atto d’accusa al mondo moderno, considerato malato e trattato come un nemico da quegli odiatori del vivere civile che gridano alla Vendetta lanciandosi in atti di terrorismo solitario.

Tra sindrome di stress post-traumatico, danni all’ippocampo e perdite di memoria lungo il sottile confine tra memoria procedurale e dichiarativa, ricordi impiantati, inganni e ravvedimenti, l’eroe di Shock Wave trasformatosi in antieroe in Shock Wave 2, presentato in anteprima al Far East Film Festival 23, completa la sua evoluzione diventando una persona ulteriormente diversa, districandosi tra un’attentato nucleare nel nome di Davy Crockett ed il Giorno della Risurrezione con la promessa distruzione degli empi, in un finale esplosivo che non può lasciarci con una riflessione amara sul consumismo del quale siamo diventati schiavi e sul materialismo superfluo che ci lega in catene, finendo per farci considerare superfluo il prossimo che ci sta accanto.

Shock Wave 2: le frasi del film

Ci vediamo nella prossima vita
(Ni Ni in Shock Wave 2)

Se ti fidi di me, sei un poliziotto.
Se non ti fidi di me, sei un terrorista.
(Ni Ni in Shock Wave 2)

Paga con la rabbia.
(Tse Kwan-ho in Shock Wave 2)

Sintesi

Più che solido action asiatico formalmente ineccepibile, tra cammino di inversione dell'eroe, società corrotta dal consumismo, discriminazioni per i disabili e derive terroristiche con Shock Wave 2 Herman Yau ed Erica Li costruiscono un progetto cinematografico ambizioso esaltato da sequenze d'azione davvero notevoli e colpi di scena di rara potenza, lasciandoci con una riflessione amara sul consumismo del quale siamo diventati schiavi e che ha reso superflui gli esseri umani a scapito del materialistico possesso.

Perché MadMass.it

Non è questa la cinesfera che ci meritiamo, abbandonata allo strapotere delle content farm e al loro incessante copia-traduci-incolla finalizzato ad invadere i motori di ricerca. Meno del 20% dei contenuti delle content farm è originale ed il loro modello distorto ha contribuito alla scomparsa dell'opinione cinematografica online. Oltre il 90% degli articoli presenti su MadMass.it è farina del nostro sacco: mettiamo la qualità, il piacere di scrivere e la voglia di proporre qualcosa di autentico e diverso al centro dei nostri contenuti. Sostieni anche tu la causa di una cinesfera più creativa e originale, insieme possiamo restituire influenza ed autorevolezza al nostro web cinematografico. Supportaci se puoi con una donazione o acquistando i prodotti consigliati sul nostro sito, o semplicemente passa a visitarci e sfoglia le nostre pagine: ci permetterai di continuare a crescere e fare sentire la nostra voce.

Articoli Correlati

Commenti

Ultimi Articoli